Compromesso reso semplice: 7 consigli pratici per le coppie

Couple/Free Stock Photos
Fonte: Coppia / Foto di riserva libere

Anche se sposerai la persona dei tuoi sogni – quella di tutti quanti – non riuscirai a vivere per sempre felici e contenti. Essendo umani, ci imbattiamo inevitabilmente in problemi quando i nostri bisogni e bisogni non coincidono con quelli della nostra compagna. E a meno che non diventiamo abili nell'arte del compromesso, in tali situazioni la nostra relazione può rapidamente degradarsi in sentimenti di insoddisfazione e discordia. Per non parlare del senso disilluso di essere tutto solo nella relazione. Un'esperienza del genere può essere molto scoraggiante, perché quando ci siamo impegnati per la prima volta con il nostro partner abbiamo assunto che questa relazione ci avrebbe protetti dal dover sentirci di nuovo soli.

La soluzione a questo problema – che può anche favorire la crescita così strettamente connessa alla felicità e alla realizzazione personale – è imparare a soddisfare al meglio i diversi desideri del partner, ma senza essere obbligati a sacrificare i propri. In questo post, enumererò sette modi di compromettere che ti aiuteranno a riconquistare l'amore, la fiducia e l'intimità che potrebbero essere stati – be '- "compromessi" quando hai dovuto affrontare il fatto che tu e il tuo compagno semplicemente non erano la stessa persona: che ciò che hai tanto richiesto e desiderato da loro era, sfortunatamente, quasi identico a quello che cercavano da te.

Sei dei sette tipi di give-and-take su cui sto elaborando qui sono già stati elencati in un mio post precedente: "Come ottimizzare il tuo rapporto: il compromesso 70/70". E questi metodi di mutuo alloggio sono stati adattati dall'eccellente libro di autoaiuto When Anger Hurts di M. Mckay, PD Rogers, e J. McKay (New Harbinger, 1989). Questa guida eminentemente pratica si concentra su come controllare efficacemente la tua rabbia, ma ha anche alcune cose di eccezionale valore da dire sulle relazioni.

Ad esempio, prendi questo paragrafo (anche citato in precedenza) che, su un foglio separato, distribuisco regolarmente alle coppie con cui lavoro. Credo che possa essere cruciale nel modificare la loro mentalità e aumentare la loro motivazione a lavorare attraverso fastidiose differenze:

"L'atteggiamento chiave per risolvere con successo i conflitti con il coniuge è la risoluzione dei problemi . Non stai cercando di far star male il tuo coniuge. Non stai cercando di dimostrare che il tuo coniuge ha torto. Stai semplicemente cercando di aggiustare ciò che è sbagliato. L'atteggiamento di risoluzione dei problemi presuppone che il conflitto non abbia dimensioni morali. Invece, il conflitto è una questione di bisogni opposti. I disaccordi si risolvono meglio quando si assume che i bisogni di ciascuna persona siano legittimi e importanti [grassetto e corsivo aggiunti per un'enfasi speciale]. In questo modo non devi discutere su quali siano le esigenze più grandi o più giustificate. Poiché entrambe le parti hanno lo stesso diritto di volerlo a modo loro, la soluzione dei problemi diventa una questione di riconoscimento e di fattorizzazione di questi bisogni in un accordo reciprocamente accettabile. "

L'unica cosa che vorrei approfondire, in questo conciso riassunto di ciò che potrebbe aiutare virtualmente tutte le coppie ad avvicinarsi molto alla relazione che desiderano, è questa: non ha molto senso combattere contro ciò che è giusto. Perché ciò che sembra giusto a una parte potrebbe ancora sentirsi gravemente ingiusto verso l'altra. Alla fine, l'unica cosa che conta è che la soluzione è arrivata a sentirsi giusti per entrambi . Inoltre, non ha importanza su cosa possa pensare qualcun altro. Perché se tu e il tuo partner vedete il vostro accordo finale come equo, allora (a tutti gli effetti) è equo. Cioè, nessuna conferma esterna è "richiesta".

In ogni caso, qui ci sono sette modi di generare una situazione di vittoria / vincita nei casi in cui tu e i bisogni e le esigenze del tuo partner non strambate. Sebbene questi vari metodi di negoziazione dei conflitti possano non essere in grado di affrontare ogni singola situazione, specialmente quelli che sono insolitamente complessi o complicati, penso che li troverai "utili" in un'ampia varietà di contesti:

1. "Proviamo a trovare un modo per incontrarci nel mezzo o dividere la differenza."

