Cinque modi per tenere al sicuro il tuo bambino dai tiri a scuola

Le riprese alla Arapahoe High School in Colorado, arrivate il giorno prima dell'anniversario della strage alla Sandy Hook Elementary School di Newtown, CT, ci ricorda che è sempre un buon momento per avere una conversazione seria con i tuoi figli riguardo sicurezza scolastica. Questi eventi, sebbene rari, stanno crescendo di numero, secondo una ricerca appena pubblicata dall'FBI.

La domanda su quanti dettagli inserire e quanta profondità coprire per questo problema è sempre una decisione appropriata all'età. Certamente non vuoi spaventare i tuoi figli più piccoli a non voler più andare a scuola perché temono di essere colpiti, ma non vuoi neanche che loro credano sempre che gli adulti della scuola possano fornire tutte le risposte o tenerle completamente protette . Funzionari del distretto scolastico e dirigenti, insegnanti e personale del campus stanno facendo del loro meglio per adattarsi a questo problema (cosa estremamente rara prima della Columbine nel 1999), quindi ha senso insegnare ai bambini a seguire le istruzioni quando li sentono ma per sapere che il loro primo ordine di protezione è se stessi.

La ricerca del Secret Service degli Stati Uniti del 2002 "Safe School Initiative" ci dice che nella maggior parte dei casi di violenza scolastica, il perpetratore si è impegnato in "fuga di terze parti", nel senso che lui o lei ha detto a qualcuno sul voler sparare a scuola. Non hanno detto al bersaglio; hanno detto agli altri l'obiettivo. Ricerche più recenti sulle ultime sparatorie a scuola suggeriscono che lavorano da sole e in genere fanno ingresso attraverso l'ingresso principale della scuola (come fece Adam Lanza a Sandy Hook). In quanto tale, ecco cinque strumenti salvavita per insegnare ai tuoi figli, soprattutto se hai studenti di scuola media e alta. Digli di:

Ascolta le chiacchiere del corridoio.

I tiratori della scuola non avvertono i loro obiettivi di ucciderli; dicono agli altri intorno a loro. Parte di questo può essere un grido di aiuto, che può portare allo studente, al conoscente o all'amico che sente queste minacce parlare del minacciato incollerito per aver usato la violenza. Oppure potrebbe causare agli amici del tiratore di convincerlo a usare la violenza. Queste minacce di terzi ("perdite") possono essere in risposta a essere vittime di bullismo o umiliati dall'obiettivo o dai suoi amici, venire dopo una perdita significativa nelle loro vite personali o scolastiche, o dopo una rottura romantica. Non dicono gli obiettivi perché temono le conseguenze e non vogliono essere fermati. Dicono agli altri di aumentare la loro fiducia, testare le acque dell'atto, ottenere supporto, essere provocatori o semplicemente vedere cosa può accadere. Il tuo bambino dovrebbe sapere di venire da te immediatamente se sente uno studente fare dichiarazioni per danneggiare se stesso o gli altri, in particolare ciò che non viene detto direttamente all'altra parte. Dovresti valutare le storie che ascolti e prendere la coraggiosa decisione di parlare con un preside, un amministratore distrettuale, un consulente, un insegnante o un funzionario della polizia / delle risorse scolastiche se ti viene assegnato. Mentre è vero che molte di queste minacce possono far parte della solita falsa spavalderia, molti incidenti che si sono conclusi con la violenza nei campus sono iniziati con minacce di terze parti.

Segnala ciò che sentono ad un adulto o usa una fonte anonima.

Dovresti anche dire a tuo figlio di avere il coraggio di parlare con un insegnante, consigliere, preside, guardia di sicurezza scolastica o ufficiale di polizia scolastica, se sentono parlare di altri studenti che parlano di pistole, feriscono o uccidono altri studenti, vendetta o qualsiasi altro linguaggio minaccioso, senza dover aspettare di dirtelo prima. Molte scuole hanno installato segreteria telefonica monitorata, linee telefoniche WeTip o Crime Stopper e persino account di social media che consentono agli studenti di creare rapporti confidenziali e anonimi. Per ogni 20 che sono falsi, ci può essere uno che è valido e l'opportunità di intervento può essere rapida e significativa dalle parti interessate della sicurezza e della sicurezza scolastica. La cultura del "non parlare / non essere un topo" può essere pervasiva e intimidatoria in qualsiasi campus scolastico. Dì a tuo figlio che non ha bisogno di temere di essere identificato come colui che ha detto ciò che è stato detto o sentito. I professionisti della scuola hanno molta familiarità con queste paure e stigmi e rassicureranno il bambino che possono agire senza dover coinvolgerlo nelle indagini.

