Come aiutare qualcuno in una relazione abusiva

Nel mio libro Unhealthy Helping: una guida psicologica per superare la codipendenza, l'abilitazione e altre donazioni disfunzionali , sottolineo che l'intervento ben intenzionato non è abbastanza per aiutare efficacemente gli altri, e alcune forme di aiuto sono soggette a ritorni di fiamma. Ciò è particolarmente vero quando si tratta di aiutare amici o persone care che vivono violenza domestica.

Ottobre è il mese nazionale di sensibilizzazione alla violenza domestica negli Stati Uniti e un buon momento per pensare a come aiutare al meglio un amico o un parente in una relazione intima e violenta. Sebbene i dati del governo USA indicano che la violenza domestica è diminuita di circa il 67% dal 1994, milioni di persone lo sperimentano ogni anno con costi negativi di vasta portata a individui, famiglie, imprese e società.

La vittimizzazione da parte di coniugi, fidanzati o fidanzate attuali o precedenti è un tipo di violenza domestica chiamata violenza da partner intimo (IPV). L'IPV implica l'uso di aggressioni fisiche o psicologiche per ottenere e mantenere il potere e il controllo su un partner di relazione. L'IPV può includere abuso fisico, abuso sessuale e abuso emotivo. Le violenze sessuali, come costringere un partner a impegnarsi in atti sessuali e l'aggressione psicologica come put down e minacce, sono forme di IPV. IPV può continuare dopo che una relazione è terminata. Ad esempio, lo stalking di un ex partner è una forma di IPV. Poiché la violenza del partner intimo colpisce trasversalmente tutti i gruppi (da giovani ad anziani, da etero a gay, da ricchi a poveri, uomini e donne, ecc.), È probabile che qualcuno a cui tieni possa sperimentarlo. [1]

La cautela è giustificata quando si cerca di aiutare le vittime dell'IPV a lasciare una relazione abusiva perché l'intervento è potenzialmente pericoloso per entrambi. Devi anche procedere in modo sensibile e rispettoso. In caso contrario, è probabile che il tuo consiglio audio venga rifiutato e che venga creato un muro di relazioni tra te e la vittima.

//creativecommons.org/licenses/by/2.0)], via Wikimedia Commons
Fonte: Da moggs oceanlane (Flickr: Abuso: comportamenti di potere e controllo) [CC BY 2.0 (http://creativecommons.org/licenses/by/2.0)], via Wikimedia Commons

Le vittime dell'IPV già si sentono male di se stesse e della loro situazione. Questo è il motivo per cui gli esperti dell'IPV ci consigliano di non giudicare quando forniscono supporto alle vittime dell'IPV. Tieni presente che ci sono molte ragioni per cui le persone restano in relazioni intime violente, comprese minacce di danno, per il bene dei bambini, dipendenza economica, stato sociale, inaccettabilità del divorzio, stato di immigrazione, "viaggi di nozze" dove le cose vanno bene, amore e spero che le cose cambieranno. È bene ricordare che non è solo una semplice questione di andarsene, e se si sentono vergognosi o imbarazzati a causa delle tue reazioni, è probabile che si mettano sulla difensiva e smettano di condividere con te, e potrebbero persino interrompere la relazione con te. Ricorda anche che possono decidere di rimanere almeno temporaneamente, e se pensano che tu disapprovi, potrebbero allontanarti da te. È meglio non tagliare le linee di comunicazione con il tuo giudizio.

E 'allarmante quando qualcuno a cui tieni è maltrattato e potresti essere tentato di lanciare un salvataggio e prendere il comando di far fuori il tuo amico o il tuo caro. Ma le persone che sono maltrattate e controllate dal loro partner intimo non rispondono bene a aiutanti che cercano di "comandarli" nell'azione immediata. Gli esperti dicono che è perché possono sentirsi più abusi e controllo. Spingerli a fare qualcosa che non sono pronti a fare o che non sentono sicuri di fare, possono solo indurli a evitarti.

Quindi, come possiamo aiutare efficacemente? Gli esperti dicono di dir loro, gentilmente e senza giudizio, che sei preoccupato per la loro sicurezza (o salute emotiva o fisica). Ascolta e credici. Dì cose come "Mi dispiace che ti stia succedendo", "So che è complicato", "Non è colpa tua", "Non meriti questo," e "Questo non cambia il mio modo di sentire tu").