Ho scritto altrove (in "Couples-Stop Fighting Over Money!") Che c'è un inevitabile scontro quando sei (per natura o condizionata) un risparmiatore e il tuo partner è uno spender (o viceversa). Tali differenze sono comuni e al loro peggio possono essere disastrose per una relazione. Inoltre, queste predilezioni non sono realmente modificabili. Quindi, ciò che deve accadere è che ognuno di voi spieghi la propria prospettiva sul denaro senza allo stesso tempo sforzarsi di invalidare l'altro. Perché, per quanto contrastanti, ogni punto di vista ha una sua validità soggettiva. Il prossimo passo, ovviamente, è negoziare un compromesso reciprocamente accettabile. Anche se scoprire il modo migliore di "incontrarsi nel mezzo" probabilmente non sembrerà l'ideale per nessuno di voi, finché potete arrivare – in modo incondizionato – ad accettare la legittimità personale dell'orientamento monetario del vostro partner, allora qualunque compromesso raggiungerete affermerà la redditività della tua relazione (cioè la tua capacità di lavorare insieme per preservare, e persino aumentare, l'armonia, la fiducia e la buona volontà tra di voi).

Un altro esempio di "dividere la differenza" potrebbe riguardare il modo in cui vuoi mantenere la tua casa calda o fredda. A seconda che tu sia a sangue caldo oa sangue freddo, potresti preferire una temperatura più bassa o più alta del tuo partner. Ma puoi impostare il termostato da qualche parte tra le tue diverse preferenze e sentirti comunque abbastanza a tuo agio (anche se è necessario che uno di voi tolga il maglione e l'altro per indossarlo)?

Un ultimo esempio di questo tipo di compromesso importantissimo potrebbe riguardare il tuo essere più estroverso (o, per quella materia, introverso) del tuo compagno. Quindi, se preferisci, ad esempio, fare più cose sociali fuori casa che a casa del tuo coniuge, devi considerare che il tuo partner richiede meno stimoli esterni di te, e quindi fare in modo che gli aggiustamenti siano "giusti" per entrambi . Oppure voi due potreste decidere che in molti casi va bene che uno di voi esca per stare con i vostri amici, mentre l'altro stia a casa, "recuperando" il loro più grande bisogno di solitudine.

2. "Se farai questo per me, lo farò per te".

Couple Sitting as a Kitchen Table/Wikipedia Commons
Fonte: Coppia seduta come un tavolo da cucina / Wikipedia Commons

In molti casi, ci sono cose che il tuo partner ti infastidisce e, innegabilmente, le cose che fai che le infastidiscono. Nessuna di queste cose può essere cattiva o sbagliata in quanto tale o anche seria, ma sono ancora fastidiose. Dì, il tuo partner non alza lo sguardo dal suo smartphone quando hai davvero bisogno di ottenere la loro attenzione indivisa. E dite anche che di solito non li riconoscete quando condividono con voi qualche risultato personale. Per affrontare tali frustrazioni puoi semplicemente – e senza incolpare il tuo partner per ciò che ti angoscia – richiedere di alterare o eliminare questo comportamento fastidioso e, in cambio, farai del tuo meglio per modificare uno dei tuoi che trovi irritante. Inutile dire che questo tipo di compromesso può funzionare anche per cose positive. Per esempio, "Se tu potessi prendere il mio lavaggio a secco per me, mi prenderò cura di comprare a tua madre un biglietto d'auguri".

3. "Che ne dici di questa volta che fai a modo mio [o lasciami fare a modo mio], e la prossima volta ti rimanderò?"

Questa potrebbe essere chiamata la soluzione dei "contraccolpi". E in molti casi è abbastanza facilmente implementato di nuovo, assumendo che entrambi vedano ciò che "risolvi" come giusto. Considera la frase (piuttosto spiacevole, lo ammetto): "C'è più di un modo per scuoiare un gatto". Ciò che questo adagio suggerisce è che ci possono essere vari modi per ottenere qualcosa. E anche se le tue preferenze potrebbero essere diverse da quelle del tuo partner, non c'è davvero un modo intrinsecamente superiore di gestire la questione. Quindi ha perfettamente senso, alternativamente, rimandare alle reciproche inclinazioni. Questo potrebbe riguardare la preparazione di un pasto, la pulizia della casa o l'assunzione di un percorso particolare per vedere la partita di basket di tuo figlio. E se si tratta semplicemente di ottenere il tuo modo (contro quello del tuo coniuge), potrebbe coinvolgere il ristorante in cui andare, quale film vedere, quale amico o parente visitare e così via.

