Comprensione dell'anoressia nervosa nei maschi

Routledge 2016
Fonte: Routledge 2016

Recentemente, ho incontrato un paziente che chiamerò J. Quando siamo entrati nel mio ufficio per il nostro primo incontro, il corpo sottile e fragile di J e gli occhi circondati da cerchi scuri hanno parlato di volumi. La famiglia aveva deciso di parlare con un fornitore di servizi di salute mentale dopo che la madre di J ha trovato i capelli di suo figlio, cadendo a causa della malnutrizione, nella doccia di scarico. In quel primo incontro, J descrisse di essere tormentato dalle preoccupazioni di essere "troppo grasso" e da un regime di esercizio brutale, insieme a una dieta altamente restrittiva sia nelle calorie che nella varietà, intesa a placare quella paura. In molti modi, questa è una descrizione approssimativa di un paziente con un disturbo alimentare. Ma cosa succede se ti dicessi che il nome completo di J è Josh, e che lui è un ragazzo di 14 anni?

I disturbi alimentari sono spesso considerati un "problema femminile". Persino i ricercatori, i difensori e gli operatori che sono consapevoli del fatto che questi disturbi colpiscono uomini e ragazzi sono tormentati dalla disinformazione. Ad esempio, si afferma spesso che il 10% delle persone con ED è di sesso maschile. A quanto pare, questa statistica spesso ripetuta è altamente problematica. Quando fu pubblicato 25 anni fa, rappresentava il numero di uomini e ragazzi in terapia, non nella popolazione generale (Andersen, 1990). Infatti, i migliori dati disponibili indicano che i maschi rappresentano il 25% delle persone con anoressia nervosa e bulimia nervosa e il 36% con disturbo da alimentazione incontrollata (Hudson et al., 2007). Il dato più preoccupante è che i dati recenti suggeriscono che le pratiche alimentari disordinate sono, per la prima volta, aumentate ad un ritmo più veloce nei maschi che nelle femmine (Mitchinson et al., 2014).

È essenziale aiutare i medici e il grande pubblico a cogliere le preoccupazioni uniche dei maschi con disturbi alimentari. Alla National Association for Males with Eating Disorders (NAMED), abbiamo lavorato per difendere questa popolazione non riconosciuta e spesso stigmatizzata. E proprio questo mese, il mio libro, Understanding Anorexia Nervosa in Males: An Integrative Approach, è stato pubblicato da Routledge. Questo libro presenta un modo olistico di pensare ai maschi con anoressia nervosa e linee guida per lavorare con questa popolazione terapeuticamente.

In chiusura, torniamo a Josh. Gli stati iniziali di trattamento consistevano nell'educare Josh e la sua famiglia sul fatto che i disturbi alimentari non si verificano solo nelle ragazze adolescenti. Un team di trattamento multidisciplinare, che includeva uno psichiatra, uno psicoterapeuta e un nutrizionista, era impegnato a trattare ogni aspetto del disturbo alimentare di Josh. Anche i genitori di Josh erano parte integrante del team di trattamento, essenziale per aiutarlo a normalizzare il suo modo di mangiare ed esercitare. Allo stesso tempo, Josh aveva molto lavoro da fare da solo. Sebbene abbia impiegato più di un anno affinché il peso di Josh si stabilizzasse completamente e molti altri anni di trattamento per il suo atteggiamento nei confronti del cibo, del peso e della forma per normalizzarsi completamente, Josh ha raggiunto il pieno recupero.

Solutions Collecting From Web of "Comprensione dell'anoressia nervosa nei maschi"