Come creiamo "Flusso"?

Recentemente ho letto una storia su Runner's World su Diane Van Deren, una nave di lunga distanza di livello mondiale che ha circa cinquant'anni. Ha sofferto di epilessia del lobo temporale incontrollata per diciassette anni, fino all'età di 37 anni ha subito un intervento chirurgico (lobectomia temporale) per rimuovere quella parte del suo cervello che ha causato i suoi attacchi. Dall'intervento nel 1997, è stata libera dall'epilessia. Ci sono stati alcuni danni cerebrali residui dall'intervento, tuttavia, che hanno influenzato la sua visione e la sua capacità di monitorare il tempo – è sempre in ritardo; ha perso i ricordi della sua vita personale; e lei spesso sperimenta un sovraccarico sensoriale.

Nonostante ciò, dal suo intervento, Diane è migliorata come corridore di lunga distanza, un ultramaratoneta, in realtà: qualcuno che corre abitualmente e vince gare di 50, 60, 100 o più miglia. Ora, quando corre, spesso non ha idea di quanto tempo ha corso o dove sta andando esattamente. A quanto pare, l'intervento chirurgico, o per essere più precisi, il danno residuo derivante dall'intervento chirurgico, potrebbe aver aiutato Diane a diventare il corridore che è oggi. Una volta vinse una gara di 300 miglia attraverso la Yukon tirando dietro 50 chili di rifornimenti. Un anno dopo coprì 430 miglia. La sua notevole resistenza è stata attribuita, in parte, ai suoi limiti cerebrali. Non può tracciare il tempo o mappare i dettagli di dove si trova e dove sta andando, due cose che possono rendere un corridore più consapevole della distanza, del dolore e delle difficoltà. Il suo medico dice che Diane ha "un impianto speciale per il flusso" che le consente di superare l'angoscia di percorrere lunghe distanze. Diventa così completamente invischiata in quello che sta facendo che è come se fosse in uno stato di atemporalità. Da parte sua, Diane pensa che il suo dono risieda semplicemente nel "mantenere il combattimento". Forse sono entrambe le cose.

"Flusso", come proposto da Csikszentmihalyi, si verifica quando qualcuno è completamente immerso in un'attività. Piena attenzione, attenzione totale, divertimento completo. Tutto il resto cade via. È stato descritto come la sensazione di essere trasportati da una corrente d'acqua. Sforzo senza sforzo. Fluente mentre si va.

Iscrivimi! Mi piacerebbe aggiungere più flusso al mio mojo. Certo, volerlo non mi avvicina di più ad averla. In effetti, provare duramente può effettivamente impedirne il raggiungimento. Medito e ho vissuto momenti, a volte solo secondi, di centralità, di solo essere, e la pace che ne deriva. Sentirsi centrato implica un grado di concentrazione e presenza che accresce la mia sensazione di essere. Ma la mia esperienza di flusso è leggermente diversa da quella. Mi sento come se stessi integrando essere presente e fare presente, se questo ha senso. Sento che mi sto muovendo senza andare; che sto facendo senza fermarmi.

Forse la sua chirurgia per l'epilessia e gli insoliti cambiamenti avvenuti nel suo cervello hanno migliorato la capacità di esecuzione di Diane Van Deren, ma penso che il fatto che abbia trovato qualcosa che ama possa essere un fattore altrettanto importante nel suo sforzo senza sforzo, nel suo flusso. Sembra abbastanza semplice. Ma quanti di noi trovano qualcosa che amiamo e poi lo fanno? Molte altre cose prendono il sopravvento, ci reclamano, ci fanno richieste, spesso molto legittimamente. E scopriamo che la cosa che amiamo recede e si sente irraggiungibile.

In questo momento della mia vita, ho esperienza di flusso quando sto scrivendo. Il tempo spesso cade perché chi sono, cuore, mente e anima, è immerso in qualcosa che io amo e trovo significativo. Per questo motivo, mi assicuro che ci sia sempre spazio nella mia vita per farlo.

Penso che tutti abbiano qualcosa che amano fare più di ogni altra cosa, qualcosa che è più significativo. Il trucco per fluire è fare ciò che ami.

Scopri l'altra scrittura di Seaburn cliccando su "altro" sotto la sua foto qui sopra o visitandolo su www.davidbseaburn.com.

Solutions Collecting From Web of "Come creiamo "Flusso"?"