Come le società moderne violano lo sviluppo umano

Il mondo moderno si sta trasformando in un luogo patologico stabilendo come "normali" varie pratiche che violano i bisogni umani fondamentali. Ciò porta allo sviluppo di creature subottimali che, volenti o nolenti, distruggono il loro habitat (sì, noi!). Vi presento una breve lista di violazioni (ce ne sono molte altre). (Nota: utilizzo il 99 percento della storia del genere umano come base di riferimento, per ulteriori informazioni sulle ipotesi riportate di seguito).

1. Trauma precoce

Le culture dominanti degli ultimi secoli tendono a indurre precoce dolore e trauma sui loro giovani, modellando il cervello lontano da fiducia, compassione e ricettività, che sono altrimenti la nostra eredità umana per andare d'accordo con il mondo naturale. ( Vedi di più su come i bambini vengono danneggiati qui, qui e qui. )

Un trauma precoce porta ad un torpore emotivo e ad un "me-ismo" rettiliano denso che enfatizza "facendolo a modo mio" spietatamente, con un'incapacità o una resistenza ad agire con gli altri in mente, compresi quelli nel mondo naturale (vedi Narvaez, 2014). I popoli indigeni delle Americhe hanno spesso commentato la morte del cuore nei coloni europei che hanno preso il potere e devastato la terra. Molti di noi sono i loro discendenti.

2. Isolamento a partire presto e in corso

Sappiamo scientificamente da oltre 60 anni che l' isolamento fisico forzato (nessun contatto) ha effetti negativi a lungo termine sui mammiferi (inclusi anche gli umani) (Harlow, 1958, Spitz, 1945). Anche la separazione dalla madre subito dopo la nascita può avere effetti a lungo termine. Tuttavia, l'isolamento fisico viene regolarmente esercitato sui bambini (con box, culle, seggiolini di plastica) e bambini piccoli (time out, dormire da soli), durante i primi anni critici per lo sviluppo sociale.

L'isolamento si riferisce anche all'isolamento emotivo . I genitori che sono stati maltrattati possono non sapere come essere emotivamente presenti ai loro figli (Perry). I bambini si sentiranno profondamente soli se non si collegano e comunicano sentimenti e pensieri con un altro essere umano. Il bambino crescerà fino a essere morto dentro come il genitore.

Nel nostro contesto evoluto, l'isolamento / espulsione dal gruppo era l'ultima risorsa per un individuo pericoloso che diventava impermeabile alla giustizia riparativa, alla ragione e al cambiamento di comportamento (Fry, 2006). Espulsione / isolamento potrebbe significare morte certa. Quando accade psicologicamente o emotivamente, l'isolamento uccide lo spirito.

L'isolamento include l'isolamento tra madre e figlio. I bambini e le mamme non sono destinati a passare la vita a prescindere dagli altri. Sono destinati ad essere circondati da membri della comunità che aiutano a crescere il bambino e sostenere la madre. Le madri che non sono supportate sono meno sensibili ai loro figli (Hrdy, 2009). Essere genitori in condizioni di sostegno alla comunità è un'attività piacevole, ben lontana dall'esperienza di molti genitori oggi. L'isolamento delle coppie madre-figlio è una potenziale fonte di depressione sia nella madre che nel bambino.

I raggruppamenti della stessa età sono una forma di isolamento. Il raggruppamento di età mista è normale nel contesto di cacciatori-raccoglitori a banda piccola in cui ci siamo evoluti. Il gruppo di età mista supporta le interazioni cooperative. I bambini più piccoli amano imparare dai più grandi e l'amore più vecchio da insegnare ai più giovani. Questa è una "pedagogia naturale" (Gray, 2013; commento di Barry Hewlett al simposio). La mancanza di un'esperienza di gruppo ad ampio spettro e di età mista ostacola lo sviluppo di capacità di cooperazione che gli umani altrimenti apprendono in gruppi di comunità.

