Comprensione della realtà transgender

Used with permission.
Fonte: usato con permesso.

A febbraio, al simposio annuale dell'International Institute of Trauma and Addiction Professionals (IITAP), sono stato onorato di ascoltare Ryan Sallans, un oratore internazionale, uomo transgender e autore del libro Second Son , speak. La sua presentazione ha spostato e educato quelli di noi che erano presenti, e ho voluto condividere la sua visione con il grande pubblico. Abbiamo condotto la nostra intervista via e-mail piuttosto che al telefono (viviamo in stati diversi) perché Ryan voleva avere la possibilità di considerare a fondo le sue risposte. Sono grato che lo abbia fatto, e spero che le sue parole forniscano sia comprensione che speranza per coloro che ne hanno bisogno – siano essi stessi transgender o amati da una persona transgender.

***

A volte le persone ti chiedono: "Come sapevi per certo che eri transgender?" In tal caso, come ti senti ad essere posto quella domanda, e come rispondi in genere?

Mi è stato chiesto, "Come fai a saperlo?" In numerose occasioni. Questa domanda è sempre difficile per me rispondere perché la conoscenza non è avvenuta da un giorno all'altro. La mia consapevolezza lentamente ha iniziato a costruire internamente da quando ero bambino fino all'età adulta. Guardando indietro, mi rendo conto che ci sono stati momenti in cui i miei sentimenti di essere un uomo erano molto forti, ma poi un ostacolo di vita diverso si sarebbe spostato in prima linea, costringendo la mia sensazione di essere maschio nell'ombra.

Il giorno in cui ho saputo di essere transgender era sicuramente l'età di 25 anni, dopo essermi imbattuto in una libreria LGBT. Sugli scaffali c'era un libro fotografico chiamato Body Alchemy di Loren Cameron. All'interno delle pagine c'erano foto e storie di uomini transgender (uomini che sono nati assegnati alla femmina, ma passati al maschile). Mentre sfogliavo le pagine e vedevo i volti di questi uomini, finalmente mi vedevo. In quel momento, il nodulo che era rimasto nello stomaco si dissolse. Non sapevo come avrei fatto, ma sapevo che avevo bisogno di transizione.

Dopo aver ascoltato la mia storia di quando l'ho saputo, se le persone ancora non capiscono, chiedo loro: "Come facevi a sapere che eri un uomo o una donna?" Di solito esitano e poi rispondono: "L'ho appena fatto".

Se stavi ricominciando da capo la tua transizione e sei andato da un terapeuta per la prima volta e hai detto "Penso di essere transgender", qual è la cosa più importante che il terapeuta potrebbe dirti? Viceversa, qual è la cosa peggiore che il terapeuta potrebbe dirti?

Dire le parole ad alta voce, "Penso di essere transgender", è una delle cose più difficili da fare, specialmente se è la prima volta. La mia terapeuta era la seconda persona che ho scelto di uscire. Prima della nostra sessione, avevo organizzato le foto in una timeline che avevo pianificato di usare come sostegno. Inciampai per trovare le mie parole, e le mie mani tremavano, ma mentre descrivevo i miei sentimenti avrei posato una foto sulla sua scrivania per fornire ulteriori prove. Potrei dire che stava aspettando la grande rivelazione, così sussurrai nervosamente, "Penso di essere un ragazzo."

Mi guardò, fece un respiro profondo e rispose semplicemente, "Okay, non so nulla di questo argomento, ma sono disposto a imparare." Il suo commento ebbe un enorme impatto su di me perché avevo paura di venire da lei per paura che mi rifiutasse, o dimmi che non era reale e che i miei sentimenti erano solo dovuti alla mia storia passata con un disturbo alimentare. Non averla nemmeno esita, e sentirla dire "Sono disposta ad imparare", mi ha mandato il messaggio che sarebbe stata lì per me e che mi avrebbe aiutato nel mio viaggio.

Altre utili risposte del terapeuta potrebbero includere:

Come ti senti a dirlo apertamente?
Dimmi di più su cosa intendi con "I think"?
Che pensieri stai attualmente avendo?
Quali pensieri e sentimenti hai avuto in passato?

Rimanere con la mente aperta e stare con un cliente che sta esplorando l'identità di genere è la chiave. Inoltre, non assumere o mettere il cliente in una scatola è estremamente importante.

Le cose da non dire a un cliente includono:

Sono sorpreso di sentirtelo dire.
Non ti comporti come un ragazzo / ragazza.
Ho lavorato con clienti transgender in passato e non penso che tu sia transgender.
Sei sicuro?

Allo stesso modo, come vorresti che i tuoi amici e la tua famiglia rispondessero idealmente alle notizie? E quale sarebbe la cosa che vorresti meno sentire?

