Come scegliamo i partner romantici e come possiamo farlo meglio

Un aspetto importante della scelta di un partner romantico è il peso che diamo alle qualità negative (negative) e positive (positive). Sebbene tendiamo a concentrarci maggiormente sulle cattive qualità del partner nella fase di scelta di un partner, sembra che nel lungo periodo le qualità positive diventino più importanti e alla fine superino quelle negative.

Rilevare qualità negative è più prezioso

"Alcune persone pensano che avere grandi seni rendano una donna stupida. In realtà, è proprio l'opposto: una donna con un seno grande rende gli uomini stupidi. " -Rita Rudner

Il maggior potere degli eventi negativi rispetto a quelli positivi, noto anche come "il pregiudizio negativo", si trova in tutti i principali reami della vita, comprese le relazioni strette. Le emozioni negative, i genitori cattivi e il feedback negativo hanno un impatto maggiore di quelli buoni e le informazioni errate vengono elaborate in modo più approfondito che positivo. Di conseguenza, siamo più motivati ​​ad evitare i brutti eventi che a perseguire quelli buoni (Baumeister et al., 2001).

Rilevare eventi negativi ha un maggiore valore evolutivo, poiché non riuscire a farlo è più significativo di non riuscire a notare eventi positivi: nel primo caso potremmo essere uccisi, mentre nel secondo caso potremmo semplicemente perdere un'opportunità per migliorare la nostra situazione. Di conseguenza, le emozioni negative sono più differenziate rispetto alle emozioni positive: abbiamo più parole per descrivere esperienze emozionali negative rispetto a quelle positive. Allo stesso modo, la quantità e la durata della ruminazione provocata da eventi negativi sono di solito molto maggiori. Non c'è da meravigliarsi se le persone tendono a ricordare esperienze negative più prontamente di quelle positive (Baumeister et al., 2001).

Rilevare le qualità negative nel regno romantico

Perché Adamo ed Eva hanno un matrimonio perfetto? Non doveva sapere di tutti gli uomini che avrebbe potuto sposare, e non aveva bisogno di sapere come cucinava sua madre. -Sconosciuto

Anche rilevare le qualità negative è più importante nel regno romantico? Sembra essere. Le qualità negative possono uccidere una relazione e, in casi estremi, possono effettivamente uccidere un partner. D'altra parte, le persone possono abituarsi alla mancanza di qualità positive. Mentre il pregiudizio della negatività è un fenomeno universale spesso spiegato in termini evolutivi di sopravvivenza, nel regno di trovare un partner romantico, il pregiudizio è più forte tra le donne – un cattivo compagno può rivelarsi più dannoso per una donna che per un uomo (Saad & Gill , 2014).

Poiché nessuno è perfetto, può essere spesso più facile rilevare una qualità negativa in qualcun altro che in uno positivo. Ma se rifiutiamo tutti quelli che hanno qualche difetto, potremmo rimanere single per il resto della nostra vita o finire per sposare una persona che ha meno qualità positive di qualcuno che abbiamo incontrato all'inizio della nostra ricerca. Una ricerca di qualità negative può portarci a perdere qualità positive. Anche se il pregiudizio negativo esiste, dovremmo fare attenzione a non ignorare le qualità positive, anche se accordiamo loro un peso inferiore.

Esaminiamo il ruolo del pregiudizio negativo in tre metodi comuni di ricerca di un partner romantico:

1. Controllo della tua lista

George: le belle donne sono invisibili

David: invisibile? Che diavolo significa? Invisibile? Loro saltano fuori da te. Una bella donna, lei si distingue. Lei si distingue. Non puoi mancarla.

George: Ma in realtà non vediamo mai la persona. Vediamo la bellissima conchiglia. Siamo bloccati dalla barriera di bellezza. Sì, siamo così abbagliati dall'esterno che non ce la facciamo mai. -dal film, Elegy

Stabilire una checklist delle qualità desiderate per un partner è una pratica comune, ma presenta due difetti principali: in genere non implica una gerarchia valutativa che conferisca a ciascuna qualità negativa o positiva un peso diverso; e non dà un peso significativo alla connessione tra i due.

La nostra lista di qualità desiderate è spesso piuttosto lunga e potremmo semplicemente verificare la presenza o l'assenza di ciascuna di esse, un metodo semplicistico e meccanicistico che non presta attenzione al significato relativo e all'entità di ciascuna qualità. Puoi dare all'altezza lo stesso significato della gentilezza. Inoltre, ci sono maggiori e minori gradi di altezza e gentilezza, che non si esprimono quando si toglie la semplice presenza o assenza. L'atteggiamento della lista di controllo riduce il potenziale partner per essere una macchina molto semplicistica senza gerarchia interna. È ovvio che a un colore dei capelli non attraente (a livello di soggetto) non può essere attribuito lo stesso peso di uno scortese. Mettere tutte le qualità casualmente nello stesso paniere diminuisce considerevolmente il valore di una ricerca così romantica.

