Come le coppie risolvono i disaccordi sul sesso

BlueSkyImage/Shutterstock
Fonte: BlueSkyImage / Shutterstock

È normale che le coppie romantiche a lungo termine non siano d'accordo di volta in volta su argomenti diversi come l'educazione dei figli, le finanze domestiche e, naturalmente, il sesso. Ma i partner intimi si comportano in modo diverso quando parlano di questioni sessuali e non sessuali?

È una domanda importante, perché la ricerca suggerisce che le coppie trovano particolarmente difficile la comunicazione sessuale. Scoprendo i modelli comportamentali tipici delle discussioni sul sesso, un gruppo di psicologi dell'Università di Waterloo in Ontario e dell'Università di Dayton sperava di identificare in che modo i consulenti relazionali potessero assistere le coppie con problemi in camera da letto. Hanno condotto uno studio in cui i partner hanno identificato problemi nella loro relazione e hanno discusso questi problemi in coppia. I risultati sono stati recentemente pubblicati su Archives of Sexual Behavior .

Uzma Rehman, che ha guidato la squadra, ha invitato 115 coppie maschio / femmina nel suo laboratorio. All'arrivo, gli uomini e le donne sono stati indirizzati verso stanze separate, dove hanno completato una batteria di questionari sulle loro relazioni. Un questionario ha chiesto ai volontari le loro esperienze con 20 fonti di conflitto di relazioni non sessuali; un altro ha chiesto problemi sessuali.

I partner dovevano valutare la misura in cui ciascun argomento era un problema nelle proprie relazioni. L'elenco dei potenziali problemi di relazione includeva "lavori di casa", "come trascorrere le vacanze", "iniziare conversazioni interessanti" e "trascorrere del tempo in attività esterne". L'elenco delle fonti di conflitto sessuale includeva "prestare attenzione ai bisogni sessuali" "Quantità di preliminari", "attrazione sessuale per qualcuno diverso dal partner", "orgasmo prematuro" e "visualizzazione di pornografia da solo", tra gli altri.

Una coppia di assistenti ha raccolto i questionari compilati e ha confrontato le risposte di ogni uomo e donna. Gli assistenti hanno selezionato un argomento come argomento per una discussione tra i partner se entrambi i partner avessero identificato quell'argomento come un problema per la loro relazione e se ogni cambiamento desiderato nella direzione opposta – diciamo, se entrambi i partner pensavano che la frequenza del sesso fosse un problema nella loro relazione, e un partner voleva più sesso mentre l'altro voleva meno.

Gli assistenti hanno scelto un argomento sessuale e uno non sessuale per ogni coppia.

Successivamente, ogni coppia è stata riunita in un laboratorio dotato di videocamere. Sono stati invitati a discutere ogni argomento per otto minuti. Mentre i partner discutevano degli argomenti, le telecamere si muovevano, registrando ogni parola e ogni gesto. Sembra rilassante.

Combatti il ​​simulatore?

Una volta terminate le discussioni e inviati i volontari sulla loro strada, gli assistenti di ricerca hanno visto i loro video. Rehman era interessato a sapere se i volontari si comportavano con calore o ostilità e con il dominio o la sottomissione. Voleva sapere come il comportamento dei volontari variava su queste due dimensioni di momento in momento.

Gli assistenti di ricerca hanno ricevuto otto ore di formazione su come individuare comportamenti caldi, ostili, dominanti e sottomessi. Poi si sono seduti comodamente davanti a un monitor, hanno colpito il gioco e hanno afferrato i loro joystick. I computer degli assistenti erano dotati di controller in stile arcade che dovevano tirare a sinistra se il comportamento del volontario era ostile ea destra se il volontario era caldo. Hanno spinto in avanti se il volontario era dominante e si sono tirati indietro se il volontario era sottomesso. (La vita di un assistente di ricerca è spesso ripetitiva e noiosa, e Rehman ha chiaramente trovato un modo per alleviare quella noia rendendo il compito del comportamento di codifica un incrocio tra la sessione di terapia di una coppia e un videogioco di simulazione di volo.)

risultati

I ricercatori hanno scoperto che i partner erano più caldi durante le discussioni sul sesso che durante le discussioni sulle aree di conflitto non sessuali: in altre parole, i partecipanti erano più carini l'uno con l'altro quando discutevano di sesso.

