Confessions of a Recover Insight Junky

Le nostre risposte parlano molto delle nostre domande. Le nostre intuizioni parlano di ciò che stavamo cercando. Le nostre intuizioni rivelano ciò che chiamerò le nostre opinioni , i desideri che spingono verso l'esterno in cerca di intuizioni. Per esempio:

Ha avuto un importante passo avanti nella terapia, intuizione che i suoi problemi sono iniziati con i suoi genitori. Ora capisce finalmente cosa c'è che non va in lui. La sua intuizione riguarda i suoi genitori. La sua esternazione è la sua ricerca ansiosa di una spiegazione di cosa c'è che non va in lui.

Ha avuto un importante passo avanti nella sua pratica spirituale, intuizione che attraverso la meditazione sull'unità e l'impermanenza della vita, lei può trascendere ogni ansia, aggressività e competizione. L'intuizione riguarda la trascendenza. L'outsider è la sua ricerca di un modo onnicomprensivo per sfuggire all'ansia, all'aggressività e alla competizione.

Hanno trovato l'unico grande maestro, il maestro su cui ora fanno affidamento per tutte le risposte. A qualsiasi domanda, ora tutto ciò che chiedono è "Cosa farà il maestro?" L'intuizione è che il maestro ha tutte le risposte. L'outsight è la ricerca di una soluzione one-stop-shopping per la confusione della vita.  

Hanno trovato l'unico principio politico guida che elimina ogni dubbio su come dovrebbe funzionare il mondo. La loro intuizione è il principio. La loro esternazione è una ricerca per eliminare ogni dubbio su come dovrebbe funzionare il mondo.

Quando troviamo le intuizioni, spesso le celebriamo condividendole con gli altri, facendo proselitismo alle nostre importanti scoperte. Condividerli ci rende orgogliosi, ma i nostri amici possono essere un po 'imbarazzati per noi, intuendo che l'intuizione dice di più sui nostri appetiti di quanto notiamo.

Ci sentiamo in cima al nostro gioco; ma i nostri amici possono vedere il soft underbelly del nostro gioco, il dolore che ispira la nostra ricerca di una soluzione vincente. Miriamo a sembrare eccezionalmente dotati di nuove importanti risposte, ma finiscono per sembrare eccezionalmente affamati di quelle risposte.

Riconosciamo che i drogati-drogati sono spesso auto-medianti. Quindi sono drogati di intuizione, jonesing per tutto ciò che arresta il dolore. Quando scopriamo le intuizioni, ci sentiamo come discernenti conoscitori del vino che hanno trovato il Cabernet perfetto, eppure potremmo incontrare altri come winos che si arrampicano indiscriminatamente per una correzione.

Per quanto imbarazzante, faremmo bene a meditare non solo sulle nostre intuizioni, ma sulla nostra fame per loro. C'è tanto da imparare dalla nostra ricerca come da ciò che troviamo su di esso. Inoltre, è più sicuro conoscere le nostre sottostanti. Gli affamati saranno presto mangiati. Quando siamo affamati di risposte diventiamo facili marchi presi da truffatori, terapeuti, guru, guide che spesso si auto-meditano, ubriachi non solo sulle loro intuizioni, ma sull'affermazione che ricevono dalle adulazioni dei loro devoti.

Ho avuto otto anni di analisi psicoanalitica freudiana quattro volte alla settimana, la maggior parte concentrata su come la mia infanzia ha spiegato i miei problemi eccezionali. Sono grato e penso di esserne uscito molto, ma soprattutto di superarlo.

I miei problemi non sono eccezionali. Sono problemi di tutti in un modo o nell'altro. Le sfide che ho affrontato sono le sfide che tutti affrontiamo prima o poi, in qualunque ordine siamo esposti a loro.

Quando ho smesso di soffrire per spiegare ciò che era eccezionalmente sbagliato in me, ho iniziato a riprendermi dalla mia dipendenza da junky.

Adoro ancora una buona intuizione quando si viene, ma non ho bisogno di approfondimenti come un tempo. Non sono mai stato a un terapeuta o a un seminario di un weekend da decenni. Attribuisco molto di ciò alla terapia e ai seminari che ho svolto, anche se molto meno alle teorie particolari che hanno promosso e abbracciato.

La ricerca onnicomprensiva per le intuizioni può consumarsi. Spesso non abbiamo più tempo, denaro ed energie per cercare più persone – la ricerca da parte dell'uomo di un significato sufficiente per cavarsela.

A volte però, quando abbiamo attraversato il ciclo della fame di intuizione e della sazietà abbastanza spesso, alla fine rivolgiamo la nostra attenzione alla fame stessa, gli autisti esterni che ci fanno sentire così eccezionalmente affamati di intuizioni in primo luogo.

Se possiamo generalizzare dalla nostra fame personale alla fame che tutti proviamo, arriviamo a meditare meno su noi stessi e più sulla condizione umana. Quindi possiamo ottenere con il programma di vivere all'interno della condizione umana, con meno bisogno di una fuga di auto-medicazione da esso.

Solutions Collecting From Web of "Confessions of a Recover Insight Junky"