Come la recessione può ispirarti a inseguire i tuoi sogni

Abbiamo letto molte storie di tristezza e di tristezza su persone che hanno perso il lavoro a causa della recessione. La maggior parte di quelle storie guarda al lato oscuro della perdita di carriera, in particolare per coloro che sono nella mezza età. Eppure c'è un lato positivo in questa immagine. Perdere il tuo lavoro può anche fornire un'opportunità costretta a riesaminare la tua vita e perseguire quei sogni insoddisfatti.

Lavorando con dirigenti, imprenditori e professionisti negli ultimi 30 anni, una cosa è diventata chiara per me: poche persone sono motivate a fare grandi cambiamenti nella vita ea perseguire desideri irrealizzati quando le cose vanno bene. Per molti, ha preso il trauma di una carriera perduta, una relazione fallita o una sfida sanitaria per fornire l'impulso di entrare in un nuovo territorio.

Secondo Bruce Fraser, scrivendo sul New York Daily News , i Wall Streeters si stanno affollando a programmi di formazione in recitazione, musica e altre arti in scuole come la Tisch School of the Arts della NYU e l'HB Studio di Greenwich Village. L'unione dei freelance di New York afferma che l'adesione è cresciuta del 40% in meno di un anno. Lucy Cohen Blatter, scrivendo su amNew York , dice che un gran numero di newyorkesi sta perseguendo lavori da sogno durante la recessione che non avrebbero mai potuto cercare prima. Blatter cita Allison Hemming, presidente dell'agenzia di talenti The Hired Guns: " Credo che l'altro lato della recessione sia quello che sto definendo il New Individualism Movement " , sostenendo che le persone stanno cercando di diventare imprenditori come mai prima d'ora. Lisa Druxman, scrivendo in Women Entrepreneur, afferma che un gran numero di madri, rientrando nel mercato del lavoro, scelgono di diventare imprenditori, piuttosto che il tradizionale mondo del lavoro. Steve Hendrix, scrivendo sul Washington Post, descrive la vita di molte persone, le cui carriere sono state improvvisamente interrotte, sostenendo che "i lavoratori ansiosi e spesso si riconnettono con sogni dormienti".

Le recessioni non si limitano a riallineare il mercato del lavoro e i risultati di business. Le recessioni creano cambiamenti nei nostri pensieri e comportamenti. Uno di questi cambiamenti è che molte persone sono passate dall'essere spacciatori e accumulando in modo ottimistico il debito per diventare consumatori più parsimoniosi e prudenti.

Alcuni economisti sostengono che le recessioni effettivamente fanno della nostra società un servizio correggendo e riequilibrando l'economia e stimolando l'innovazione. Una cosa è certa: non torneremo al business come prima. Inoltre, la recessione induce le persone che hanno un lavoro a riflettere su queste domande: cosa farei se perdessi il lavoro? E, forse questo è un buon momento per perseguire quel sogno che ho avuto per tutta la vita?

Barbar Sher, autore di Escape From Corporate America, commenta che "alcuni tra i più promettenti motori e shaker aziendali … odiano il loro lavoro", citando Gallup e altri sondaggi che mostrano alti livelli di insoddisfazione lavorativa. Sher sostiene che, nonostante stipendi più alti e migliori benefici, i lavoratori aziendali sono più infelici di quelli di altri tipi di lavoro, citando uno studio che mostra che l'87% degli agenti liberi e gli imprenditori sono soddisfatti del loro lavoro.

Sher sostiene che il problema con molti ambienti aziendali è che sono ancora modellati dopo il mondo del lavoro degli anni '50, in cui ci si aspetta una lealtà immancabile dei dipendenti mentre l'azienda passa attraverso una serie di ridimensionamenti, licenziamenti e fusioni con l'inevitabile impatto sugli impiegati .

Secondo il Concours Group, che ha condotto uno studio su migliaia di lavoratori statunitensi, "l'America corporativa non è allineata con i bisogni della sua forza lavoro sempre più diversificata e con i radicali cambiamenti nelle attitudini dei giovani americani." Un recente studio di The Conference Board ha rilevato che Il 17% di quelli che guadagnano $ 15.000 all'anno sono soddisfatti del proprio lavoro, a fronte di un sorprendente 14% di quelli che guadagnano più di $ 50.000 all'anno.

Cosa succede se la scelta è tra il lavoro ben retribuito e relativamente sicuro che odi e un lavoro dei sogni meno redditizio? Gli economisti John Helliwell e Haifang Hong dell'Università della British Columbia hanno scoperto che il denaro non è così importante per la soddisfazione della vita come vorremmo assumere, e solo probabilmente aumenterà la soddisfazione complessiva della vita del 10%.

Quindi, se la recessione ha spinto le persone a riflettere sulla loro sicurezza e felicità, o sull'opportunità di prendere in considerazione il raggiungimento di quel sogno che dura tutta la vita, la crisi economica potrebbe in effetti fornire qualche spunto per apportare alcuni cambiamenti positivi alla vita.

Leggi il mio blog su http: raywilliams.ca e seguimi su Twitter @raybwilliams

Solutions Collecting From Web of "Come la recessione può ispirarti a inseguire i tuoi sogni"