Cinque dimensioni di ADHD per adulti nel comportamento quotidiano

Gli individui con diagnosi di Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività (ADHD) hanno, in misura estrema, modelli comportamentali in cui sono disattenti e iperattivi e / o impulsivi. Fino a tempi relativamente recenti, l'ADHD di attenzione era considerato un disturbo che si verificava solo durante l'infanzia e poi gradualmente svanì. Ricercatori e clinici ora riconoscono che le persone con ADHD continuano a manifestare sintomi durante l'adolescenza e nell'età adulta. Anche se a un individuo non è mai stata diagnosticata la malattia da bambino, è possibile che i sintomi non siano stati correttamente identificati in età precoce. Insegnanti e persino consulenti potrebbero aver cancellato la disattenzione del bambino per altri fattori, mancando la diagnosi vera e propria. Forse il 4% degli adulti americani soddisfa i criteri diagnostici per questo disturbo, con un numero quasi uguale di uomini e donne che hanno questa condizione (Kessler et al., 2006).

Man mano che le persone invecchiano, i loro sintomi ADHD assumono una forma diversa rispetto a come possono essere apparsi durante l'infanzia. Mentre i bambini possono mostrare una maggiore evidenza di irrequietezza e impulsività, l'ADHD negli adulti comporta difficoltà nel mantenere il focus attentivo (Kessler et al., 2010). I sintomi dell'adulto ADHD si adattano a un'immagine coerente con i deficit del cosiddetto "funzionamento esecutivo", termini che gli psicologi usano per descrivere quanto un individuo può pianificare, organizzare e inibire pensieri irrilevanti. Le persone con ADHD adulto hanno più problemi nell'organizzare attività, commettere errori incuranti, perdere le cose e non sono in grado di dare priorità alle loro attività quotidiane.

L'esperto di ADHD Dr. Russell Barkley ha proposto una teoria nel 1997 di ADHD che continua a ricevere supporto oggi. Secondo Barkley, l'insufficienza cardiaca dell'ADHD è l'incapacità dell'individuo di inibire le risposte a causa di anomalie nella corteccia prefrontale e le sue connessioni con altre parti del cervello. La compromissione dell'individuazione della risposta da parte dell'individuo si manifesta in quattro aree di funzionamento: (1) memoria di lavoro, (2) interiorizzazione del discorso auto-diretto, (3) autoregolazione dell'affetto, motivazione e livello di eccitazione, e (4) ) ricostituzione: la capacità di scomporre i comportamenti osservati in parti componenti che possono ricombinarsi in nuovi comportamenti diretti verso un obiettivo. Inoltre, secondo Barkley, i bambini con ADHD non riescono a sviluppare un orientamento futuro e il senso del sé attraverso il tempo. Man mano che maturano nell'età adulta, le persone con ADHD sono a più alto rischio, a causa di queste carenze nel funzionamento esecutivo. di impegnarsi in comportamenti devianti o antisociali. In uno studio, gli adulti con deficit di funzionamento esecutivo avevano più probabilità di commettere atti antisociali e di essere coinvolti in infrazioni al codice stradale commesse durante la guida (Barkley & Murphy, 2011).

La ricerca di Barkley e Murphy (2011) non solo ha mostrato i rischi di avere ADHD per adulti, ma ha anche introdotto una nuova misura del funzionamento esecutivo associato con l'ADHD che chiede alle persone di valutare i propri comportamenti. Chiamati Deficit in Executive Functioning Scales (DEFS), i medici possono anche usare questo per confrontare le auto-valutazioni di una persona con le valutazioni che un parente, un coniuge o un amico intimo può fare con le stesse dimensioni. Impressionante, Barkley e Murphy hanno trovato una maggiore relazione tra questi self-rating del funzionamento e del comportamento esecutivo di tipo ADHD rispetto ai comportamenti e ai punteggi relativi agli ADHD derivanti da test neuropsicologici.

Il potenziale pericolo di avere persone che valutano il proprio funzionamento psicologico è che si diagnosticano eccessivamente. Il vantaggio di questo test, tuttavia, è che può essere utilizzato per aiutare le persone a ottenere informazioni sui comportamenti che potrebbero metterli in guai seri nel loro lavoro, nelle relazioni e persino nello stato legale. Non saltare alle conclusioni che, poiché mostri questi comportamenti, hai ADHD per adulti. L'importante caratteristica della scala del funzionamento esecutivo è che le persone possono mostrare più o meno di queste tendenze. Questa non è una scala diagnostica categoriale tutto-o-niente.

Con questo in mente, ecco le cinque scale di funzionamento esecutivo e un elemento campione di ciascuna:

1. Autogestione a tempo:
Capacità di gestire il tempo, pianificare, preparare le scadenze e lavorare verso un obiettivo.
Elemento di esempio: rifiuti o cattiva gestione del mio tempo

2. Auto-organizzazione e risoluzione dei problemi:
Avere difficoltà nell'organizzare pensieri, esprimere se stessi, pensare velocemente quando si incontra un evento inaspettato, trovare soluzioni ai problemi che si incontrano quando si tenta di raggiungere un obiettivo e capire come eseguire le attività in sequenza.
Elemento di esempio: spesso in perdita di parole quando voglio spiegare le cose agli altri

3. Autodisciplina:
Fare commenti impulsivi, non essere in grado di inibire le tue reazioni a cose che accadono intorno a te, prendere decisioni rapide senza considerare le loro conseguenze e agire senza pensare alle implicazioni.
Elemento campione: fare commenti impulsivi agli altri.