Quello che vorrei più sentire è "Ti amo", seguito da "Ti supporterò a prescindere da cosa". Queste sono le parole più potenti e d'impatto che una persona transgender può sentire quando viene fuori. Ci sono così tante incognite in una transizione che spesso diventa molto opprimente. Sapendo che sei amato e supportato – anche se tu e la persona che stai uscendo per sentirti spaventato, preoccupato e / o preoccupato – fa sì che ciò che è a venire si senta più gestibile.

Purtroppo, questa risposta non è quella che viene sempre data quando una persona sceglie di uscire, principalmente a causa della confusione dell'altro, delle paure, dell'ignoranza sull'argomento e dei sentimenti di vergogna, imbarazzo e / o diniego. Le frasi che non vuoi sentire includono:

Non sei transgender. Sei solo confuso.
Lo stai inventando.
Non voglio sentirne parlare.
Questa è solo un'altra fase.
Ti amerò sempre, ma come mia figlia / figlio.

Nel tuo libro, tuo fratello a un certo punto ti dice che ha sempre pensato che tu fossi transgender. Ti piacerebbe che ti avesse menzionato prima, o sei contento che ti abbia fatto scoprire cose nel tuo tempo libero?

Dopo che mio fratello mi disse che già pensava che fossi transgender, gli dissi scherzando: "Vorrei che tu mi avessi detto perché non lo sapevo". Ma in realtà nessuno può dirti chi sei; devi scoprirlo da solo.

Guardando indietro alla mia vita, credo davvero che la mia consapevolezza della mia identità transgender mi sia venuta all'età di 25 anni perché non ero in grado di gestirla prima. Attraverso sei anni di terapia prima di quel momento, sono stato in grado di crescere e superare alcune delle mie altre lotte, e sono stato anche in grado di trovare conforto nel formare la mia identità al di fuori della mia famiglia, ma non ero pronto ad ammettere che io sono transgender.

Il mio cuore si spezza ogni volta che penso agli adolescenti che hanno affermato internamente la loro identità transgender, ma che non hanno ricevuto un'accettazione esterna o supporto da parte della famiglia, degli amici o della scuola. Non sono sicuro che sarei stato abbastanza forte nella mia adolescenza per mantenere questa conoscenza su me stesso mentre cercavo di sopravvivere nella mia piccola città del Nebraska.

Per i fornitori e le famiglie che hanno figli di genere o transgender di genere, ti chiedo solo di rimanere aperto e concedere al bambino lo spazio di cui ha bisogno per esplorare ulteriormente la sua identità. Le storie che vediamo sulle notizie sul suicidio, il bullismo e le molestie dovrebbero essere sufficienti a farci capire che questa non è una fase e questi bambini stanno soffrendo. Inoltre, la ricerca dimostra che l'accettazione di famiglie crea bambini felici e sani. Se un fornitore clinico sta lavorando con qualcuno che è transgender, allora è la responsabilità professionale di quel terapeuta cercare una formazione, unire le reti di risorse, trovare referral qualificati e riconoscere i suoi limiti.

La tua rete di supporto nel libro è praticamente tutti gli FTM. Interagisci anche con la comunità MTF? O le reti di supporto sono abbastanza separate?

I due trans uomini che sono i punti salienti del mio libro sono come fratelli e figli per me, e ognuno ha avuto un enorme impatto nella mia vita. Detto questo, la rete di supporto di tutti è diversa. Ho trovato rifugio con altri trans uomini, sia online che con poche amicizie, ma ho anche avuto (e ho) delle donne trans come buoni amici. Osservando la comunità nel suo insieme, dove le persone trovano il supporto dipende da chi sono e da cosa cercano. Alcune persone limitano le loro interazioni a determinati gruppi, mentre altri sono molto mescolati. Non tutte le persone transgender sono uguali e riconoscere ciò è vantaggioso.

Hai affrontato un sacco di problemi secondari (oltre ad essere transgender), come un disturbo alimentare, possibili lotte con l'alcol, ecc. È comune tra le persone transgender?

Se osservate le indagini nazionali condotte da organizzazioni come il Centro nazionale per la parità transgender e la Task Force nazionale LGBTQ, vedrete che i problemi di salute mentale e fisica colpiscono le persone nella comunità transgender molto più spesso che nella popolazione generale. Discriminazione, stigma, rifiuto da parte di amici, familiari, partner e coniugi, razzismo, maltrattamenti da parte di operatori sanitari e di salute mentale e mancanza di risorse finanziarie hanno tutti un impatto drammatico sulle persone nella comunità transgender. A causa di ciò, l'abuso di sostanze, la violenza da partner intimo, i disturbi alimentari, la depressione, l'ansia, l'ideazione suicidaria e comportamenti autoaggressivi sono tutti comuni nella comunità transgender. Ad esempio, nel sondaggio del 2010 condotto dal Centro nazionale per l'uguaglianza transgender è emerso che su 6.450 intervistati, il 26% ha riferito di aver abusato di alcol solo per far fronte alla discriminazione che stavano vivendo.

Quando il tuo libro finisce, la tua relazione con Lily è abbastanza nuova. Ora, naturalmente, tu e Lily siete sposati. (Congratulazioni!) Puoi parlare un po 'di ciò che questo passo ha significato per te come un transgender?

