Com'è davvero essere un assistente sociale?

Passages Hospice, CC
Fonte: Passages Hospice, CC

Dopo 20 anni come assistente sociale, Jessica Ritter ha gestito il programma di lavoro sociale della Pacific University ed è l'autore senior del libro 101 Social Work Careers, giunto alla sua seconda edizione. Ho avuto una conversazione con lei oggi sul mio programma radiofonico NPR-San Francisco. Ecco una distillazione.

MARTY NEMKO: Molte persone non si rendono conto che gli assistenti sociali possono fare consulenza, persino aprire una pratica privata. Ho ragione nel ritenere che gli psicologi si concentrino maggiormente su ciò che accade all'interno dell'individuo mentre i medici del lavoro sociale hanno maggiori probabilità di considerare fattori esterni come la comunità del cliente?

JESSICA RITTER: Sì: cultura della violenza, effetti della povertà, abuso di sostanze nella famiglia e così via.

MN: Hai scritto che i casi di protezione dei minori possono essere molto stressanti, specialmente in una battaglia per la custodia del tribunale.

JR: Sì, al genitore viene solitamente assegnato un avvocato nominato dal tribunale, il bambino riceve un altro avvocato e l'assistente sociale riceve un terzo avvocato. Ci può essere un sacco di urla su quanto l'accesso al genitore dovrebbe avere per il bambino, anche in caso di abuso.

MN: Anche gli assistenti sociali lavorano con gli anziani e tu dici che la forma più comune di abuso sugli anziani non è fisica ma finanziaria.

JR: Sì. I membri della famiglia possono, ad esempio, rubare denaro ai loro genitori.

MN: Forse alcuni di loro pensano che alla fine otterranno comunque i soldi e se hanno bisogno di soldi più dei loro genitori … Comunque, altri assistenti sociali sono specializzati nell'abuso di sostanze.

JR: Ciò che può sorprendere è che gli ex molestatori sono spesso bravi a lavorare con gli attuali tossicodipendenti.

MN: Ha senso: possono capire, in un modo che gli altri non possono, la compulsione a usare droghe e le sfide a fermarsi. Ecco perché, ad esempio, credo che i migliori insegnanti di matematica non siano i naturali ma quelli che hanno dovuto lottare per ottenere un A. Sarebbe anche vero che gli ex-detenuti sarebbero diventati buoni ufficiali per la libertà vigilata?

JR: Il sistema di giustizia penale non è grande nell'assumere ex-detenuti. Tuttavia, la giustizia criminale è un'eccellente nicchia per gli assistenti sociali, ad esempio, come sostenitori delle vittime, aiutandoli dal primo attacco fino al processo, se necessario.

MN: scrivi di una nicchia nel lavoro sociale criminale chiamato specialista della mitigazione.

JR: Sì. Cercano di argomentare per frasi più clementi in base alle circostanze del condannato.

MN: Ti preoccupi mai che gli assistenti sociali considerino la giustizia troppo dal punto di vista del cliente? Dopotutto, se i trasgressori ottengono sentenze indulgenti o sono autorizzati a riavere indietro i loro figli biologici, dato, ad esempio, il tasso di reiscrizione a cinque anni del 17% e il tasso di recidiva complessivo a tre anni del 68%, non aumentiamo significativamente il possibilità di persone, compresi quelli abusati, di essere nuovamente vittime?

JR: Sì, ma è per questo che i ruoli degli assistenti sociali dovrebbero andare oltre l'individuo a favore dell'attivismo per il cambiamento sociale, la giustizia sociale.

MN: Mi preoccupo che la scuola di assistenza sociale in particolare, ma anche molti altri programmi di formazione universitari, insegnino agli studenti a considerare la giustizia sociale da un solo lato dello spettro ideologico. Una delle mie convinzioni principali è che la saggezza risiede in tutto lo spettro. Ad esempio, un ragionamento argomentato può far sì che frasi brevi, il benessere e la redistribuzione di altri redditi impongano delle responsabilità: motivazione disincentivante e comportamento scorretto premiante, rimettendo quelle persone recidive dove possono vittimizzare di nuovo le persone e ridistribuendo i soldi dal gruppo di persone che è più produttivo e in grado di creare posti di lavoro per il pool di persone che è meno probabile.

JR: Sento fortemente che la società sarebbe migliore se ci focalizzassimo maggiormente sulla ridistribuzione, quella che chiamo, sulla giustizia: assistenza sanitaria per tutti, un sistema completo di assistenza sociale come la Scandinavia e che gli assistenti sociali hanno un ruolo importante nella lotta per quelli.

La biografia di Marty Nemko è su Wikipedia. Il suo nuovo libro, il suo 8 °, è Il meglio di Marty Nemko.

Solutions Collecting From Web of "Com'è davvero essere un assistente sociale?"