Comprensione dell'abuso degli anziani (parte prima delle due)

In origine si chiamava "bashing della nonna" quando le prime storie sull'abuso agli anziani furono pubblicate negli anni '70.

Da allora, l'abuso sugli anziani è stato riconosciuto come un serio problema sociale che è molto più diffuso di quanto la maggior parte di noi abbia voglia di ammettere. Secondo il National Elder Mistreatment Survey del 2009, almeno il dieci percento degli anziani che vivono in comunità americane (4,3 milioni di persone) sperimentano una o più forme di abuso sugli anziani ogni anno. Questo può comportare un abuso finanziario da parte di un familiare (5,2 percento), abuso finanziario da parte di uno sconosciuto (6,5 percento), abuso emotivo (4,5 percento) o potenziale abbandono da parte di un caregiver (5,1 percento). Più raramente, l'abuso sugli anziani può assumere la forma di abuso fisico (1,6 percento) e abuso sessuale (0,6 percento) anche se queste ultime due categorie, insieme ad abusi emotivi, spesso non vengono segnalati dagli anziani.

Tra le varie ragioni che molti anziani hanno per non aver riferito di ciò che sta accadendo loro sono sentimenti di imbarazzo, credendo di essere in qualche modo responsabili del loro abuso, paura di ritorsioni, paura di essere collocati in una casa di cura, non credendo che sia disponibile un aiuto per loro, o semplicemente accettando che l'abuso a lungo termine è "il modo in cui è sempre stato" e semplicemente sopportarlo. Anche quando le persone nella comunità, siano esse estranee o familiari, si rendono conto che l'abuso sta accadendo, possono spesso rifiutarsi di farsi coinvolgere credendo che nessuno sia disponibile ad aiutare.

Riconoscendo quanto sia diffuso l'abuso sugli anziani, la Conferenza della Casa Bianca sull'invecchiamento del 2015 ha elencato gli abusi sugli anziani, l'incuria e lo sfruttamento finanziario come uno dei quattro temi prioritari discussi. Ma, come un nuovo articolo di recensione pubblicato su American Psychologist, sottolinea, le vere soluzioni al problema dell'abuso agli anziani rimangono inafferrabili. Scritto da Karen A. Roberto del Virginia Tech's Center for Gerontology e Institute for Society, Culture and Environment, l'articolo tenta di chiarire molti fraintendimenti riguardanti gli abusi sugli anziani e identificare le lacune nella ricerca, nel trattamento e nelle leggi che tutelano gli anziani. Come sottolinea Roberto, anche arrivare a un termine appropriato per ciò che chiamiamo abuso degli anziani può essere complicato. Sebbene termini come "abuso di anziani", "maltrattamento agli anziani" e "maltrattamento agli anziani" siano spesso usati in modo intercambiabile nella maggior parte delle situazioni, c'è ancora disaccordo su ciò che può essere considerato abuso e cosa non può.

Qualunque sia il termine utilizzato, la maggior parte delle definizioni riconosce cinque diverse forme di abuso rivolte agli anziani:

  • Abuso fisico – qualsiasi uso di forza fisica che possa causare lesioni fisiche, dolore o menomazioni fisiche. Questo può includere colpire, schiaffeggiare, perforare, spingere, pizzicare o bruciare.
  • Abuso sessuale – qualsiasi contatto sessuale non consensuale di qualsiasi tipo. Il contatto sessuale indesiderato, l'aggressione sessuale, la nudità sessuale e costringere gli anziani a testimoniare la nudità
  • Abuso psicologico o emotivo – infliggendo angoscia, angoscia o trauma attraverso atti verbali o non verbali. Può includere denominazione, urlare, bestemmiare, insultare o fare minacce
  • Abusi finanziari e sfruttamento – uso illegale o improprio della proprietà o delle attività finanziarie di una persona anziana. Appropriazione indebita, uso improprio di fondi, assunzione di denaro sotto falsi pretesti, falsificazione.
  • Trascuratezza o abbandono – rifiuto intenzionale o involontario di fornire le necessità di base per l'assistenza. Mancato trasporto di cibo, acqua, vestiti. Trattenendo la giusta attenzione o l'incapacità di soddisfare le necessità della vita.

