Come superare la sindrome del nido vuoto

Ogni agosto, i diplomati lasciano il college e iniziano un nuovo ed eccitante capitolo nelle loro vite. Ma non sono gli unici ad affrontare un nuovo inizio. I genitori lasciati con un nido vuoto devono anche iniziare un nuovo capitolo nelle loro vite. La corretta gestione di questa transizione determinerà se è anche caratterizzata da eccitazione o da una sensazione di perdita prevalente.

Parenting e identità

Le nostre identità sono definite dai vari ruoli che interpretiamo nella vita. Il ruolo più grande e più significativo è che diventa l'aspetto più significativo della nostra identità. Probabilmente, ci sono pochi, se non tutti i ruoli più importanti, più dispendiosi in termini di tempo o più significativi dei genitori. Pertanto, essere genitori è una grande parte delle nostre identità. Definisce chi siamo e cosa facciamo. Quindi, quando il nostro ultimo figlio esce di casa, non è solo il nido a sentirsi vuoto. In effetti, i genitori spesso lottano con un profondo senso di perdita, non solo perché sentono la mancanza del loro bambino, ma perché le loro stesse identità sono state significativamente influenzate.

Perché abbiamo bisogno di ridefinire noi stessi

Il nido vuoto non è l'unica perdita che comporta sfide al nostro senso di identità. Perdere la nostra salute, divorziare e persino andare in pensione sono tutti esempi di perdite che creano lesioni psicologiche di natura simile, poiché implicano la perdita di un ruolo estremamente importante nelle nostre vite. Per "trattare" queste ferite dobbiamo prima fare i conti con il modo in cui le nostre identità sono state influenzate dalla perdita e dai vari modi in cui le nostre vite sono state cambiate da loro.

Psicologicamente parlando, non possiamo semplicemente adattarci a tali perdite abituandoci a loro. Piuttosto, è sempre essenziale sostituire gli aspetti significativi delle nostre vite in un modo o nell'altro quando li perdiamo, anche se la perdita stessa è normativa, come quando si tratta di un nido vuoto. Abbiamo quindi bisogno di identificare possibili nuovi ruoli e interessi da esplorare e dobbiamo considerare quelli esistenti che potremmo essere in grado di espandere.

Strategie per superare la sindrome del nido vuoto

Idealmente, non dovremmo aspettare che nostro figlio lasci la casa per iniziare il nostro processo di adeguamento, poiché prima ci metteremo in atto per affrontare i nostri futuri bisogni, meglio sarà emotivamente. In effetti, la dottoressa Susan Newman, una collega blogger su questo sito, sostiene che iniziamo una tale preparazione quando i nostri figli sono ancora giovani (leggi di più qui), perché farlo gradualmente nel corso degli anni renderà la partenza più facile sia per loro che per noi.

Tuttavia, per coloro che non hanno pianificato in anticipo e devono "stipare", ecco alcune strategie di base da considerare:

1. Fai una lista dei ruoli che hai nella vita. Includi ruoli che richiedono un investimento regolare di tempo ed energia come Moglie o Marito, Sorella o Fratello, Figlia o Figlio, Amico, Neighbor (se fai parte di qualsiasi edificio, quartiere, o associazioni o consigli di comunità), Membro del team sportivo, Animale domestico Proprietario, la tua professione, proprietario o dipendente aziendale e qualsiasi altro ruolo a cui tu possa pensare.

2. Passa attraverso il tuo elenco e indica quali di quei ruoli potresti essere in grado di espandere. Ad esempio, se hai un coniuge o un partner, puoi reinvestire nella relazione, trovare nuovi interessi reciproci e riaccendere la tua storia d'amore. Se non hai un partner, puoi considerare di entrare nel mondo degli appuntamenti. Potresti anche concentrarti sulla tua carriera o diventare più attivo in qualsiasi coinvolgimento della comunità che hai.

3. Crea una lista di nuovi interessi che vorresti esplorare. Cerca i meetup nella tua zona (meetup.com) come luogo in cui entrare in contatto con altri che condividono interessi simili o avviare personalmente un meetup. Se hai problemi con il brainstorming, non preoccuparti. Anni di genitorialità possono far sentire un po '"arrugginito" per quanto riguarda le attività extrascolastiche. Prova a ripensare agli interessi che avevi prima di avere figli e valuta di esplorare quelli da cui iniziare.

4. È meglio essere coinvolti prima che il bambino lasci la casa, ma se è troppo tardi per farlo, cerca di ottenere le cose sul tuo calendario il prima possibile. Siate consapevoli che è naturale provare sensazioni di perdita quindi non aspettatevi di sentirvi "eccitati" di per sé in un primo momento. Tuttavia, essere coinvolti in nuove attività e interessi contribuirà ad accelerare il tuo adattamento emotivo e ridurrà anche parte del vuoto che senti, sia all'interno della tua casa che all'interno di te stesso.

Ascolta le mie esperienze con il cambiamento e la solitudine nel mio TED talk qui:

Per molte altre strategie per il trattamento della perdita, controlla Emotional First Aid: Healing Rejection, Guilt, Failure e Other Everyday Hurts (Plume, 2014) .

Come la pagina Facebook del blog di Squeaky Wheel.

Clicca qui per iscriverti alla mia mailing list e ricevere un regalo esclusivo: Come recuperare dal rifiuto

Seguimi su Twitter @GuyWinch

Copyright 2013 Guy Winch

Immagine teaser per gentile concessione di freedigitalphotos.net

Solutions Collecting From Web of "Come superare la sindrome del nido vuoto"