Come il comportamento tossico può diffondersi come un virus

I leader tossici nelle organizzazioni sono troppo comuni oggi. Ora c'è una nuova ricerca che dimostra che i leader tossici possono effettivamente far mostrare ai lavoratori comportamenti tossici.

Nel mio libro Eye of the Storm: in che modo i leader consapevoli possono trasformare luoghi di lavoro caotici, ho descritto come sempre più luoghi di lavoro stanno diventando ambienti tossici abitati da leader tossici.

Ho detto: "Esigenze incessanti, pressioni estreme e brutalità spietata sono tutti marchi di una società tossica, così come una sconnessa disconnessione tra ciò che un'impresa dice di fare per i dipendenti e ciò che effettivamente sta facendo. Le persone vengono considerate come costi, piuttosto che come risorse. Sui suoi libri, una società potrebbe avere politiche progressiste per quanto riguarda i problemi della vita lavorativa, ma di fatto impiega lavoratori part-time, che stanno lottando per bilanciare carriera e famiglia. La paura e la paranoia, e l'ansia fino al panico, sono altre caratteristiche di un posto di lavoro tossico. "

Ci sono molte ragioni per cui i luoghi di lavoro tossici proliferano. Con le mega-fusioni e la globalizzazione, alcune società stanno diventando più vaste e impersonali, mentre ricorrenti ondate di tagli di posti di lavoro hanno lasciato le aziende in calo e hanno lasciato agli individui carichi di lavoro maggiori di quanto sia ragionevolmente fattibile nel lungo periodo. Invece di premiare la pianificazione a lungo termine, è richiesta la convenienza.

Segni di un luogo di lavoro tossico:

  1. Lo stress sul lavoro influisce sul benessere dei dipendenti, sui costi sanitari del datore di lavoro e sulla produttività.
  2. Problemi di salute mentale che spesso comportano un congedo medico.
  3. Tutti i bastoni e nessuna gestione delle carote si concentra esclusivamente su ciò che i dipendenti stanno facendo. problemi errati o correttivi e raramente danno feedback positivi per ciò che sta andando bene.
  4. La strisciante burocrazia: troppi livelli di approvazione e gestione per fare le cose.
  5. Un'attenzione particolare ai profitti, al superamento della concorrenza e al taglio dei costi, senza considerare altri profitti.
  6. Bullismo dei dipendenti da parte del management o tollerato dal management quando si verifica tra i dipendenti.
  7. Perdendo il contatto umano, le persone sono considerate oggetti, con scarsa preoccupazione per la loro felicità e / o il loro benessere.
  8. Alti livelli di turnover, assenteismo e burnout.
  9. Un focus su "aggiustare" i dipendenti invece di strutturare luoghi di lavoro salutari.

Una crisi della leadership

Il National Leadership Index (NLI), pubblicato dal Center for Public Leadership della Harvard Kennedy School e dal Merriman River Group, ha mostrato scarsa fiducia del pubblico nei leader del mondo degli affari e del governo. Wall Street e il Congresso si sono distinti come i settori in cui gli americani hanno meno fiducia, anzi, il grado di fiducia per questi due è stato appena superiore a "nessuno affatto".

E il tasso di fallimento per i nostri leader sta peggiorando, non meglio. Il Conference Board ha riferito che il mandato del CEO è diminuito dal 2000. La società di consulenza Booz ha anche riportato tassi di rotazione del CEO tra le 250 maggiori aziende. Il Center for Creative Leadership riporta una ricerca che mostra che il 50% dei leader e dei manager è "stimato inefficiente, incompetente o un mishire". Un sondaggio condotto da 14.000 professionisti delle risorse umane ha rilevato che solo il 26% ha indicato la qualità della leadership nella propria azienda come eccellente o molto bene.

Negli ultimi decenni, il 30% degli amministratori delegati di Fortune 500 è durato meno di tre anni. Migliori tassi di fallimento esecutivo fino al 75% e raramente meno del 30%. Gli amministratori delegati ora durano 7,6 anni su una media globale in calo da 9,5 anni nel 1995. Secondo il Center for Creative Leadership il 38% dei nuovi amministratori capo fallisce nei loro primi 18 mesi di lavoro. E Donald Palmer presso l'Università della California ha riferito delle aziende Fortune 100 nel 1999, il 40% di loro si era impegnato in una cattiva condotta.

Sembra che le principali ragioni del fallimento non abbiano nulla a che fare con la competenza, la conoscenza o l'esperienza. Sydney Finkelstein, autore di Why Smart Executives Fail , e David Dotlich e Peter C. Cairo, autori di Why Ceos Fail: Gli 11 comportamenti che possono far deragliare la tua scalata e come gestirli, presentano motivi convincenti per cui i dirigenti falliscono , la maggior parte di questi ha a che fare con arroganza, ego e mancanza di intelligenza emotiva.