In molti casi, gli anziani possono sperimentare più di una forma di abuso. Le donne sembrano più vittima degli uomini, anche se alcuni esperti sostengono che esiste un pregiudizio di genere sul lavoro, poiché gli uomini più anziani hanno meno probabilità di denunciare l'abuso o chiedere aiuto. Ci sono anche altri fattori che sembrano influenzare la probabilità di abuso sugli anziani. I risultati nazionali suggeriscono che gli anziani tra i 60 e i 69 anni hanno maggiori probabilità di subire abusi anche se questo spesso dipende dal tipo di abuso che si sta verificando (come un esempio, gli anziani di età superiore ai 75 anni sono più vulnerabili agli abusi finanziari).

L'unico fattore che più probabilmente aumenta il rischio di essere vittimizzati è il deterioramento cognitivo. Anche nelle prime fasi della demenza, gli anziani sono particolarmente vulnerabili agli abusi finanziari, mentre i familiari, compresi i coniugi, possono essere più inclini a intimidazioni fisiche o negligenza se si sentono sopraffatti dalla responsabilità delle cure associate a condizioni come il morbo di Alzheimer.

Per quanto riguarda chi farebbe questo tipo di abuso e perché, non ci sono due casi esattamente uguali. La maggior parte degli abusi sugli anziani coinvolge familiari (inclusi bambini, nipoti, nipoti o coniugi). Secondo le statistiche nazionali, circa un quarto di tutti gli abusi sugli anziani sono commessi da un coniuge o un partner. L'abuso coniugale è spesso più difficile da identificare poiché di solito implica intimidazione verbale ed emotiva piuttosto che abuso fisico (che sarebbe più difficile da nascondere).

Gli abusi agli anziani commessi da bambini adulti spesso comportano problemi preesistenti con abuso di droghe o alcol, una storia di malattia mentale o disoccupazione cronica. I genitori i cui figli dipendono da loro per il sostegno finanziario sembrano essere particolarmente vulnerabili agli abusi anche se non vi è una chiara spiegazione del perché. Gli abusi possono verificarsi anche nelle famiglie in cui i bambini adulti si sentono sopraffatti dallo stress causato dalla cura di un genitore parzialmente o totalmente disabile.

Ma non sono solo i familiari o i coniugi che possono essere inclini ad abusare degli anziani. Possono anche verificarsi casi di abuso commessi da personale di pensione, infermieri e altri operatori sanitari o volontari. Questo spesso assume la forma di abuso finanziario con gli operatori sanitari che manipolano i pazienti anziani per consentire loro di accedere ai loro risparmi di una vita. Gli anziani sono spesso visti come facili segni di frode o di estorsione che li portano a essere deliberatamente presi di mira da truffatori e artisti della fiducia che si specializzano negli anziani in fogna.

Per coloro che hanno subito abusi sugli anziani, la prognosi è spesso desolante. Mentre le conseguenze dell'abuso fisico sono abbastanza evidenti, con lesioni visibili come ossa rotte, lividi e traumi cerebrali, l'effetto psicologico dell'abuso sugli anziani è in genere più difficile da riconoscere e trattare. Insieme allo stress associato all'abuso stesso, c'è anche l'impatto emotivo di essere vittima di un familiare fidato o di un custode.

Non sorprende che le conseguenze a lungo termine dell'abuso sugli anziani possano spesso portare a gravi problemi medici per le vittime. Questo può includere l'essere prematuramente istituzionalizzati, lo sviluppo di nuovi problemi medici legati a stress o traumi e persino la morte.

Maggiori informazioni su questa prossima settimana.

Continua

Solutions Collecting From Web of "Comprensione dell'abuso degli anziani (parte prima delle due)"