Come lo prendi fa il veleno, anche

Ho pubblicato di recente su quanto sia tossica una sostanza potenzialmente pericolosa in realtà può dipendere da quanto siete esposti alla sua dose. Un altro esempio è stato nelle notizie, ma con una svolta: lo zinco. Per non dire un minimo di fanfara, è stato annunciato che una nuova revisione di una serie di studi precedenti ha rilevato che gli integratori di zinco potrebbero effettivamente ridurre la durata del comune raffreddore. (Http://query.nytimes.com/gst/fullpage.html?res=9903EED8133DF935A25751C0A…)
Francamente, non sono un grande richiamo di zinco. Nel mio ultimo post, citando il vecchio adagio "La dose fa il veleno", ho indicato che la fonte di questo saggio consiglio era il medico Paracelso. Attivo mezzo millennio fa, Paracelso ha lavorato all'inizio della sua carriera come medico di città mineraria. Ironia della sorte, egli è quindi accreditato con il primo rapporto scientifico di zinco come un nuovo tipo di metallo.
Il mio primo post in questo blog (luglio 2009) era sul legame tra lo zinco nei prodotti da banco applicati al naso e il potenziale per la perdita profonda della capacità di annusare. Il prodotto (gluconato di zinco) era destinato a combattere il comune raffreddore, sebbene questo trattamento fosse essenzialmente la reintroduzione di un polio preventivo (solfato di zinco) fallito a partire dagli anni '30 (fallito in parte a causa di tossicità sensoriale simile). Meno di un anno dopo (aprile 2010), sono tornato al tema dello zinco, riferendo su un altro scenario di esposizione, non come un farmaco deliberato, ma inavvertitamente ingerito attraverso l'uso di adesivi per protesi a base di ossido di zinco. Questa forma e via di zinco ha portato a una grave carenza di rame legata a un grave danno neurologico.
Alcuni anni fa ho condotto personalmente una serie di indagini per esaminare il meccanismo alla base di una condizione chiamata "febbre da fumi metallici". Quasi tutti i saldatori che hanno mai lavorato con l'acciaio galvanizzato possono dirti cos'è: una malattia simile all'influenza che si presenta in diversi ore dopo l'inalazione dei fumi carichi di ossido di zinco. La saldatura o il taglio con cannello di metallo zincato (cioè zincato) causa questa condizione. Fortunatamente, la febbre da fumi di metallo è come un insetto di 24 ore. Si manifesta rapidamente, portando febbre, brividi e dolori, ma anche velocemente. Ma ci sono anche altre forme di inalazione di zinco che non sono così benigne, in particolare le bombe fumogene che rilasciano una pesante nube di particelle di cloruro di zinco, causando danni polmonari potenzialmente letali. Questo può essere un rischio particolare per la polizia e le reclute militari in esercizi di addestramento andati male.
Quindi, lo zinco preso dal naso, attraverso il contatto adesivo dentale o inalato può causare problemi per ogni via. Il nuovo rapporto non ha esaminato quegli scenari. Pubblicato dalla "Cochrane Collaboration", un'organizzazione ombrello dedicata alle revisioni sistematiche dei rapporti scientifici pubblicati sugli effetti dei farmaci, l'analisi dello zinco per il comune raffreddore ha perlustrato tutti gli studi sull'argomento che poteva trovare (http: //onlinelibrary.wiley .com / o / Cochrane / clsysrev / articoli / CD001364 / Fra …). Si è limitato alle migliori prove disponibili che potrebbero consentire la messa in comune dei risultati al fine di valutare al meglio la probabilità che l'effetto riportato fosse effettivamente valido. C'erano solo tre risultati per i quali la prova scientifica era classificata anche di qualità moderata: 6 studi di durata fredda con e senza zinco; 5 studi sulla gravità del sintomo freddo; e 5 studi sugli effetti collaterali negativi, come la nausea. Sebbene l'assunzione di zinco sia stata associata ad un aumento del 59% degli effetti collaterali negativi rispetto al placebo, perché c'era una possibilità di 6 su 100 che ciò potesse essere dovuto al caso (al contrario di un limite di 5 su 100 generalmente utilizzato), questa scoperta sembra essersi persa nello shuffle. Inoltre, riferire sulla riduzione del comune raffreddore è più interessante, almeno se non si fa caso al fatto che la stima migliore dell'entità dell'effetto è appena inferiore a un giorno. Una trappola per topi di zinco leggermente migliore.
Per non dare l'imprecisione di essere una specie di zinco-phobe zelante, riconosco che gli unguenti per la pelle contenenti ossido di zinco, ad esempio, sono stati a lungo usati, sembrano essere piuttosto privi di tossicità e potrebbero essere di beneficio. In termini di assunzione per bocca, tuttavia, la discrezione può essere la parte migliore del valore, soprattutto se si sta prendendo in considerazione l'autosomministrazione a lungo termine (per la prevenzione del freddo, per Cochrane, 2 studi di bassa qualità). Per quanto riguarda lo zinco da prendere, il rapporto Cochrane ha riconosciuto che "è difficile formulare raccomandazioni rigide sulla dose". Ne ho uno: non esagerare.

Solutions Collecting From Web of "Come lo prendi fa il veleno, anche"