4. "E se lo facessimo a modo mio mentre lo faccio, e a modo tuo quando lo fai?"

Il mio esempio preferito per illustrare questo metodo di risoluzione dei conflitti è probabilmente anche il più meschino. Si riferisce all'inserimento di carta igienica nel distributore del bagno. Se il tuo partner è cresciuto in una famiglia di "over" dedicati, è probabile che vedano il modo giusto per caricare la carta igienica come fatto in un modo che consenta al rotolo di dispiegarsi dall'alto. Ma se, al contrario, vieni da una famiglia di devoti "under", sarà vero il contrario. Il compromesso qui consiste semplicemente nell'inserire il nuovo lancio a modo tuo quando quello presente si esaurisce "nell'orologio" e lasciare che facciano a modo suo quando "scade" sul loro.

5. "Che ne dici di una parte di quello che voglio con una parte di ciò che vuoi?"

Molte situazioni richiedono questo tipo di soluzione, dalla scelta della casa in cui vivrai (e dei "trade-off" per quanto riguarda quartiere e posizione, planimetria e servizi, vicinanza al lavoro e alle scuole, ecc.) A specifici arredi per la casa, così come i posti da visitare nella tua vacanza limitata nel tempo, a quali cibi includere per una cena del Ringraziamento familiare. In questi casi, il compromesso consiste nel "pagare un tributo parziale" a ciascuna delle tue preferenze, nonostante la loro contrarietà. In una relazione impegnata, non stai più considerando la questione da un punto di vista "io" ma dal contesto coniugale di "noi" – che, non dimenticare, accetti implicitamente quando hai deciso in origine di entrare in un unione per tutta la vita con il tuo partner.

6. Potresti provare a modo mio per una settimana o due e vedere come funziona? E se non sei d'accordo sul fatto che in questo modo funzioni meglio, o semplicemente non riesci a metterti comodo, torneremo alla vecchia maniera.

Anche in questo caso ci sono molte aree in cui questa soluzione potrebbe essere applicata. Potrebbe avere a che fare con un nuovo modo di disciplinare i tuoi figli, basato su un articolo che hai letto che ha molto senso per te. Perché potrebbe essere che ciò che tu e il tuo partner avete fatto per affrontare i comportamenti scorretti dei vostri figli non si è dimostrato molto efficace. Oppure potrebbe riguardare un modo diverso di gestire le finanze familiari che pensi possa essere molto più efficiente di quello che, fino a questo punto, voi due state facendo. O potrebbe essere un modo inedito di allocare il tuo tempo libero. O trattare con un parente difficile. O muoversi nella direzione di un obiettivo concordato di comune accordo. O alterando il modo in cui fai l'amore, che nel tempo potrebbe essere diventato troppo di routine (o addirittura noioso) per te. E così via.

7. "Potremmo gestire questo a modo mio, ma a modo tuo?"

Questo potrebbe riguardare il modo in cui paghi per due acquisti diversi: prendere una decisione autonomamente per uno di essi e consentire al tuo partner di decidere sull'altro. Oppure selezionare dove sedersi a un evento sportivo mentre il tuo partner sceglie quale biglietto (e prezzo del biglietto) acquistare per uno spettacolo o un concerto a cui hai accettato di partecipare. E nota come questa soluzione per accogliere gusti o tendenze diversi completa le altre strategie di compromesso, in quanto anch'essa implica uno sforzo reciproco per "incontrarsi in mezzo".

Finirò questo pezzo aggiungendo alcuni avvertimenti.

Ricorda, a meno che il compromesso non accetti di sentirti come una vittoria / vincita, il tuo rapporto finirà non con un vincitore e un perdente ma, alla fine, con due perdenti. Perché se uno di voi sperimenta di essere sfruttato o di dover capitolare all'altro semplicemente per mantenere la pace, si può contare sul fatto che vi sono significativi residui negativi lasciati da un tale compromesso "forzato". E prima o poi questi sentimenti di rabbia e risentimento sono destinati a trapelare, sabotando la presunta vittoria dell'altro. Quindi fai attenzione a non terminare prematuramente il processo di risoluzione dei problemi. Assicurati che la decisione raggiunta sia davvero accettabile per entrambi .