4. Auto-motivazione:
Sentirsi pigri o immotivati, aver bisogno che gli altri ti spingano a completare i tuoi compiti in tempo, senza impegnare a sufficienza un'attività per completarla con successo.
Elemento campione: Probabilmente per prendere scorciatoie nel mio lavoro e non fare tutto ciò che dovrei fare.

5. Auto-attivazione e concentrazione:
Essere facilmente distratti e frustrati, avere problemi a stare all'erta quando la situazione è noiosa, essere inclini a sognare ad occhi aperti, essere prontamente eccitato quando accade qualcosa di eccitante.
Elemento di esempio: non sembra che possa attirare la mia attenzione su letture, documenti, conferenze o lavori.

Per i medici che lavorano con adulti che hanno o sono sospettati di avere l'ADHD, il DEFS ha il vantaggio di essere meno costoso da ammettere e più strettamente correlato ai comportamenti reali che le persone con ADHD adulto possono dimostrare che metterli nei guai compresi atti criminali. Più sorprendentemente, tuttavia, è stato il fatto che i punteggi DEFS erano correlati a violazioni di guida tra cui il numero di incidenti, guida sotto l'influenza, violazioni di velocità e sospensioni di licenza. I test neuropsicologici eseguiti dal clinico non avevano questo potere predittivo.

Se ti riconosci in queste descrizioni, non saltare alla conclusione che hai ADHD per adulti. Tale diagnosi può essere fatta solo da un professionista della salute mentale. Tuttavia, se queste scale sembrano descrivere te o qualcuno che ami, potresti voler indagare ulteriormente con uno psicologo o un consulente.

Gli approcci comportamentali al trattamento dell'ADHD negli adulti possono avere un grande successo, in particolare quando sono orientati ad aiutare gli individui a identificarsi e quindi a concentrarsi su specifici target di cambiamento. Anche semplici strategie possono rendere più gestibili compiti e responsabilità quotidiane. Le liste di cose da fare, i quaderni e gli appuntamenti (o le loro versioni elettroniche) possono essere estremamente utili, specialmente quando gli individui sono rinforzati per aderire a questi comportamenti di autogestione. Poiché l'ADHD adulto può anche devastare le relazioni intime di un individuo, la consulenza matrimoniale o familiare può anche essere uno strumento terapeutico vitale.

Anche se non hai ADHD per adulti, sapere che hai alcuni dei problemi di funzionamento esecutivo identificati nel DEFS può aiutarti a gestire le tue routine con maggior successo. Se hai sintomi simili all'ADHD, è utile sapere che ci sono modi per superarli senza farmaci. Non devi essere bloccato con ADHD, o i suoi sintomi, per tutta la vita.

Seguimi su Twitter @swhitbo per aggiornamenti quotidiani su psicologia, salute e invecchiamento.

Sentiti libero di unirti al mio gruppo su Facebook, "Completamento a qualsiasi età", per discutere del blog di oggi o per porre ulteriori domande su questo post.

Si prega di consultare il mio sito Web, www.searchforfulfillment.com, dove è possibile ottenere ulteriori informazioni su personalità, autotest e collegamenti relativi alla psicologia e al Focus settimanale.

Copyright 2011 Susan Krauss Whitbourne, Ph.D.

Riferimenti

Barkley, RA (1997). ADHD e natura dell'autocontrollo. New York, NY Stati Uniti: GuilfordPress.

Barkley, RA, & Murphy, KR (2011). La natura dei deficit della funzione esecutiva (EF) nelle attività quotidiane negli adulti con ADHD e la loro relazione con le prestazioni nei test EF. Journal of Psychopathology and Behavioral Assessment, 33 (2), 137-158. doi: 10.1007 / s10862-011-9217-x

Kessler, RC, Adler, L., Barkley, R., Biederman, J., Conners, CK, Demler, O. ,. . . Zaslavsky, AM (2006). La prevalenza e le correlazioni di ADHD negli adulti negli Stati Uniti: risultati della replicazione del National Comorbidity Survey. The American Journal of Psychiatry, 163 (4), 716-723. doi: 10.1176 / appi.ajp.163.4.716

Kessler, RC, Green, JG, Adler, LA, Barkley, RA, Chatterji, S., Faraone, SV,. . . Van Brunt, DL (2010). Struttura e diagnosi del disturbo da deficit di attenzione / iperattività dell'adulto: analisi dei criteri dei sintomi espansi dalla scala diagnostica clinica ADHD per adulti. Archives of General Psychiatry, 67 (11), 1168-1178. doi: 10.1001 / archgenpsychiatry.2010.146

Solutions Collecting From Web of "Cinque dimensioni di ADHD per adulti nel comportamento quotidiano"