Coach Meg – Guida con i freni

[Nota: la cornice del fumetto è presa da un video di YouTube chiamato How Coaching Works).

Oggi è raro trovare qualcuno che non stia lottando con qualche aspetto della salute e del benessere: stress, sopraffazione, bassa energia, fluttuazione del peso (principalmente verso l'alto), salute, ecc. Sto scrivendo questa serie di brevi pezzi da offrire intuizioni su ciò che serve per superare e superare queste difficoltà, cambiando o addirittura trasformando su piccola o larga scala. Ottengo tanto dalla scrittura di questi brani come da chiunque li legge – tutti abbiamo bisogno di dosi regolari di nuove ispirazioni e idee. Fortunatamente, la base di conoscenze su come cambiamo è in continua crescita.

Il mio primo pezzo il mese scorso è iniziato sulla motivazione e in particolare sull'importanza dell'approccio "verso l'esterno" – trovando il desiderio sincero di un miglioramento della vita che funge da luce nei momenti bui. Più luminoso è, meglio è. Questo desiderio ardente aiutò una donna schizofrenica a uscire da un ospedale psichiatrico e ad alzarsi in piedi vivendo indipendente come manicure, godendosi la soddisfazione di produrre dita e unghie deliziosamente dipinte. Sebbene ci sia molto di più da condividere sulla motivazione, non è saggio farlo finché non introduciamo nella figura una seconda e altrettanto importante dimensione: la nostra fiducia nel successo in qualunque cosa vogliamo cambiare.

Se pensi di poter o pensi di non poter avere ragione , Henry Ford

Quando vogliamo davvero fare qualcosa, e crediamo anche davvero che possiamo farcela, la sinergia di motivazione e fiducia crea una spirale ascendente che è inarrestabile. Tuttavia, i dubbi su se stessi (AKA "I can not do it") ci fermano sulle nostre tracce. Mentre le buone intenzioni abbondano, guidiamo con i freni quando la nostra fiducia è bassa. Un famoso allenatore, Dave Buck, una volta disse che ciò che attira un cliente verso un allenatore è che la certezza del coach è maggiore del dubbio del cliente. La fiducia è spesso l'ingrediente mancante sulla strada da cambiare.

Quindi, anche se mi sarebbe piaciuto vincere una medaglia olimpica nello sci di fondo nei miei anni '20 e adoro la sensazione di un forte scivolamento ritmico attraverso la neve, non avevo il talento fisico necessario. Quindi la mia fiducia nel successo era zero su 10, portando anche la mia motivazione a zero. La maggior parte dei fumatori vuole veramente smettere di fumare, ma dubita della loro capacità di rompere sia la dipendenza fisica che psicologica, confermata da tentativi falliti. Così, invece di tenere acceso il fuoco motivazionale, accendono una sigaretta, godendosi la momentanea felicità di un momento di consapevolezza mentre si sentono male che non hanno la fiducia necessaria per smettere definitivamente.

Nel modello dell'esperto medico, i professionisti della salute si sono a lungo concentrati sulla fornitura di conoscenze e consigli. Mentre la conoscenza è preziosa e può aumentare sia la motivazione che la fiducia, è solo l'inizio. Uno dei motivi per cui la maggior parte delle persone riacquista il peso perduto entro due anni dalla dieta è che mentre lavoravano diligentemente per perdere peso, non aumentavano le capacità e la sicurezza necessarie per mantenere il loro peso più leggero. Molti investono in sessioni di allenamento personali e imparano come sollevare pesi in modo sicuro, aggiungendo forza e tono, ma non acquisiscono le capacità e la sicurezza per lavorare da soli.

Sto istruendo un cliente di nome Susan che ha il carcinoma mammario in stadio IV, e quando abbiamo iniziato si era avvicinata a rinunciare a forgiare una nuova vita. Per prima cosa decise di impegnarsi a trovare e seguire un nuovo scopo di vita, inizialmente a titolo di prova. Avendo avuto una lunga carriera nel settore immobiliare commerciale, reinventare la sua vita professionale all'età di 50 anni è sembrato molto al di fuori della sua zona di comfort. Susan intraprende alcuni passi iniziali con una mente aperta e recluta con cura un social network di supporto, partecipando diligentemente a tenere a bada le sue paure. Ha coraggiosamente raggiunto una conferenza nazionale sull'oncologia integrativa e ben presto ha creato un team e una visione per avviare una non-profit e raccogliere fondi per consentire ai malati di cancro di accedere alle risorse per supportare la crescita, proprio come Susan sta modellando. La motivazione di Susan ha superato inizialmente la sua fiducia. E poi rompendo il viaggio in piccoli passi che hanno funzionato bene, la sua fiducia è arrivata entro pochi mesi. Persino i suoi tumori ossei sono regrediti, aumentando ulteriormente la sua sicurezza. Ora Susan è inarrestabile.

Se ci stiamo allenando, imparando a meditare, a cucinare o a sviluppare una nuova pista nella vita, è importante creare sia fiducia che motivazione, così come Susan stiamo guidando verso il benessere senza i freni.

Segui Margaret Moore su Twitter: www.twitter.com/coachmeg

Solutions Collecting From Web of "Coach Meg – Guida con i freni"