Cinque modi per insegnare ai bambini la gratitudine

Non importa quante ambientazioni ci sono state per ospitare tre generazioni di Pruetts al nostro tavolo del Ringraziamento, tutti si sono seduti al tavolo per adulti o per bambini. Ogni celebrazione che posso ricordare è iniziata con mio padre, un pastore che raccontava a tutti di tenersi per mano e, a partire dal più anziano, condividere una cosa per la quale erano grati in questo giorno. Era difficile essere pazienti, seduti lì, con le bocche che si innaffiavano, e chiedendosi cosa avresti detto quando era il tuo turno. In questo semplice atto, abbiamo appreso che la gratitudine era ciò che ha reso questo pasto diverso da tutti gli altri. Sono stato sbalordito anno dopo anno da quanto seriamente tutti hanno preso questa accusa. Le risposte andavano dal sacro al profano, ma la lezione era chiara; le famiglie prosperano in segno di gratitudine.

The Goddard School
Fonte: The Goddard School

Tuttavia, la tua famiglia sceglie di festeggiare il Ringraziamento, è un'occasione importante per affermare valori che la maggior parte dei genitori spera (o desidera) che i loro figli sviluppino in modo naturale. La generosità della vita familiare – così ovvia sul tavolo della sala da pranzo – è meno ovvia per i nostri figli più piccoli, e la maggior parte di loro ha bisogno di un piccolo aiuto per vedere le connessioni tra ciò che condividiamo come famiglia e come ci sentiamo di appartenere a quella famiglia. Mentre i bambini sembrano avere una deriva naturale verso l'empatia, anche la compassione, sentirsi grati per quello che hanno è una vendita più dura. Gli adulti hanno bisogno di mettere questo in cima alla loro agenda, insieme a molta pazienza per questo innesto di alberello di prendere piede. Prima di iniziare, pensa al motivo per cui questo è importante per te e come ti sei comportato in quel modo. Condividi questi pensieri con il tuo partner e fai un piano su come vendere gratitudine come valore familiare ai tuoi figli, poiché è uno di quei valori umani desiderati che non si dispiegano sempre in modo naturale, come i nostri figli crescono.

Eccoti qualche idea per iniziare:

  • Esprimi regolarmente la tua gratitudine verbalmente. (Siamo molto fortunati ad avere nonna nelle vicinanze. Sono felice di avere un figlio come te nella mia vita. Tuo padre lo ha reso così facile per tutti noi.)
  • Esprimi gratitudine comportamentale. (Porta una casseruola a un vicino che è stato gentile o ha bisogno di qualche aiuto extra per qualsiasi motivo, anche meglio se i bambini ti aiutano a farlo. Quando i giocattoli mano-giù terminano il loro ciclo, fai correre una buona volontà con i bambini trainare.)
  • Rendi la generosità parte della routine della tua famiglia. (Quando le stagioni cambiano, raccogli i vestiti dall'armadio di tutti per donare o portare i prodotti in scatola alla mensa dei poveri locale).
  • Portate i bambini lungo le attività di raccolta fondi della comunità, corre, cammina, ecc. Spiegate loro perché questo è importante per voi. (Assicurati che incontrino gli organizzatori e capiscano lo scopo, se è personale, viene ricordato)

Considera questo: attività semplici pianificate regolarmente possono far sentire i bambini utili e apprezzati come donatori, non acquirenti, che è l'antidoto alla gratitudine). Queste sono le radici dell'autostima, non della ricompensa o della lode.

Il Dr. Kyle Pruett è Professore Clinico di Psichiatria Infantile presso la Yale School of Medicine e Educational Advisory member di The Goddard School, un franchising di educazione della prima infanzia e principale insegnamento dell'apprendimento prescolare attraverso il gioco (www.goddardschool.com).

Solutions Collecting From Web of "Cinque modi per insegnare ai bambini la gratitudine"