Assumi il peggio dei rumori o degli eventi pericolosi.

Gli eventi cattivi o violenti iniziano con rumori cattivi o violenti. Se tuo figlio sente gridare o urlare (soprattutto dagli adulti), piangere o lamentarsi, adulti o altri bambini corrono verso di loro con sguardi spaventati sui loro volti, litigando voci usando toni più forti e più forti, o che possono sembrare "petardi" o "un auto backfiring ", hanno bisogno di lasciare l'area. Meglio immaginare più tardi che non era poi così grave essere coinvolti nel mezzo di un attacco.

Siate pronti a correre o nascondere.

Se assomiglia a una pistola-metallo e reale o di plastica e falso-o se suona come spari, devono scappare in un posto sicuro il più velocemente possibile. Per i bambini delle scuole elementari, questo significa che non devono lasciare il campus, ma uscire dall'area immediata e andare a trovare un adulto, soprattutto se possono andare in un'altra classe o edificio chiuso a chiave, lontano dalla possibile situazione di ripresa. Ai bambini delle scuole medie e superiori, di 'loro di lasciare l'area, incluso andare fuori dal campus se ciò sembra più sicuro in una vera emergenza, o andare in una stanza sicura nel campus con un insegnante, un consulente o un preside e aiutarli a bloccarsi e barricate la porta una volta che ci sono più studenti che sono al sicuro. Sul posto di lavoro, insegniamo ai dipendenti a seguire il protocollo nazionale "sparatutto attivo": Run-Hide-Fight. Questo significa lasciare l'area, andare in una stanza sicura, bloccare e barricare la porta, o contrattaccare con tutto ciò che hai fino a quando i poliziotti non arrivano. Nelle scuole, insegniamo solo la parte Run-Hide e lasciamo la lotta alla polizia in arrivo.

Evita i bambini cattivi

Alcuni bambini sono introversi (autore incluso) e alcuni bambini sono spettrali, sinistri solitari. Il tuo bambino conosce spesso la differenza, intuitivamente, di un bambino che gli dà una sensazione spiacevole a causa di un'allarmante mancanza di abilità sociali, meglio degli adulti del campus. Non puoi sempre scegliere gli amici di tuo figlio (che lo vedono molto più di te ogni giorno, a meno che tu non sia a casa), ma puoi parlare con tuo figlio di fare buone scelte e stare lontano da altri bambini che sono combattenti , bulli, eccessivamente aggressivi, teppisti, membri di bande, ladri, drogati, detentori di armi, violentatori cronici di regole e sfidanti di insegnanti. Ma mentre quelli rumorosi potrebbero voler causare problemi; i silenziosi, i disadattati sociali e i solitari arrabbiati o depressi possono voler prendere delle vite.

Il Dr. Steve Albrecht, PHR, CPP, BCC, è un oratore, un autore e un allenatore di San Diego. È membro del consiglio di amministrazione in materia di risorse umane, sicurezza e coaching. Si concentra su problemi dei dipendenti ad alto rischio, valutazioni delle minacce e prevenzione della violenza nella scuola e sul posto di lavoro. Nel 1994, ha co-scritto Ticking Bombs , uno dei primi libri di business sulla violenza sul posto di lavoro. Ha conseguito un dottorato in Business Administration (DBA); un Master in Security Management; una laurea in psicologia; e una laurea in inglese. Ha lavorato per il Dipartimento di Polizia di San Diego per 15 anni e ha scritto 17 libri su argomenti di business, risorse umane e polizia. Può essere contattato su drsteve@drstevealbrecht.com o su Twitter @DrSteveAlbrecht

Solutions Collecting From Web of "Cinque modi per tenere al sicuro il tuo bambino dai tiri a scuola"