Come riflettere sulle nostre possibilita ‘può frenare l’acquisto di impulsi

Fornisce un modo di mentalmente “fare la spesa nell’armadio” e reprime il desiderio di acquistare.

“Gli sprechi volontari fanno desiderare disperatamente.” – Mrs. Gaskell, Wives and Daughters, 1866.

Un tema coerente di questo blog è discutere i modi per acquistare, acquistare e consumare con prudenza e trarre il massimo piacere da queste attività. Sfortunatamente, la maggior parte di noi possiede troppi possedimenti per godere pienamente o usare. Eppure continuiamo ad aggiungere al nostro negozio di oggetti in modi grandi e piccoli. Invece di aumentare il divertimento, i nostri beni ci sommergono e il nostro piacere totale si riduce.

Row of Shoes by Duong Tran Quoc Unsplash Licensed Under CC BY 2.0

Fonte: Row of Shoes di Duong Tran Quoc Unsplash Con licenza CC BY 2.0

Prendi il caso delle scarpe. Gli uomini americani possiedono una media di 11 coppie e le donne americane possiedono 13 coppie. La loro collezione di scarpe equivale a due settimane e mezzo di reddito per l’americano medio. Eppure, le persone usano solo circa tre paia regolarmente e possiedono diverse scarpe che non hanno mai indossato.

L’aforisma del ventesimo secolo, “usalo, logora, falla o non fa”, sembra ridicolo e ingenuo alla luce di un’attività commerciale così eccessiva. Difficilmente usiamo o indossiamo le nostre cose, e invece di fare o non fare, continuiamo ad acquistarne di nuove.

Possiamo trasformare questa nave in giro, per così dire? In questo post, voglio scrivere di un risultato interessante tratto da un documento di ricerca che ho coautore con due dottorandi della Rice University, Jihye Jung e Nivriti Chowdhri, che suggerisce un metodo promettente. Nella ricerca, abbiamo studiato l’utilità di una visualizzazione che chiamiamo “riflessione” per ridurre gli stimoli dello shopping delle persone. Può essere usato “just in time” – proprio quando si ha voglia di comprare qualcosa.

Riflessione significa pensare profondamente e ricordare in dettaglio come hai usato qualcuno dei tuoi beni di recente. Nella nostra ricerca, abbiamo trovato che aiuta se il possesso riflesso è qualcosa di funzionale, come un attrezzo da cucina, un tosaerba o un orologio da polso. Ecco le istruzioni di uno dei nostri studi che ha incluso 165 partecipanti:

“In questo esercizio, il tuo compito è descrivere la tua recente esperienza con un prodotto. In particolare, vorremmo che pensassi a qualsiasi prodotto che hai acquistato, che attualmente possiedi e che hai usato di recente.

Passaggio 1: prenditi un minuto e pensa a un prodotto che hai acquistato, che attualmente possiedi e che hai utilizzato di recente.

Passaggio 2: in alcune frasi, descrivi dettagliatamente questo prodotto.

Passaggio 3: ora vogliamo che descriva come hai usato il prodotto nell’ultima occasione. Nello spazio fornito di seguito, spiega QUANDO, DOVE, COME e QUANTO TEMPO hai usato questo prodotto. Descrivi la tua esperienza con il prodotto nel modo più dettagliato possibile e per favore spendi almeno DUE MINUTI in questo compito. ”

E qui ci sono due esempi delle riflessioni dei nostri partecipanti per darti un’idea migliore dell’esercizio:

Shoe Wardrobe by Jakob Owens Unsplash Licensed Under CC BY 2.0

Fonte: Shoe Wardrobe di Jakob Owens Unsplash Licensed Under CC BY 2.0

  • “Ho un paio di scarpe da corsa Nike leggere che ho usato stamattina. Li ho comprati circa un anno fa per circa $ 80. Il motivo per cui li ho comprati è perché mio fratello ha la stessa coppia che ho provato e mi è davvero piaciuto così ho comprato il mio. Li ho usati stamattina per andare a correre. Sono andato a correre per il quartiere per mezz’ora. Mi piacciono molto queste scarpe perché sono molto leggere e respirano facilmente. Li uso per andare su piste. A volte li uso al lavoro poiché faccio molte camminate e sono così a mio agio. “(25 anni, maschio).
  • “Ho appena acquistato un Kindle Fire. È nero. Posso leggere libri e accedere a Internet. Apre un mondo di novità per me. Ho letto un libro a letto e ho controllato il meteo stamattina prima di alzarmi. Ho trascorso circa 45 minuti. Ho anche scaricato diverse app. Mi stavo sdraiando e la facilità di utilizzo di Kindle mi ha permesso di leggere comodamente senza rumore per svegliare il mio partner. “(Femmina di 29 anni).

Lo studio aveva altre due condizioni. Uno era una condizione di controllo in cui i partecipanti non facevano nulla. Nell’altra condizione, hanno formato un piano per usare un possesso che non avevano usato di recente, che è una situazione comune a molti di noi perché abbiamo così tante cose che non abbiamo usato di recente.

Dopo questa manipolazione sperimentale, ai partecipanti allo studio è stata data una serie di cinque prodotti. Questi erano un maglione di cashmere, un orologio in acciaio inossidabile, una caffettiera, una sedia e una scatola di cioccolatini Godiva. Per ogni articolo, i partecipanti hanno indicato quanto erano disposti a pagare (WTP) per questo. Abbiamo calcolato un indice WTP per ogni partecipante, standardizzando il WTP di ciascun articolo e aggiungendo i valori.

Reflection study results/ Graphic by Utpal Dholakia

Fonte: risultati dello studio di riflessione / grafica di Utpal Dholakia

Come mostra la figura, coloro che avevano riflettuto sull’utilizzo del loro possesso di recente avevano una disponibilità molto più bassa a pagare per un paniere di prodotti rispetto al controllo o alle condizioni del piano. Per darti un’idea dei numeri effettivi, il totale WTP per i cinque articoli di coloro che hanno rispecchiato è stato di $ 227, rispetto ai $ 265 per il gruppo di controllo e $ 281 per il gruppo di pianificazione. In altre parole, la riflessione sui beni usati di recente riduceva la disponibilità a pagare di nuovi articoli di circa il 14% rispetto alla condizione di controllo.

La riflessione è come una visione mentale di “shopping the closet” e un modo utile per soffocare la voglia di comprare cose nuove. Perché questo effetto si verifica? Questo sarà l’argomento di un futuro post sul blog.