C'è una chiara relazione simbiotica tra luoghi di lavoro tossici e leader tossici che li abitano.

Theo Veldsman dell'Università di Johannesburg ha pubblicato uno studio sulla crescita e l'impatto della leadership tossica sulle organizzazioni. Egli sostiene che "c'è una crescente incidenza di leadership tossica nelle organizzazioni di tutto il mondo". Veldsman afferma che prove aneddotiche e di ricerca mostrano che uno su cinque leader è tossico, e secondo la sua ricerca, è più vicino a tre su ogni dieci leader. Veldsman descrive la leadership tossica come "azioni deliberate e deliberate da parte di un leader per minare il senso di dignità, autostima e efficacia di un individuo. Ciò si traduce in esperienze di lavoro sfruttatrici, distruttive, svalutanti e degradanti. "Prosegue dicendo che un'organizzazione tossica è quella che" erode, disabilita e distrugge il benessere fisiologico, psicosociale e spirituale delle persone che vi lavorano in modo permanente e modo deliberato. "

Robert Sutton è stato uno dei primi esperti di leadership a richiamare l'attenzione sulla prevalenza di capi abusivi e su come le organizzazioni dovrebbero esaminarli, come dettagliato nel suo libro The No No Rule Rule: Building a Civilized Workplace e Surviving One That Is not . Sottolinea che le aziende tecnologiche, in particolare quelle della Silicon Valley, sono dove i leader abusivi prosperano. Dice che negli affari e nello sport si presume che se sei un grande vincitore, puoi farla franca. Sutton sostiene che tali capi e culture guidano le persone buone e sostiene che i cattivi padroni influenzano la linea di fondo attraverso un aumento del turnover, assenteismo, diminuzione dell'impegno e delle prestazioni. Dice che il tempo speso per consigliare o appostare queste persone, consolare dipendenti vittime, riorganizzare dipartimenti o squadre e organizzare trasferimenti comporta notevoli costi nascosti per l'azienda. E avverte le organizzazioni che questo comportamento è contagioso. La ricerca suggerisce non solo che alcuni capi sono cretini ma che molti di loro sono capi perché sono cretini.

Il libro di Paul Babiak Snakes in Suits descrive come alcuni psicopatici funzionali possono fingere fino a quando non riescono a raggiungere la scala aziendale attraverso il fascino e l'astuzia, sottolineando come le prove statisticamente significative dimostrino che gli psicopatici sono sovrarappresentati in America corporativa. Il 25% dei dirigenti aziendali mostra tratti psicopatici, secondo uno studio australiano, all'incirca la stessa incidenza che si riscontra nelle popolazioni carcerarie.

Ricercatori svedesi, guidati da Anna Nyberg presso lo Stress Institute di Stoccolma, hanno pubblicato uno studio sul Journal of Occupational and Environmental Medicine sulla questione del comportamento dei leader e della salute dei dipendenti. Hanno studiato più di 3.100 uomini in un periodo di 10 anni in ambienti di lavoro tipici. Hanno scoperto che per i dipendenti che avevano manager incompetenti, sconsiderati, riservati e non comunicativi, avevano il 60% di probabilità in più di subire un attacco cardiaco o altre patologie cardiache potenzialmente letali. Al contrario, i dipendenti che lavoravano con leader "buoni" avevano il 40% in meno di probabilità di soffrire di problemi cardiaci.

Secondo un'indagine del 2010 condotta dal Workplace Bullying Institute, il 35% della forza lavoro americana (o 53,5 milioni di persone) ha subito direttamente il bullismo o "ripetuti maltrattamenti da parte di uno o più dipendenti che si configurano come abusi verbali, minacce, intimidazioni, umiliazione o sabotaggio delle prestazioni lavorative ", mentre un ulteriore 15% afferma di aver assistito al bullismo sul lavoro. Circa il 72% di quei bulli sono boss.

Jean Lipman-Blumen, nel suo libro The Allure of Toxic Leaders , descrive come i leader tossici creano "un danno serio e duraturo" ai loro seguaci, dipendenti e alle loro organizzazioni. Identifica i comportamenti dei leader tossici come segue:

  • Lasciando i loro seguaci peggio di quando li hanno trovati deliberatamente minando, umilianti, seducenti, emarginanti, intimidatori, demoralizzanti, terrorizzandoli.
  • Consapevolmente alimenta le illusioni dei loro seguaci che aumentano il potere del leader e compromettono la capacità dei seguaci di agire in modo indipendente.
  • Giocare alle paure e ai bisogni più basilari dei seguaci.
  • Minacciare o punire chi non si conforma al leader o mette in discussione le azioni del leader.
  • Seguaci ingannevoli attraverso bugie deliberate.
  • Incolpare gli altri per i loro errori o fallimenti.