Ci sono alcune domande uniche e potenziali ostacoli quando si guarda al matrimonio come una persona transgender. Poiché lo stato dell'uguaglianza del matrimonio è ancora in un limbo in tutta la nazione, c'è la domanda: il mio matrimonio sarà legalmente riconosciuto? Quindi, devi chiedere: la famiglia del mio partner accetterà? Mi vedranno come un uomo? Supporteranno la nostra relazione e ci tratteranno come tutti gli altri?

Prima di proporre a mia moglie, sono andato a diversi membri della sua famiglia per chiedere la loro approvazione. (So ​​che questo potrebbe essere visto come molto tradizionale, ma ci sono alcune cose di cui sono un po 'vecchia scuola.) Erano tutti aperti, accoglienti ed entusiasti per noi. Sono stato molto fortunato nella mia relazione e nella gente che ora chiamo famiglia.

Per una risposta più lunga a questa domanda, incoraggio i lettori a dare un'occhiata a un'intervista che ho fatto con il Dr. Robi Ludwig, pubblicata sull'Huffington Post. In questa intervista discuto la mia prospettiva del matrimonio come uomo transgender, comprese le mie fantasie sul matrimonio dall'infanzia all'età adulta, le mie preoccupazioni di venire alla famiglia di mia moglie e come gestisco ciò che percepisco come i miei limiti nella vita, in particolare riproduzione e incapacità di produrre sperma.

Nel tuo libro parli di come Larry King ti ha chiesto, in onda, "Quando sarai completo?" E come questa è stata una domanda molto difficile per te. È una domanda più semplice ora? In ogni caso, come risponderesti a questa domanda oggi?

La domanda di Larry continua a suscitare emozioni e pensieri complessi per me. Allora, quando pensavo alla completezza fisica piuttosto che emotiva, credevo che avere un intervento chirurgico più basso sarebbe stato un punto di arrivo per me. Sono passati ormai sette anni dalla mia chirurgia inferiore, e posso dire che non mi sento ancora fisicamente completo. Credo che le ragioni di questo siano legate alle limitazioni che ho riscontrato riguardo alla riproduzione e ad alcuni comportamenti sessuali. Il concetto di "completezza" è un argomento che sto esplorando nel secondo libro che sto scrivendo. Trovo che gran parte di ciò su cui ci concentriamo sia l'inizio della transizione di una persona, ma cosa succede dopo la transizione? Come si sentono le persone riguardo a se stessi, alle loro vite e ai loro corpi?

Se avessi la possibilità di rispondere nuovamente alla domanda di Larry King, direi: "La vita è sempre in transizione. Quando mai qualcuno di noi sarà mai completo? "

Oltre al tuo libro, quali risorse (altri libri, siti web, studi di ricerca, gruppi di supporto, ecc.) Consigli per le persone transgender, i loro cari e i loro terapisti?

Fare una ricerca su Internet tirerà su centinaia di risorse e libri diversi che potrebbero essere utili. Per non essere sopraffatto, prima pensa a un'area specifica che ti interessa esplorare. Ti interessano storie personali, assistenza medica e psicologica, copertura mediatica, supporto per la famiglia e gli amici, politica e legalità, film e documentari?

Se vuoi iniziare con le organizzazioni professionali, alcune risorse utili includono:

World Professional Association for Transgender Healthcare
Centro nazionale per l'uguaglianza transgender
Task force nazionale LGBTQ

Centro di genere di Los Angeles
Lambda Legal
Centro di eccellenza per la salute dei transgender

TransLine – Progetto
TransActive
Trans Youth Family Allies
Gender Spectrum
PFLAG

La gente potrebbe anche voler leggere un'altra intervista che ho fatto con il Dr. Robi Ludwig a Huffington Post. Invito i lettori a verificare questa particolare intervista perché ciò di cui ho parlato qui è incentrato interamente sulle persone della comunità transgender che stanno cercando o sono già transitate – e questo non è il caso per ogni persona che si identifica come transgender.

*

Robert Weiss LCSW, CSAT-S è Senior Vice President dello sviluppo clinico con Elements Behavioral Health. Ha sviluppato programmi clinici per The Ranch fuori da Nashville, Tennessee, Promises Treatment Centers a Malibu e The Sexual Recovery Institute di Los Angeles. È l'autore di Cruise Control: Understanding Sex Addiction in Gay Men e Sex Addiction 101: una guida di base alla guarigione da sesso, porno e dipendenza da amore , e co-autore con la dottoressa Jennifer Schneider di Always Turned On: Sex Addiction nell'era digitale e più vicini, oltre: l'effetto della tecnologia e di Internet su genitorialità, lavoro e relazioni . Per ulteriori informazioni, è possibile visitare il suo sito Web, www.robertweissmsw.com.

Solutions Collecting From Web of "Comprensione della realtà transgender"