Quando isoliamo i bambini in gruppi della stessa età, non hanno molto da imparare l'uno dall'altro e quindi imparano a competere. Il gruppo della stessa età aumenta anche l'assunzione di rischi negli adolescenti che frequentano solo altri adolescenti. Gli adolescenti stanno ancora sviluppando sistemi di autocontrollo e hanno bisogno di persone più anziane, più saggi, per calmarsi e dirigere la loro energica energia piuttosto che sollevarla (proprio come fanno gli elefanti adolescenti maschi! Bradshaw & Schore, 2007, vedi qui).

Isolamento basato sul sesso In contesti di cacciatori di cacciatori complessi (non il 99%), separare i sessi potrebbe essere usato a breve termine per costruire testosterone nei maschi per un gruppo di incursioni (l'enfasi sul toccare le parti ma non danneggiare il nemico era un segno di coraggio). (Vedi qui per informazioni su come tenere i bambini abbassa il testosterone – una normale attività quotidiana nel nostro 99%).

L'isolamento può anche potenziare le donne durante il parto o le mestruazioni. Ma l'isolamento a lungo termine può gettare via la vita sociale. Pensa a cosa succede nelle case di fraternità. Questo non è "normale" in senso evolutivo, dove i maschi più anziani sarebbero in giro per guidare l'energia maschile giovane in modo che non diventi distruttivo.

La scuola come forma di isolamento . I bambini e gli esseri umani in generale sono progettati per imparare facilmente (senza sforzo) dalle loro esperienze nel mondo reale. La scuola è un mondo artificiale che premia coloro che riescono a sopportarlo e quelli che eccellono nel distaccarsi dalla vita reale per memorizzare la conoscenza per lo più inerte. Scolarizzare significa in gran parte allenare la mente esplicita in una conoscenza inerte (fatti) e addestrare la mente implicita ad essere obbedienti a un sistema di ricompensa (curriculum nascosto). Questa non è realmente "intelligenza", tranne che i moderni nel 20 ° secolo hanno deciso che è (Flynn, 2007). Invece, tali capacità possono essere una forma di follia perché non hanno molto a che fare con il vivere bene o prosperare (parlando come un professore che ha imparato a fare queste cose). Questo tipo di pensiero distaccato (senza cuore) è la fonte di molta distruzione ambientale dato che coloro che creano prodotti e innovazioni di solito non effettuano una contabilità a costo pieno dei loro effetti.

L'indoorismo è una forma di isolamento. Gli adulti negli Stati Uniti in genere tengono i bambini all'interno delle mura in questi giorni, a differenza delle generazioni precedenti che hanno permesso ai loro figli di trascorrere ore senza sorveglianza al di fuori. Ogni animale impara il suo vicinato e si integra con esso, ad eccezione degli esseri umani moderni che normalmente trascorrono meno di 24 ore all'anno. (Vedi di più qui.)

Siamo così abituati all'isolamento che non pensiamo di sederci in auto o in auto da sole per ore. Certo, abbiamo i media per farci compagnia. In effetti, la televisione e altri media potrebbero indurci a pensare che non siamo socialmente soli. E, nel corso delle generazioni, man mano che siamo meno socialmente abili dalle nostre esperienze di ampio isolamento, i media elettronici e i social media ci permettono l'illusione di socializzare senza la necessità che le abilità funzionino in un mondo sociale reale. Per funzionare in un mondo sociale reale, hai bisogno di molte abilità percettive, espressive e ricettive sottili. Ma il modo in cui trattiamo i bambini, i bambini e gli adolescenti mina lo sviluppo di queste abilità. E tutti noi soffriamo di un'abbondanza di solitudine come risultato (Cacioppo e Patrick, 2008).

NOTA: L'isolamento non si riferisce a una persona che si allontana a volontà, lontano da altri umani – questa era una parte normale dell'autonomia umana, un'esigenza intrinseca. Ma in realtà, un umano che è lontano dagli umani non è davvero solo, siamo sempre circondati da altre forme di vita.

3. Coercizione

I cacciatori-raccoglitori di piccole band trascorrono la maggior parte della loro vita in un piacevole svago sociale e persino fanno di caccia e raccolgono situazioni di gioia sociale (Ingold, 1999; Liedloff, 1983). Le relazioni sono ferocemente egualitarie e persino i bambini non sono controllati.

