Come gestiamo lo stress predice quanto bene invecchiamo

I ricercatori stanno osservando lo stress come uno dei fattori più significativi per prevedere quanto bene invecchiamo. Gli studi dimostrano che se impariamo a gestire e ridurre il nostro carico di stress, abbiamo una migliore possibilità di vivere una vita lunga e sana.

Impatto dello stress

Almeno il 70 percento di tutte le malattie negli Stati Uniti sono legate allo stress. Tutti provano lo stress di volta in volta. Alcune persone affrontano lo stress in modo più efficace di altri. Tutti noi sperimentiamo lo stress di routine della vita quotidiana. Potremmo anche sperimentare lo stress causato da improvvisi cambiamenti negativi come incidenti traumatici, malattia, divorzio, morte di una persona cara o un disastro naturale.

Cosa succede quando sperimentiamo uno stress cronico prolungato? Persone diverse sentono lo stress in modi diversi. Le manifestazioni comuni di stress sono ansia, insonnia, dolore muscolare, ipertensione e un sistema immunitario indebolito.

Lo stress può creare eruzioni cutanee e orticaria, essere responsabile dei problemi gastrointestinali e contribuire all'insonnia e ai disturbi neurologici degenerativi come il morbo di Parkinson.

Lo stress tende a influenzare le capacità cognitive del cervello. Il rilascio di ormoni dello stress può causare perdita di memoria, confusione e mancanza di concentrazione. Se un alto livello di stress continua nel tempo, possiamo trovarci gravemente handicappati in situazioni in cui è richiesta agilità mentale e vigilanza.

È difficile pensare a qualsiasi malattia non affetta da stress. Potremmo essere in grado di stimolare certi "momenti di alto livello" da sottolineare perché gli ormoni dello stress sono particolarmente difficili per i cervelli più anziani in generale.

Stress e invecchiamento:

L'invecchiamento è diventato oggetto di molti libri e articoli negli ultimi anni. Circa 10.000 americani compiono 65 anni ogni giorno. Entro il 2030 i demografi proiettano che 70 milioni di persone, circa il 20% della popolazione statunitense, avranno 65 anni o più.

Tara Parker-Pope, una giornalista del Wall Street Journal , ha scritto: "Sempre più spesso i ricercatori stanno osservando lo stress – quanto stress affrontiamo in una vita e quanto bene lo affrontiamo – come uno dei fattori più importanti per la previsione quanto bene invecchiamo. "

Robert Sapolsky, un neuroendocrinologo dell'Università di Stanford, scrive: "Ora sappiamo che l'invecchiamento riguarda un corpo che non affronta più lo stress".

Gli studi dimostrano che i soggetti più sani sono abili a bloccare la risposta allo stress quando è necessario perché più invecchiamo e più tempo impiega il corpo a disattivare la risposta allo stress.

Come gestire con successo lo stress

Dobbiamo capire in che modo lo stress influisce sulle nostre vite perché lo stress a volte può sembrare opprimente. Non esiste un modo giusto o sbagliato per far fronte allo stress. Gestire lo stress comporta:

  1. Cambiando situazioni stressanti quando possiamo.
  2. Cambiare la nostra reazione quando non possiamo cambiare la situazione.
  3. Prendersi cura di noi stessi facendo del tempo per riposare e rilassarsi.
  4. Parlare con un amico fidato e imparare dalle loro esperienze.
  5. Fare una lista di quelle cose che ci stressano
  6. Prendi in considerazione una lezione di gestione dello stress, meditazione, massaggi, yoga, ecc.

Altri modi per gestire lo stress includono:

  1. Riconoscere i segni della risposta del nostro corpo allo stress, come difficoltà a dormire.
  2. Fare esercizio fisico regolare.
  3. Stabilire obiettivi e priorità.
  4. Imparare a dire di no.
  5. Rimanere in contatto con persone che possono fornire supporto emotivo.

Se ti senti sopraffatto dallo stress, ricevi l'aiuto di un professionista. Si consiglia di visitare www.mentalhealth.gov o il sito Web NIMH all'indirizzo www.nimh.nih.gov. La loro email è: nimhinfo@nih.gov.