Poiché l'intervento non richiesto può sembrare irrispettoso e di controllo, è meglio procedere con cautela. Le vittime devono prendere la propria decisione di lasciare o intraprendere altre azioni, come riportare lo stalking alle autorità. Per spingerli gentilmente in quella direzione è meglio fare domande del tipo: "Sei aperto a ricevere assistenza medica, chiamare una hotline, denunciare lo stalking, andare alla polizia, parlare con un avvocato (ecc.)?" Invece di raccontare loro cosa devono fare.

Puoi offrire aiuto ma dovrebbe essere la loro scelta se prenderti o meno su di esso (eccezione: uscire e chiamare il 9-1-1 se sei testimone di violenza). Chiedi cosa puoi fare per aiutare. Dì cose come: "Non sei solo. Le persone si prendono cura di te e vogliono aiutarti "," Cosa posso fare? "E" Vuoi che identifichi le risorse, vada con te, guardi i tuoi figli in modo da poter ricevere aiuto, ecc.? "

Effettua il check-in frequentemente, ma tieni presente che il partner abusivo potrebbe leggere il tuo amico o i testi di una persona amata, i messaggi telefonici e le e-mail e ascoltare le conversazioni. Scegli attentamente le tue parole fino a quando non sei sicuro che sia sicuro parlare (quando chiami, chiedi: "Ora è un buon momento per parlare?"). Non vuoi mettere in pericolo la persona amata o la tua capacità di fornire supporto. Se l'aggressore pensa che tu sia contro di loro, potrebbero chiedere la fine della tua relazione con gli abusati o bersagliarti.

L'altra cosa che puoi fare è piantare i semi del cambiamento dicendo loro gentilmente che è disponibile un aiuto e una guida esperti ("Questo succede a molte persone. L'aiuto è disponibile quando sei pronto."). Forniscigli gli strumenti per agire quando sono pronti, ad esempio condividendo le risorse. Incoraggiali a memorizzare la National Hot Violence Hotline (1-800-799-SAFE) o il numero di telefono del locale rifugio per la violenza domestica nel caso in cui le cose peggiorassero. Chiedete loro dove andrebbero se dovessero andarsene e suggeriscono di sviluppare un piano di sicurezza (un piano pratico che include modi per stare al sicuro mentre si è in una relazione, pianificando di andarsene o dopo aver lasciato). La National Hot Violence Hotline aiuterà le persone a sviluppare piani per adattarsi alla loro situazione.

Aiutare gli altri non significa prendere in consegna per risolvere i loro problemi. In effetti, spesso non è molto utile. Affinché il nostro intervento sia efficace, dobbiamo spesso domare il nostro impulso di salvataggio e offrire invece supporto emotivo e strumenti per l'empowerment. Questo è particolarmente vero quando si tratta di violenza da parte dei partner intimi.

[1] Questo non vuol dire che i tassi non siano più alti per alcuni gruppi demografici di altri. Negli Stati Uniti, i nativi americani hanno tassi più alti di IPV così come le persone di età compresa tra 18 e 24 anni. Le donne sperimentano anche più alti tassi di IPV. In confronto agli uomini, sono anche più probabilità di essere uccisi da un partner intimo.

Ecco alcune risorse che potresti consigliare ad amici o parenti in relazioni abusive:

Coalizione nazionale contro la violenza domestica

Hotline nazionale per la violenza domestica a 800-799-SAFE (7233) o 800-787-3224 (TDD)

RAINN (Rete nazionale abusi di colza)

Stalking Resource Center (un programma del National Center for Victims of Crime)

WomensLaw.org (informazioni su ordini restrittivi)

Womenshealth.gov

 

Shawn Meghan Burn
Fonte: Shawn Meghan Burn

Per saperne di più sull'arte raffinata di aiutare e dare rapporti sani, vedi il mio libro. Disponibile anche per e-reader Kindle, Nook, Kobu e iBook.

Per i miei altri blog sull'argomento di aiutare / dare in salute / malsamente vedere:

Sei segni distintivi della codipendenza

Quando le buone intenzioni non bastano

4 modi per impostare i confini

Sei un peso indipendente degli altri?

Come aiutare un amico può andare terribilmente male

12 segni che stai dando troppo

Esiste la codipendenza nella tua famiglia?

Mindtrap Coadiuvante Codependent e Malsano

Personalità e relazioni Made In Codependence Hell

Sei in una relazione codipendente?

Genitori di laureati, attenzione alla zona di abilitazione

Solutions Collecting From Web of "Come aiutare qualcuno in una relazione abusiva"