Invece di godersi la vita attraverso lo svago sociale e il sentimento di comunità, negli Stati Uniti siamo arrivati ​​a credere che il lavoro sia l'unica attività veramente utile. E così i bambini sono cresciuti attorno agli orari di lavoro dei genitori. Alcune mamme non si sentono nemmeno abbastanza rilassate per allattare i loro neonati perché si aspettano di tornare al lavoro entro poche settimane. I genitori distratti dal lavoro che vivono da soli con un bambino non saranno in grado di soddisfare tutti i suoi bisogni, e un bambino che non ottiene ciò di cui ha bisogno si trasforma in un adulto insicuro.

Quando l'educazione dei figli è costretta a entrare in una ideologia come il lavoro e la realizzazione, spesso richiede "rompere lo spirito" del bambino. I bambini non saranno asserviti a un'ideologia a meno che non siano infranti, presto. Ciò avviene in molti modi sottili, tra cui ignorare le emozioni di un bambino, lasciare che i bambini piangano, allontanando i bambini dall'essere gioia-in-sociale verso l'essere soli, la realizzazione e l'apprendimento del libro. La mancanza di un'immersione continua in una vita sociale di supporto porta i bambini a usare una morale primitiva di auto-sopravvivenza invece della morale compassionevole che altrimenti si sviluppa all'interno di una vita di gruppo solidale.

Autonomia e senso di appartenenza sono bisogni umani incorporati (Deci & Ryan, 1985). Ma il trauma, l'isolamento e la punizione sono buoni modi per indebolirli e creare persone insicure che hanno bisogno di un'ideologia o di un'autorità per sentirsi al sicuro (perpetuando il sistema in cui si trovano). La punizione corporale sembra particolarmente utile nell'insegnare a un bambino ad aspettarsi un mondo gerarchico e ingiusto e quindi a legarsi a un'ideologia vicina per l'autoprotezione psicologica.

Il risultato: sé disincantati, intelligenza deragliata

Traumatizzati e isolati, le nostre menti non funzionano come dovrebbero e ciò è accaduto da tempo (Narvaez, 2013). Gli occidentali per secoli hanno attribuito personalità solo agli umani (e forse alcuni animali domestici). Ciò è diverso forse da tutte le altre società nella storia del mondo che trattano gli animali e persino le piante e le montagne come agenti con interessi propri.

Le società indigene riconoscono che il mondo è pieno di esseri non umani . E questi esseri comunicano. Altri animali e persino piante sono considerati insegnanti per gli esseri umani facilmente auto-assorbiti.

Nelle culture indigene, i bambini imparano ad ascoltare le entità del mondo naturale. Questo è il modo migliore di iniziare nella prima infanzia quando l'intelligenza ricettiva può crescere nel proprio modo di essere.

Negli ultimi secoli, la dominante cultura occidentale ha tagliato decisamente i non umani dalle linee di comunicazione. La natura è stata "de-person-ated" in oggetti morti invece che esseri viventi (Martin, 1992, 1999). (Le antiche tradizioni e la fisica moderna concordano sul fatto che tutte le cose sono piene di energia).

Tutti i precedenti passaggi sopra ci spingono nell'ingannismo umano. Ciò significa valorizzare gli umani rispetto a tutto il resto. Noi umani ci abbattiamo, ci tagliamo, mangiamo e sprechiamo incautamente tutto il resto per i nostri fini. Un senso di superiorità umana sta costando il resto della vita sul pianeta (salvo i microrganismi che amano avere molti di noi come ospiti). Certamente, coloro che percepiscono le cose in profondità notano che stiamo effettivamente distruggendo il nostro habitat che alla fine si risolve nel distruggere noi stessi. Questo è davvero ciò che vogliamo fare?  

Un rimedio

Sebbene possiamo conoscere la nostra terra guardando spettacoli come il Cosmo, non è sufficiente conoscere un posto intellettualmente. Uno deve sentirsi connesso a una terra o un luogo (Berry, 2013). Altrimenti, "la mancanza di spazio" porta a una distruzione ambientale senza fine da parte di coloro che non si curano di alcun posto particolare (Sanders, 2012).