Rehman suggerisce che ciò potrebbe essere dovuto al fatto che il sesso è un argomento così difficile. I partner possono essere preoccupati che le disaccordi sessuali non possano essere risolti, o che portare alla luce una fonte di conflitto sessuale possa fornire prove di incompatibilità. Forse questo fa sì che i partner aumentino il loro calore come mezzo per promuovere una discussione sicura e costruttiva.

Rehman si è anche chiesto se i livelli di calore sarebbero stati più variabili quando i partner hanno discusso il sesso – che il calore sarebbe più regolare di momento in momento. L'idea alla base di questa teoria è che, nei momenti in cui i partner sentono che la conversazione ha preso una brutta piega, aumentano bruscamente il loro calore con la speranza di diffondere il problema. La teoria di Rehman si è rivelata vera, ma solo per le donne. Durante le conversazioni sui disaccordi sessuali, i livelli di calore degli uomini erano relativamente alti, ma rimanevano costanti per tutta la conversazione di otto minuti; non così per le donne, i cui livelli di calore variavano più regolarmente.

Un'altra previsione era che i livelli di calore dei partner sarebbero stati più vicini l'uno all'altro durante le discussioni sessuali che durante le discussioni non sessuali. Anche questa previsione è stata confermata: quando un partner sorrise, l'altro sorrise; quando un partner annuì, l'altro annuì. Questo comportamento di mirroring istantaneo può essere più importante quando si naviga in conflitti sessuali ad alto rischio.

Infine, Rehman ha scoperto che i livelli di dominanza e sottomissione dei partner erano più chiaramente opposti l'uno all'altro durante le discussioni non sessuali che sessuali. Questa opposizione non è necessariamente una cosa negativa: se un partner si comporta in modo dominante mentre l'altro si comporta in modo sottomesso, questo suggerisce che la discussione è coordinata in modo tale che le coppie concordino su chi sta guidando l'iniziativa in qualsiasi momento. Durante le discussioni sui problemi sessuali, questo coordinamento non era evidente; era più comune che entrambi i partner fossero relativamente dominanti – o relativamente sottomessi – allo stesso tempo.

I ricercatori riferiscono:

"In contrasto con il più ritmico e abile passaggio di controllo che è stato paragonato a un 'abile passaggio di testimone', i partner tendono ad essere più esitanti e cauti nell'assumere e cedere il controllo durante le conversazioni sessuali, guidandoli le discussioni saranno complessivamente meno reciproche. "

Parlando di sesso: una fonte di ansia?

Quindi perché i partner si comportano in modo più caloroso quando discutono di conflitti sessuali piuttosto che non sessuali? Forse, come suggeriscono i ricercatori, le coppie sono più preoccupate che i conflitti sessuali porteranno a una rottura, e quindi trattano queste discussioni più seriamente. Ciò non spiegherebbe necessariamente perché i partner sono meno in grado di cedere il controllo delle conversazioni sui conflitti sessuali.

È anche possibile che le discussioni sessuali provochino più ansia e che le diverse risposte siano guidate da queste differenze nell'ansia. È vero che l'ansia era maggiore prima delle discussioni sessuali – Rehman chiese alle sue coppie – ma le analisi rivelarono che i livelli di ansia non avevano alcun effetto sul calore o sul dominio. Rimane possibile che i cambiamenti di ansia durante una conversazione abbiano un impatto sul comportamento, ma non possiamo dire con certezza senza fare ulteriori ricerche.

È interessante notare che Rehman ed i suoi colleghi hanno anche chiesto ai partner quanto spesso avevano discusso ogni argomento di conversazione prima di venire in laboratorio. Una volta che i ricercatori hanno controllato statisticamente questa frequenza, l'effetto del tipo di argomento – sessuale o non sessuale – sul calore è scomparso. Quindi potrebbe non essere che le discussioni sul conflitto sessuale conducano ad un maggiore calore conversazionale perché i partner pensano che il sesso sia un argomento problematico, ma piuttosto perché i partner tendono a discutere le questioni sessuali meno spesso e quindi sono più nervosi su come andrà la chat.

Per una versione audio di questa storia, vedere l'episodio del 1 ° agosto 2017 di The Psychology of Attractiveness Podcast.

Sostieni Rob su patreon.com/psychology e ricevi podcast e blog bonus.

Solutions Collecting From Web of "Come le coppie risolvono i disaccordi sul sesso"