Come spariamo di nuovo nel piede ancora e ancora

Se a volte ti sembra di commettere gli stessi errori più e più volte, non sei assolutamente solo. Tutti sulla Terra sono in grado di ripetere gli stessi errori ancora e ancora. Tutti possono reagire a un coglione come un coglione. Possiamo tutti cadere in relazioni piene di fredde spalle, noia o alto conflitto. E siamo tutti purtroppo in grado di trasformare il dolore in sofferenza.

Possiamo ripetutamente spararci nel piede per una semplice ragione. Sotto stress, tendiamo a ritirarci verso le abitudini di regolazione delle emozioni formatesi fin da bambina. I nostri processi mentali diventano ossessionati da se stessi ei nostri sentimenti virano verso le montagne russe volatili, se non addirittura in piena regola. È probabile che agiremo in modo impulsivo, con scarsa preveggenza e scarsa capacità di giudizio. Le uniche soluzioni disponibili sembrano "No!" E "Mine!" ("La mia strada!")

Perché ripetiamo gli errori

Il cervello del bambino è dominato dai sentimenti piuttosto che dall'analisi dei fatti. (Se i sentimenti sono negativi, sembrano allarmi.) Non sorprende che le abitudini formate nel cervello Toddler siano attivate dalle sensazioni piuttosto che dall'analisi del contesto condizionale degli errori passati e delle loro conseguenze. Quando ci sentiamo di nuovo in quel modo, per qualsiasi ragione, gli impulsi comportamentali passati diventano più forti, aumentando la probabilità di ripetere l'errore. Probabilmente mangeremo l'intera torta e poi realizzeremo che avremmo dovuto avere un V-8. Faremo un capriccio (o reprimeremo uno) prima di ricordare la risoluzione per prenderci una pausa. Faremo il broncio, criticheremo o svaluteranno gli altri, invece di cercare di migliorare e riparare. Il dominio dei sentimenti (oltre il giudizio, l'analisi, la lungimiranza e la sensibilità ad altre prospettive) è il motivo per cui le diete non funzionano, i tossicodipendenti ricadono, i progetti falliscono, i matrimoni vacillano e Mr. Hyde non riesce a ricordare ciò che il Dr. Jekyll ha imparato con rabbia classe di gestione.

In 30 anni di pratica clinica, praticamente tutti i miei clienti sono venuti da me con abitudini trincerate di ritirarsi dal cervello di Toddler quando le cose si fanno difficili. A differenza della personalità, della genetica e del temperamento, le abitudini sono facilmente modificabili, sebbene il processo di cambiamento sia spesso noioso e ripetitivo. Non posso sottolineare abbastanza forte che una volta che le abitudini si sono formate, non sono cambiate dall'intuizione o dalla comprensione di come hanno iniziato. Possono essere modificati solo stabilendo nuove abitudini.

Il cervello del bambino è ossessionato dal sé, volatile, tutto o niente

I bambini sono incapaci di vedere ogni prospettiva diversa dalla propria. (Prendere in prospettiva – capire come le altre persone vivono il mondo – è un'operazione di ordine superiore del cervello degli adulti.) I bambini piccoli colmano le enormi lacune nella loro conoscenza delle prospettive altrui con l'immaginazione. Ma la loro immaginazione è dominata da come si sentono in questo momento, e come si sentono in questo momento è improbabile che sia come si sono sentiti pochi minuti fa – i sentimenti nel cervello di Toddler sono altamente instabili. Le loro attribuzioni su altre persone tendono a vacillare tra il molto positivo e il molto negativo. Ciò li sottopone a ciò che gli psicologi chiamano "scissione" (la fonte di pensiero di un adulto "tutto o niente"). O sei tutto buono o cattivo; ti amano o ti odiano; pensano il meglio di te o il peggio. Probabilmente conosci gli adulti che ti mettono su un piedistallo quando si sentono bene e ti lanciano come demoni quando si sentono male. Diventano bisognosi o distaccati – si aggrappano o fanno il broncio. Se i loro sentimenti sono ostili, sono inclini ad aggressioni passive e persino alla violenza.

Non ci vuole molta esperienza con un bambino per riconoscere periodi di bisogno e periodi di broncio. Meno ovvio è il comportamento passivo-aggressivo, che è un modo infantile di affermare l'autonomia. Gli studi sui video di bambini piccoli mostrano che fanno cose come far cadere intenzionalmente degli oggetti come un modo per dire "No", facendo intenzionalmente rumore quando i loro genitori sono al telefono, raccontando storie su altri bambini, usando un genitore contro l'altro e facendo finta di ferire – o in realtà ferire se stessi – per ottenere una ricompensa o evitare di rimproverare. Gli adulti nei loro cervelli Toddler cercano di sentirsi più autonomi moralizzando, predicando, facendo conferenze, psicoanalizzando, agendo come martiri o svalutando e svilendo gli altri. E poi, c'è violenza.

Solo per le risate, prendi il seguente quiz basato sulla violenza, in cui identifica il membro della famiglia a cui la domanda o la dichiarazione si riferisce molto probabilmente.

1. Chi sono le persone più violente nella stragrande maggioranza delle famiglie? _____

2. Questo membro della famiglia usa spesso la rabbia come difesa. ___

3. Se questo membro della famiglia non ottiene il suo modo, la violenza è probabile. ___

4. Se ferito o offeso, questo membro della famiglia vuole colpire o lanciare qualcosa. ___

Hai indovinato che la risposta corretta per ogni domanda non è "padre" o "madre", ma un bambino sotto i tre anni? Il trucco del quiz è nella parola "violenza", che ci fa pensare al danno. I bambini piccoli fanno poco o nessun danno con la loro violenza – ti colpiranno con un fazzoletto o picchiano i loro piedi, urlano o agitano l'aria – quindi tendiamo a non pensare al loro comportamento come violento, sebbene lo sia. Il punto è che la rabbia e la violenza aggressive (quando non proteggono la vita, gli arti o altre persone) non sono adulte; è infantile Viene dal cervello Toddler e deve essere regolato dal cervello Adulto.

Salire sopra

Solutions Collecting From Web of "Come spariamo di nuovo nel piede ancora e ancora"