Per salvare noi stessi, potremmo adottare la mentalità della maggior parte dei popoli attraverso la storia – che siamo una tra le tante creature che condividono la terra che dà la vita (Kimmerer, 2013). Vorremmo risparmiare più di noi stessi.

Per salvare noi stessi e le future generazioni di umani e non umani, potremmo imparare a ricollegarci alle entità della terra. Potremmo imparare ad ascoltare le altre vite intorno a noi.

Possiamo praticare ascoltando le voci fuori dalle nostre finestre. Meglio ancora possiamo uscire e sentire la brezza, toccare la terra con la nostra pelle. Possiamo dire ciao Possiamo imparare di più sui nostri vicini, che siano alberi, montagne o scoiattoli. Possiamo sostenere coscienziosamente le loro vite e interessi.

Anche se questo suona pazzo per una mente cresciuta in Occidente, è la nostra eredità del 99% essere uno tra tanti, essere fratelli e sorelle in una comunità bio-diversificata. Forse questo è il pazzo che non è pazzo.

Riferimenti e letture consigliate

Letture sul trauma precoce

Harlow, H. (1958). La natura dell'amore. Psicologo americano, 13 , 673-685.

Miller, A. (1990). Per il tuo bene: crudeltà nascosta nell'educazione dei figli e le radici della violenza . New York, NY: Farrar, Straus & Giroux.

Miller, A. (1998). Non ne sarai consapevole: il tradimento della società del bambino . New York, NY: Farrar, Straus & Giroux.

Perry, BD, & Szalavitz, M. (2006). Il ragazzo cresciuto come cane e altre storie dal taccuino di un bambino psichiatra . New York, NY: libri di base.

Schore, AN (1994). Regolazione affettiva e origine del sé . Hillsdale, NJ: Erlbaum.

Schore, AN (1996). La maturazione dipendente dall'esperienza di un sistema normativo nella corteccia prefrontale orbitale e l'origine della psicopatologia dello sviluppo. Psicopatologia dello sviluppo, 8 , 59-87.

Spitz, RA (1945). Ospitalità: un'inchiesta sulla genesi delle condizioni psichiatriche nella prima infanzia. Studio psicoanalitico del bambino, 1 , 53-74.

Wagner, M. (2006). Nato negli Stati Uniti: come si deve riparare un sistema di maternità infranto per mettere al primo posto donne e bambini . Berkeley, CA: University of California Press.

Letture su esplorazione e insediamento europei

Turner, F. (1994). Oltre la geografia: lo spirito occidentale contro la natura selvaggia , la 5 ° stampa. New Brunswick, NJ: Rutgers University Press.

Sale, K. (1990). La conquista del paradiso: Cristoforo Colombo e l'eredità colombiana . New York, NY: Penguin Plume.

Sulle visioni del mondo indigene

Kimmerer, RW (2013a). Braiding Sweetgrass: saggezza indigena, conoscenza scientifica e insegnamenti delle piante . Minneapolis, MN: Milkweed Editions.

Liedloff, J. (1986). Il concetto di Continuum . Cambridge, MA: Libri di Perseo.

Martin, CL (1992). Nello spirito della terra: ripensare la storia e il tempo . Baltimora, MD: Johns Hopkins University Press.

Martin, CL (1999). La via dell'essere umano . New Haven, CT: Yale University Press.

Raccoglitori di cacciatori di piccoli gruppi

Fry, DP (2006). Il potenziale umano per la pace: una sfida antropologica alle ipotesi sulla guerra e sulla violenza . New York, NY: Oxford University Press.

Gray, P. (2013). Libero di imparare . New York, NY: libri di base.

Ingold, T. (1999). Sulle relazioni sociali della banda di cacciatori-raccoglitori. In RB Lee & R. Daly (Eds.), L'enciclopedia di Cambridge di cacciatori e raccoglitori (pp. 399-410). New York, NY: Cambridge University Press.

Ingold, T. (2011). La percezione dell'ambiente: Saggio su mezzi di sussistenza, dimora e abilità . Londra, Regno Unito: Routledge.