In breve, non acconsentire mai a nulla a meno che tu non possa farlo senza persistere dubbi o dubbi. Continua a parlare delle tue domande o dei tuoi dubbi fino a quando non sarai soddisfatto del fatto che il compromesso che stai facendo sia quello di cui ti senti a tuo agio. E sentiti libero di riaprire la discussione se ciò che pensavi di poter vivere con risulta essere qualcosa che viola la tua integrità o va contro il tuo livello psicologico.

Ha anche senso giocare i reciproci punti di forza quando si discute dell'opportunità delle diverse soluzioni ai propri conflitti. Ad esempio, se stai cercando modi migliori per condividere le responsabilità domestiche, non assegnare meccanicamente le attività l'una all'altra senza considerare le tue diverse preferenze e competenze. Se uno di voi è meglio lavare i piatti piuttosto che asciugarli, è ovvio chi dovrebbe fare cosa. E questo potrebbe riguardare anche il giardinaggio, l'aspirazione o l'organizzazione di ciò che va dove. In genere, ciò che siamo disposti a fare è in linea con ciò che siamo naturalmente bravi a. Quindi, quando possibile, tali considerazioni dovrebbero essere prese in considerazione.

Fingers Intertwined/Stock Photos Royalty Free
Fonte: dita intrecciate / Foto stock Royalty Free

Inoltre, nessuna decisione deve essere – o forse può essere – perenne. Nel corso del tempo, le circostanze potrebbero cambiare, così che ciò che inizialmente è stato vissuto come corretto potrebbe non sentirsi più così. Ad esempio, se il tuo partner sta lavorando fuori casa, potrebbe aver bisogno che tu entri più a casa con le faccende domestiche o inizi a prendere in consegna i bambini a scuola. Spesso, i compromessi non possono essere "risolti" che durano indefinitamente, quindi entrambi devono essere flessibili nel rivisitare, rivedere o rinegoziare le decisioni che non si sentono più equi per entrambi.

Detto questo, potrebbe essere giunto il momento per te e il tuo partner di cambiare la vostra attenzione da ciò che si sente sbagliato nel vostro rapporto con come farlo bene . . . . E qui – spero che tu sia d'accordo: il compromesso è la chiave.

NOTA 1: Se ritieni che questo pezzo possa esserti utile e ritieni che possa essere utile anche per gli altri, ti preghiamo di prendere in considerazione l'invio di un link.

NOTA 2: Ho scritto una grande varietà di post per Psychology Today su relazioni che possono essere viste come complementari a questa (in particolare i quattro asterischi). Se desideri verificarli, ecco i loro titoli e link:

"Difendi le difese del tuo partner? Ecco perché dovresti? "

"Coraggio nei rapporti: conquistare vulnerabilità e paura"

* "Qual è l'imperativo chiave per l'amore duraturo?"

"Come rispondere quando la corteccia del partner si sente come un morso"

* "Come ottimizzare la tua relazione: il compromesso 70/70"

"Come rispondere quando la corteccia del partner si sente come un morso"

"Il pericolo di provare a possedere chi ami"

"Non solo recuperare il tuo rapporto – Ricrearlo!"

"6 modi per ricreare, non solo il recupero, il tuo rapporto"

"Affidabile o semplicemente dipendente: qual è la grande differenza?"

"Le tre cose che non dovresti mai dire al tuo partner"

"Coppie di attenzione: ecco 5 modi per" impazzire "insieme"

"Puoi dare a tua moglie tanto amore quanto loro non meritano?"

"In relazione, intesa-non accordo-è la chiave. Perché?"

* "Quanto è giusto il tuo matrimonio?"

"Un matrimonio = due realtà"

"Dare per ottenere contro Griping per ottenere"

"Quanto sono razionali i matrimoni" razionali?

* "Le coppie smettono di combattere per denaro!"

"Critica vs Feedback – Qualcuno vince, senza parole?" (Parti 1 e 2)

"Rabbia – Come trasferiamo sentimenti di colpa, ferita e paura"

NOTA 3 : Se desideri recensire post che ho contribuito a PT-su un'ampia varietà di argomenti psicologici, fai clic qui.

© 2015 Leon F. Seltzer, Ph.D. Tutti i diritti riservati.

-Per ricevere una notifica ogni volta che pubblico qualcosa di nuovo, invito i lettori a unirsi a me su Facebook-così come su Twitter, dove, in aggiunta, puoi seguire le mie riflessioni psicologiche e filosofiche spesso non ortodosse.

Solutions Collecting From Web of "Compromesso reso semplice: 7 consigli pratici per le coppie"