Un altro problema con la ricerca nella lista di controllo riguarda il rapporto ottimale tra le qualità positive e negative. Nel suo eccellente libro, Marry Him, Il caso di accomodarsi per Mr. Good Enough , Lori Gottlieb (2010) cita molte donne single che affermano che anche se l'80% delle qualità desiderate sono presenti, vale a dire, 1 qualità negativa per 4 qualità positive -che non è sufficiente per scegliere questa persona come partner. Sorprendentemente, vari studi condotti da John Gottman (1994) mostrano che questa valutazione è fondamentalmente realistica. Gottman ha proposto che, affinché una relazione abbia successo, le interazioni positive e positive devono superare quelle negative e quelle negative di almeno cinque a uno. Se il rapporto scende al di sotto di questo, è probabile che la relazione fallisca e si interrompa (Baumeister et al., 2001). Questo alto rapporto esprime la mentalità di "Prendi la mia strada o prendi l'autostrada".

A questo proposito Gerd Gigerenzer (2007) critica il parere di Benjamin Franklin sulla ricerca di un partner adatto. Franklin suggerì a suo nipote che nelle decisioni importanti della sua vita, come trovare una moglie, avrebbe dovuto procedere come un contabile, elencare tutti i pro ei contro e poi decidere, dopo aver valutato tutto per due o tre giorni. Gigerenzer ha mostrato che le versioni computerizzate del metodo di contabilità razionale di Franklin – un programma che pesava 18 diversi segnali – si sono rivelate meno accurate rispetto alla regola empirica di "avere una buona ragione e ignorare il resto delle informazioni".

Il secondo difetto principale della lista di controllo per cercare il partner perfetto è che tale ricerca di solito si concentra sulle caratteristiche di una persona perfetta. Quindi, non tiene conto della connessione tra l'aspirante coppia.

Nel romanzo di Graeme Simsion, The Rosie Project (2013), Don Tillman, professore universitario in cerca di moglie, prepara una lista dettagliata delle caratteristiche che desidera nella donna perfetta, come l'intelligenza, un buon cuoco, sempre puntuale, un non fumatore, un non bevitore, con un alto livello di forma fisica. Egli esclude molte donne fino a quando incontra Rosie, un barista che fuma, beve e non soddisfa la maggior parte dei suoi criteri. Insieme cercano il padre biologico di Rosie e nel processo Don si innamora di Rosie. Non sono le sue caratteristiche individuali a generare il suo amore. È l'armonia che prova con lei che ha fatto la differenza. Quindi, l'armonia perfetta non è una precondizione per l'amore, sebbene l'amore possa aiutare ad accrescere l'armonia. Quindi, di solito non critichiamo un uomo che ama profondamente una certa donna solo perché pensiamo che avrebbe potuto fare meglio.

La natura della connessione tra i due amanti è cruciale per la continuazione della relazione e per la sua alta qualità. Questo non può essere calcolato semplicemente rilevando meccanicamente le qualità negative e positive separate.

2. Rilevazione di difetti importanti

"L'arte di essere saggi è l'arte di sapere cosa trascurare." -William James

Rispetto al metodo della lista di controllo, il metodo per individuare i principali difetti è più sofisticato e realistico. Assume la presenza di difetti in ognuno di noi, e quindi si concentra solo sui principali difetti. C'è anche il presupposto che, mentre uno può imparare a convivere con difetti minori, i principali difetti rappresentano un grave pericolo per una profonda relazione d'amore a lungo termine.

Lori Gottlieb (2010) racconta la storia di Madathil, un ricercatore di origine indiana negli Stati Uniti, i cui genitori hanno organizzato il suo matrimonio. Quando incontrò il suo futuro marito, non c'era nessuna scintilla. Anche se Madathil avrebbe potuto incontrare tutti gli uomini che voleva fino a quando non avesse trovato la partita giusta, decise comunque di sposarlo. La sua ragione era che "non c'era nulla di sbagliato in lui". Ora sono completamente innamorati l'uno dell'altra.

La ricerca di Madathil si concentra anche sulla rilevazione di qualità negative, ma ha una gerarchia di valori che esclude un conteggio meccanicistico del solo numero di qualità negative. La ricerca qui intende determinare se la persona è "innocua" e questo diventa una ragione significativa per dare alla persona ulteriori possibilità.

Quando si utilizza questo metodo di ricerca di un partner, non è che l'aspetto esteriore non abbia importanza; piuttosto, non è la qualità più importante in una relazione a lungo termine. Così, Madathil disse: "Le apparenze fisiche sono importanti – ho pensato, sì, sembra carino. Ma non doveva essere meraviglioso "(Gottlieb, 2010: 245-8). Infatti, McNulty e colleghi (2008) hanno rilevato che, in contrasto con gli effetti quasi universalmente positivi di un aumento dei livelli di attrattiva sulle nuove relazioni, non c'è quasi nessuna associazione significativa tra i livelli di attrattiva e la successiva qualità dei matrimoni.

