Conoscere il cervello di Allison

Image courtesy of allisonsbrain.com
Fonte: immagine per gentile concessione di allisonsbrain.com

Ho sentito una storia piuttosto notevole la settimana scorsa su una donna di nome Allison. Allison è un insegnante di musica in pensione, anche un insegnante di musica in pensione molto decorato. Nel 2011, ad Allison è stato diagnosticato un aneurisma cerebrale, un allargamento di una delle arterie nel suo cervello. Un ingrandimento così grande era delle dimensioni di una prugna. Allison fu sottoposta a un intervento chirurgico al cervello per ritagliare l'aneurisma, quindi sopportò diversi anni di terapia per riacquistare il suo funzionamento cognitivo, motorio e comunicativo.

La cosa straordinaria di questa storia è che è stata condivisa dalla stessa Allison. Allison Woyiwada e Robert McMechan hanno co-scritto Allison's Brain , una memoria del suo viaggio dall'aneurisma alla guarigione, e condividono la storia di Allison attraverso interviste radiofoniche, discorsi programmatici e altri luoghi di presentazione.

L'altro elemento degno di nota, in particolare per il terapeuta musicale in me, è il ruolo avuto dalla musica nella riabilitazione di Allison. La musica ha giocato tre funzioni primarie come condiviso nella sua storia la scorsa settimana:

  1. La musica faceva parte dell'ambiente di Allison mentre lei era in un coma medicalmente indotto. Considerata la storia di Allison come insegnante di musica e performer, la sua famiglia ha portato alcune delle sue musiche preferite da suonare nella sua stanza. Sebbene questo particolare atto sia stato fatto istintivamente, vi sono alcune prove che gli individui in coma – o più specificamente individui con un disturbo della coscienza – elaborano ancora emotivamente informazioni uditive (Rollnik e Altenmüler, 2014). Come tale, sembra ragionevole che suonare la musica preferita di qualcuno possa avere qualche valore terapeutico (per inciso, è stato creato un intero strumento di valutazione basato sulla musica che utilizza la musica per valutare la consapevolezza nei disturbi della coscienza).
  2. La musica funzionava come una valutazione delle ABILITÀ di Allison. Il recupero iniziò lentamente dopo l'intervento e il suo tempo in un coma medicalmente indotto. Allison ha dichiarato di aver perso diverse settimane della sua vita – le è stato detto dei visitatori che aveva e delle cose che aveva fatto, e non avrebbe ricordato questi eventi. Le sue abilità motorie erano compromesse e lei si sottopose a una terapia quotidiana per imparare nuovamente a camminare, controllare le sue capacità motorie e rafforzare quelle grossolane. Allison non era nemmeno in grado di parlare in quel momento, quindi i medici non erano in grado di valutare l'estensione delle sue capacità cognitive, ciò che era compromesso e ciò che era intatto o meno. Fino al giorno in cui Allison ha passato un pianoforte con spartiti sul supporto. Poi il suo amore e la sua formazione musicale sono entrati in scena. Allison si sedette e iniziò a suonare. Non era perfetto, ma le stesse dita e mani che non potevano tenere una forchetta e portare cibo alla bocca stavano suonando le melodie e gli accordi sulla musica. Questo evento – che tra l'altro fu catturato dalla telecamera – offrì il primo indizio che Allison avesse ancora capacità motorie e cognitive intatte e funzionali.
  3. La musica ha svolto un ruolo fondamentale nel discorso e nella riabilitazione linguistica di Allison. Secondo Allison e Robert, le sue capacità cognitive e motorie si sono rimbalzate rapidamente, ma il funzionamento del discorso è durato un po 'di più (l'aneurisma cerebrale ha colpito direttamente le parti del cervello responsabili della produzione e comprensione del parlato). Allison era stato dimesso dall'ospedale e continuava a lavorare con un logopedista. Ma secondo Allison, i veri progressi nel suo funzionamento del discorso sono iniziati dopo che lei ha iniziato a lavorare con un musicoterapeuta che ha implementato una tecnica chiamata Melodic Intonation Therapy. Questa particolare tecnica è progettata per aiutare le persone con afasia non fluente, un tipo di disturbo del linguaggio caratterizzato da problemi di produzione del linguaggio e / o comprensione del linguaggio. Il MIT può essere utilizzato da musicoterapisti o patologi del linguaggio parlato e prevede l'uso del canto come mezzo per coinvolgere reti linguistiche intatte e riqualificare la produzione del parlato (fare clic qui per ulteriori informazioni su questa tecnica terapeutica). Sotto la cura del terapeuta musicale e del beneficio del MIT, le abilità vocali di Allison hanno presto iniziato a migliorare … al punto che si presenta con facilità.

C'è molto di più nel viaggio di Allison rispetto a ciò che è stato condiviso qui. Clicca qui per saperne di più: http://www.allisonsbrain.com/

Seguimi su Twitter @KimberlySMoore per aggiornamenti quotidiani sulle ultime ricerche e articoli relativi alla musica, alla musicoterapia, alla musica e al cervello. Vi invito anche a visitare il mio sito web, www.MusicTherapyMaven.com, per ulteriori informazioni, risorse e strategie.

Riferimenti

Rollnik, JD & Altenmüller, E. (2014). Musica nei disordini della coscienza. Frontiers in Neuroscience, 8 , 190. doi: 10.3389 / fnins.2014.00190

Magee, WL, Siegert, RJ, Daveson, BA, Lenton-Smith, G., e Taylor, SM (2014). Strumento di valutazione della musicoterapia per la consapevolezza nei Disturbi della Coscienza (MATADOC): Standardizzazione della scala secondaria principale per valutare la consapevolezza in pazienti con Disturbi della Coscienza. Riabilitazione neuropsicologica, 24 (1), 101-24. doi: 10,1080 / 09602011.2013.844174

Norton, A., Zipse, L., Marchina, S., & Schlaug, G. (2009). Terapia di intonazione melodica: intuizioni condivise su come è fatto e perché potrebbe essere d'aiuto. Annali dell'Accademia delle scienze di New York, 1169 , 431-436. doi: 10.1111 / j.1749-6632.2009.04859.x

Solutions Collecting From Web of "Conoscere il cervello di Allison"