Lee, RB, & Daly, R. (Eds.). (1999). L'enciclopedia di Cambridge di cacciatori e raccoglitori . New York, NY: Cambridge University Press.

Narvaez, D. (2013). Il 99 per cento: sviluppo e socializzazione all'interno di un contesto evolutivo: crescere fino a diventare "un essere umano buono e utile". In D. Fry (a cura di), Guerra, pace e natura umana: la convergenza delle visioni evolutive e culturali (pp 643-672). New York: Oxford University Press.

Su un'etica della terra sostenibile

Sanders, SR (2012). Earth works: Selected sages . Bloomington, IN: Indiana University Press.

Berry, W. (2013). Tutto si trasforma in affetto (conferenza di Jefferson del 2012). Washington, DC: National Endowment for the Humanities.

Altri riferimenti citati

Bradshaw, GA, & Schore, AN (2007). Come gli elefanti aprono le porte: neuroetologia dello sviluppo, attaccamento e contesto sociale. Etologia , 113 (5), 426-436.

Deci, EL, & Ryan, RM (1985). Motivazione intrinseca e autodeterminazione nel comportamento umano . New York, NY: Plenum.

Cacioppo, JT & Patrick, W. (2008). Solitudine: natura umana e necessità di connessione sociale . New York, NY: WW Norton & Co.

Easterly, W. (2007). Il fardello dell'uomo bianco: perché gli sforzi dell'Occidente per aiutare gli altri hanno fatto così tanto male e così poco bene. Londra, Regno Unito: Penguin.

Flynn, JR (2007). Cos'è l'intelligenza? New York, NY: Cambridge University Press.

Il mio prossimo libro su tutti questi argomenti:

Narvaez, D. (2014). Neurobiologia e sviluppo della morale umana: evoluzione, cultura e saggezza . New York: WW Norton.

NOTE sulle ASSUNZIONI DI BASE :

Quando scrivo sulla natura umana, uso il 99% della storia del genere umano come riferimento (vedi il lavoro di Tim Ingold e Douglas Fry). Questo è il contesto dei piccoli cacciatori-raccoglitori. Queste sono società "di ritorno immediato" con pochi possedimenti che migrano e si foraggiano. Non hanno gerarchia o coercizione e valgono generosità e condivisione. Esibiscono sia l'alta autonomia che l'alto impegno nel gruppo. Hanno un alto benessere sociale. Vedi il confronto tra la cultura occidentale dominante e questo patrimonio evoluto nel mio articolo (puoi scaricare dal mio sito web):

Narvaez, D. (2013). Il 99 per cento: sviluppo e socializzazione all'interno di un contesto evolutivo: crescere fino a diventare "un essere umano buono e utile". In D. Fry (a cura di), Guerra, pace e natura umana: la convergenza delle visioni evolutive e culturali (pp 643-672). New York: Oxford University Press.

Quando scrivo di genitorialità, presumo l'importanza della nicchia evolutiva evolutiva (EDN) per l'educazione dei bambini umani (che inizialmente si è sviluppata oltre 30 milioni di anni fa con l'emergere dei mammiferi sociali ed è stata leggermente alterata tra i gruppi umani sulla base di ricerche antropologiche ).

L'EDN è la linea di base che utilizzo per determinare ciò che promuove la salute umana ottimale, il benessere e la morale compassionevole. La nicchia include almeno quanto segue: l'allattamento al seno per diversi anni, un tocco quasi costante precoce, la reattività ai bisogni in modo che il bambino non diventi angosciata, compagnia giocosa con compagni di età diversi, più caregiver adulti, sostegno sociale positivo e esperienze perinatali lenitive.

Tutte queste caratteristiche sono legate alla salute negli studi sui mammiferi e sull'uomo (per le recensioni, vedi Narvaez, Panksepp, Schore & Gleason, 2013; Narvaez, Valentino, Fuentes, McKenna & Gray, 2014; Narvaez, 2014). Così, si allontana dall'EDN la linea di base è rischiosa. I miei commenti e post derivano da questi presupposti di base.

Solutions Collecting From Web of "Come le società moderne violano lo sviluppo umano"