Concentrarsi sui principali difetti sembra essere una decisione saggia, ma implica una ricerca più complessa, poiché rilevare le qualità profonde, come la gentilezza, è più difficile che rilevare qualità superficiali, come l'aspetto esteriore. Rilevare qualità negative profonde richiede a volte una conoscenza più lunga. Gli stand di una notte, o anche quelli di una settimana, hanno spesso un valore minimo o addirittura negativo nel rilevare le cattive qualità.

Non vi è dubbio che rilevare l'incompatibilità nello spirito di "non c'è nulla di sbagliato in lui" è prezioso, ma in molti casi sembra insufficiente.

3. Tirando fuori il meglio di te

"Devi accentuare il positivo / Eliminare il negativo / E agganciare all'affermativo / Non scherzare con Mister In-Between." -Johnny Mercer

Ho indicato che la rilevazione di qualità negative è più preziosa del rilevamento di qualità positive, ma ciò non significa che rilevare qualità positive non abbia alcun valore. Nel determinare la connessione amorosa tra i due, le qualità positive profonde sono di grande importanza, specialmente a lungo termine. Una qualità positiva che è particolarmente utile per mantenere e migliorare la connessione è se i potenziali partner sono in grado di far emergere il meglio l'uno nell'altro.

La ricerca ha dimostrato che quando un partner romantico vicino ti vede e si comporta nei tuoi confronti in un modo che è congruente con il tuo sé ideale, ti avvicini al tuo sé ideale. Questo è stato definito il "fenomeno Michelangelo". Proprio come Michelangelo ha rilasciato la forma ideale nascosta nel marmo, i nostri partner romantici servono a "scolpirci" alla luce del nostro sé ideale. I partner stretti si scolpiscono a vicenda in un modo che avvicina ciascun individuo al proprio sé ideale, facendo emergere il meglio in ogni partner. In tali relazioni, la crescita personale e la crescita sono evidenti e sono generalmente dimostrate in affermazioni come: "Sono una persona migliore quando sono con lei" (Drigotas 2002).

Rilevare qualità positive profonde che sono preziose per la relazione a lungo termine è complessa, in parte perché sono rivelate più chiaramente attraverso attività condivise che si svolgono nel tempo. Poiché all'inizio di una relazione, non abbiamo tutte le informazioni rilevanti relative a queste qualità positive profonde, il tentativo di prevedere il comportamento futuro del partner calcolando le qualità nel metodo della lista di controllo è inefficace. Invece dovremmo fare quello che fanno gli esperti: usare regole empiriche (euristica, regole del buon senso) che aumentano la probabilità di risolvere problemi senza un pensiero intenzionale, che non può essere usato quando mancano informazioni rilevanti. A differenza del pensiero intenzionale, che esamina tutti i pro e i contro di ogni alternativa, Gerd Gigerenzer (2007) afferma che una regola empirica "cerca di colpire le informazioni più importanti e ignora il resto". Una di queste regole è "prendine una buona ragione e ignorare il resto delle informazioni. "

Qui la decisione viene presa assumendo una gerarchia di valori e concentrandosi su quelli significativi, che si tratti di una qualità positiva o negativa. Se ti rendi conto che il tuo potenziale partner è in grado di tirar fuori il meglio di te, hai una buona ragione per scegliere questa persona come compagna di vita.

Conclusione

Molti metodi prevalenti di scelta di un partner romantico mirano innanzitutto a rilevare le qualità negative: il metodo della checklist si concentra su qualità negative superficiali, mentre il tentativo di identificare i principali difetti offre risultati più profondi. Un terzo approccio, discernendo se un partner tirerà fuori il meglio di te , si concentra sulle tue interazioni e aiuta a prevedere tratti positivi significativi nella relazione. Oggi il peso maggiore viene comunemente attribuito al primo metodo, quindi al secondo e al terzo. L'ordine dovrebbe essere invertito, senza trascurare alcuna informazione acquisita in ciascun metodo.

Riferimenti

Baumeister, RF, Bratslavsky, E., Finkenauer, C., e Vohs, KD (2001). Il male è più forte del bene. Revisione di Psicologia generale , 5 , 323-370.

Drigotas, SM (2002). Il fenomeno di Michelangelo e il benessere personale. Journal of Personality , 70 , 59-77.

Gigerenzer, G. (2007). Sentimenti istintivi: l'intelligenza dell'inconscio . New York: Viking.

Gottlieb, L. (2010). Sposalo, il caso di accontentarsi di Mr. Good Enough . New York: New American Library.

McNulty, JK, Neff, LA, Karney, BR (2008). Oltre l'attrazione iniziale: attrattiva fisica nel matrimonio appena sposata. Journal of Family Psychology , 22 , 135-143.

Saad, G. & Gill, T. (2014). L'effetto di framing quando si valutano i potenziali compagni: una prospettiva adattazionista. Evoluzione e comportamento umano , 35 , 184-192.

Simsion, G. (2013). Il progetto Rosie . New York: Simon & Schuster.

Immagine: Dreamstime

Solutions Collecting From Web of "Come scegliamo i partner romantici e come possiamo farlo meglio"