Come uno studente di Notre Dame potrebbe morire così senza senso

Declan Sullivan

Se solo noi della facoltà di Notre Dame potessimo riprendere quel fatidico giorno di mercoledì 27 ottobre, quando una raffica di vento di 51 miglia all'ora ha preso la vita di uno dei nostri preziosi studenti. Il suo nome era Declan Sullivan. Fa male pensare a una vita così promettente presa così presto. Possiamo solo iniziare a immaginare l'agonia dei suoi genitori.

E probabilmente sono anche molto arrabbiati. Dopotutto, il loro figlio stava riprendendo la pratica del calcio su un sollevatore idraulico che dovrebbe essere usato solo in venti sotto le 25 miglia all'ora. L'ascensore è crollato perché non era progettato per l'uso in caso di vento forte. (O almeno se è usato in venti forti, non può essere innalzato sopra i 20 piedi, quale era.)

Di chi è stata la colpa? È stata colpa del produttore dell'ascensore non aver fornito segnali di avvertimento sufficientemente evidenti sull'ascensore? Era colpa del direttore atletico che si trovava a circa 30 metri di distanza? E 'stata colpa del primo allenatore per non aver tenuto dentro la pratica come aveva fatto il giorno prima? È stata colpa sua di Declan per non aver fiducia nel suo istinto quando ha mandato un messaggio ad un amico sul suo sentimento terrorizzato sull'ascensore meno di un'ora prima della sua caduta? Notre Dame sta attualmente conducendo un'indagine.

Senza dubbio ci saranno innumerevoli avvocati che cercheranno di dare la colpa. Ma questa è una situazione in cui sono necessari gli psicologi. Quello che offro in seguito è un resoconto di come e perché questo potrebbe essere successo sulla base di una comprensione di anni di ricerca psicologica sociale su situazioni simili.

Innanzitutto, il livello di pericolo della situazione era ambiguo per chiunque avesse potuto fare qualcosa per aiutare. Anche se era ventoso, e sembra che il "buon senso" inducesse le persone a pensare che Declan dovesse scendere, nessuno si aspettava che l'ascensore cadesse effettivamente.

Secondo, c'era una diffusione di responsabilità. Con più leader sul campo – e con così tante persone in giro, periodo – c'era meno possibilità che qualcuno di loro intervenisse per aiutare. I ricercatori di nome Bibb Latane e John Darley hanno scoperto anni fa che quando 14 o più persone sono in una situazione ambigua pericolosa, una vittima ha meno probabilità di ricevere aiuto rispetto a quando ci sono solo uno o due spettatori [1, 2]. Per illustrare, immagina se fossi sulla scena. Avresti urlato a Declan, "Ehi, scendi! È troppo pericoloso"? No, non lo faresti. E questo perché avresti dato per scontato che se esistesse davvero un grande pericolo, allora altre persone avrebbero già fatto qualcosa al riguardo. Per lo meno, avresti pensato che il cameraman stesso avrebbe saputo di più sui pericoli di te.

Terzo, c'era bisogno di conformarsi alle richieste dell'autorità. Sappiamo dai suoi messaggi di testo che Declan era terrorizzato di essere su quell'ascensore. Forse sapeva meglio di chiunque altro del reale pericolo in cui si trovava. Tuttavia, il direttore atletico e l'allenatore capo erano nel suo campo visivo. Probabilmente si sentì in dovere di adempiere ai doveri della sua posizione, nonostante le sue paure. Sembra che l'incertezza combinata sul fatto che l'ascensore sarebbe effettivamente crollato e sull'impegno nei suoi compiti lo ha tenuto in pericolo.

La linea di fondo per il mio messaggio è che sia nessuno che tutti sono da biasimare per quello che è successo a questa amata luce di nome Declan Sullivan. Queste forze di relazioni sociali e le loro pressioni di accompagnamento si unirono in un modo orribile per costargli la vita.

La speranza è che la vita di qualcun altro possa essere salvata in futuro a causa di ciò che abbiamo imparato da questo terribile evento. Possiamo decidere in anticipo che ogni volta che ci troviamo in una situazione ambigua e pericolosa, aiuteremo. Possiamo impegnarci a scrollarsi di dosso le paure di violare le regole di conformità, e pensare e agire per noi stessi. Ad esempio, se vedi una coppia litigare e la donna sta urlando, puoi urlare a lei da una distanza di sicurezza, "Ehi, vuoi che chiami la polizia ?!" O se uno sconosciuto attraversa la strada verso di te mentre stai camminando da solo di notte, puoi iniziare a correre! A chi importa se sembri sciocco ?! Oppure, se vedi un bambino in grembo a un genitore sul sedile anteriore di un'auto, puoi dire "Ciao, l'airbag è disattivato? Sai che il tuo bambino potrebbe morire con un parafango, giusto ?! "E se non collaborano, puoi aumentare la pressione dicendo:" Chiamerò la polizia se non metti tuo figlio il sedile posteriore in questo momento. "

La chiave è impegnarsi ad aiutare in anticipo. Parte di questo impegno implica essere consapevoli che è estremamente difficile superare queste pressioni per conformarsi, in particolare quando il pericolo per noi o per gli altri è ambiguo.

Sono molto, molto dispiaciuto di aver perso Declan. Offro le mie più sentite condoglianze alla sua famiglia in questo momento di grande dolore per loro.

Riferimenti

1. Darley, JM, & Latane, B. (1968). Quando la gente aiuterà in una crisi? Psicologia Oggi , 2, 54-57, 70-71.

2. Latane, B. (1981.) La psicologia dell'impatto sociale. Psicologo americano, 36 , 343-356.

Solutions Collecting From Web of "Come uno studente di Notre Dame potrebbe morire così senza senso"