Come ricordi, come decidi: Memoria parte III

Ok, negli ultimi due giorni abbiamo visto che i nostri ricordi sono malleabili. Possiamo facilmente essere fatti per ricordare male, e facilmente essere fatti per adottare ricordi di cose che non sono mai accadute. Ma cosa succede davvero nel nostro cervello mentre codifichiamo cattive informazioni? Possiamo vedere la disinformazione prendere piede?

I ricercatori Yoko Okado e Craig Stark possono.

Mostrarono diapositive di soggetti (informazioni corrette) e mostrarono loro un'altra serie di diapositive con dettagli modificati (informazioni errate).

Il nostro ippocampo stimola la memoria. Okado e Stark osservavano gli ippocampi dei soggetti mentre i soggetti valutavano le due diapositive e, in verità, l'informazione che illuminava maggiormente l'ippocampo è l'informazione che i soggetti ricordavano.

Successivamente (ecco la parte interessante), Okado e Stark hanno monitorato la corteccia prefrontale, che è responsabile dell'aggiunta di "tag sorgenti" alle informazioni memorizzate nelle nostre memorie. Non importa se i soggetti hanno ricordato informazioni corrette o errate, se il codice sorgente del PFC era più forte nella diapositiva originale, i soggetti pensavano che le loro informazioni provenissero da questa diapositiva.

Così nasce un falso ricordo: l'ippocampo ricorda l'informazione sbagliata e la corteccia prefrontale crede che provenga dalla scena originale.

Ecco un piccolo esperimento di memoria. Per prima cosa chiudi l'occhio destro e guarda l'immagine del mio nuovo libro (a sinistra). E ora chiudi l'occhio sinistro e guarda l'immagine di persone attraenti che si baciano sulla destra. Ora, più velocemente che puoi, chiudi gli occhi per alternare le due immagini. Ripeti per almeno 15 secondi. Ti senti stranamente costretto ad acquistare Brain Candy ?

Brain Candy by Garth Sundem