L'impatto di un capo tossico sui lavoratori

E la scoperta della maleducazione sul posto di lavoro ha portato le persone a svolgere scarsi risultati nei compiti di risoluzione dei puzzle e di brainstorming, secondo uno studio britannico.

I lavoratori con capi tossici avevano livelli più bassi di soddisfazione lavorativa rispetto a quelli che lavoravano per manager che non avevano tratti negativi. Odiare il tuo lavoro ha una serie di conseguenze, tra cui depressione, cattiva salute, motivazione inferiore e esaurimento. I lavoratori depressi possono anche presentarsi al lavoro, ma in realtà non sono "presenti", correndo con il pilota automatico. Tutte queste cose, ma soprattutto il burnout, possono avere un effetto negativo sul rendimento lavorativo e sul percorso della propria carriera.

Come lavorare per un capo tossico potrebbe renderti tossico

Secondo i ricercatori della Business School della University of Manchester, in Inghilterra, lavorare per un capo tossico potrebbe anche farti esibire comportamenti tossici rendendoti più propenso a intraprendere lo stesso tipo di comportamento. In altre parole, il comportamento tossico può comportarsi come un virus. Il risultato può essere un lavoro improduttivo che può anche essere controproducente. Lo studio ha anche dimostrato che il comportamento tossico può avere effetti dannosi sulla salute dei dipendenti. Gli studi citano una scoperta in cui i dipendenti con prepotenti di bullismo hanno ottenuto punteggi più alti su una misura clinica di depressione.

Abigail Phillips, ricercatore capo dello studio, ha concluso: "Il bullismo sul posto di lavoro è ovviamente spiacevole per l'obiettivo, ma crea anche un ambiente di lavoro tossico per tutti i soggetti coinvolti. In breve, i cattivi capi, quelli con un alto livello di psicopatia e narcisismo, hanno dipendenti infelici e insoddisfatti che cercano di "tirarsi indietro" in azienda. "Continua dicendo:" Suggerisce che non solo questi tipi di capi creando un ambiente che condonare questo tipo di comportamento, ma i subordinati si stanno quindi comportando in modo frustrante ".

Crystal Farh, un assistente professore presso il Broad College of Business dello Stato del Michigan, e Zhijun Chen, della University of Western Australia, hanno esaminato come le dinamiche di gruppo di una squadra siano influenzate da supervisori abusivi. Lo studio ha scoperto che gli obiettivi del ridicolo del capo abusivo si capovolgono spesso e iniziano ad abusare degli altri membri del team. "La squadra discende in un conflitto relazionale", dice Farh. "Possono essere brevi e scortesi gli uni con gli altri e avere molta negatività nelle loro interazioni." Questo può essere altamente corrosivo per lo sforzo di gruppo. "Le persone parlano meno, smettono di aiutarsi a vicenda e cercano persino di lasciare la squadra", dice Farh.

Cosa si può fare a riguardo?

Mohammed Azhar Hussain, del Syscoms College, ha suggerito diverse strategie per i dipendenti su come affrontare i boss tossici, tra cui:

  • Documentare il cattivo comportamento del boss tossico.
  • Assicurati di fare il tuo lavoro come previsto.
  • Associare il più possibile con i colleghi "non tossici".
  • Trascorri una quantità limitata di tempo con o evita i colleghi tossici.
  • Segnala il capo tossico o il collega di lavoro a un supervisore che abbia fiducia farà qualcosa al riguardo (ma assicurati di avere una documentazione).
  • Se tutto quanto sopra non funziona, lascia il lavoro. L'effetto negativo netto sulla tua salute non ne vale la pena.

Un'ultima nota qui. Dirigenti e datori di lavoro hanno l'obbligo di assumere e promuovere quegli individui che non solo superano il test di competenza tecnica, ma possono dimostrare chiaramente la propria intelligenza emotiva.

Copyright, 2017 di Ray Williams. Questo articolo non può essere riprodotto o pubblicato senza il permesso dell'autore. Se lo condividi, ti preghiamo di dare credito all'autore e non rimuovere i link incorporati.

Per leggere altri miei post su questo blog, clicca qui.

Unisciti a me su Twitter: @raybwilliams.

Scrivo anche a The Financial Post e Fulfillment Daily and Business.com

Per saperne di più su come i leader possono usare le pratiche di consapevolezza per trasformare i luoghi di lavoro caotici, leggi il mio libro, Eye of the Storm: in che modo i leader consapevoli possono trasformare luoghi di lavoro caotici .

Ray Williams
Fonte: Ray Williams

Immagini, immagini e foto
Immagini, immagini e foto
Immagini, immagini e foto
Immagini, immagini e foto
Immagini, immagini e foto
Immagini, immagini e foto

Solutions Collecting From Web of "Come il comportamento tossico può diffondersi come un virus"