Cinque cose da non dire ai lutti

Photo by Kristin Meekhof

È probabile che tu conosca qualcuno che è in lutto o in lutto, e indipendentemente da quanto tu conosca questa persona o le circostanze del lutto, potresti chiederti solo cosa dire, perché mentre puoi avere le migliori intenzioni, alcuni commenti può causare danni non intenzionali e persino creare una spaccatura.

Ecco, quindi, sono cinque cose da non dire al lutto:

1. "Dagli tempo; ti sentirai meglio."

Il tempo è davvero solo il titolo di una rivista. Dopo aver parlato con più di 100 vedove per il mio libro e ai miei discorsi, posso tranquillamente dirti che non esiste una cornice temporale specifica per la guarigione. Ad esempio, solo perché sono trascorsi 12 mesi dalla morte di una persona cara, il defunto non si sveglia semplicemente in quella data e si sente di nuovo felice. Alcuni potrebbero persino sentirsi in colpa se non si sentono meglio entro un certo periodo di tempo, e commenti come questo non lo aiuteranno.

2. "Pensa pensieri positivi".

Tutti i buoni auspici e gli sforzi psicologici positivi non possono portare conforto agli emarginati. Salva i sorrisi e le banalità motivazionali per il tuo amico che corre una maratona, perché qui non è necessariamente appropriato. L'unica cosa in cui i familiari delle vittime sono positivi è la consapevolezza che stanno lottando e che la loro amata non è qui.

3. "Almeno hai i tuoi ricordi."

Questo può sembrare un commento innocente, ma quello che sente il lutto è che quei ricordi sono tutto ciò che hanno. Inoltre, le parole "almeno" possono sembrare come se stessero minimizzando la loro perdita. Inoltre, essere promosso a pensare ai ricordi del passato può effettivamente portare più lacrime.

4. "Questo ti renderà più forte."

Molte cose nella vita, incluso il lutto, possono creare un personaggio e trasformare una persona; tuttavia, questo non è il momento di incoraggiare lo sviluppo della forza emotiva. Superare un funerale può comportare un tributo fisico ai familiari delle vittime. Un commento come questo può essere percepito come insensibile e l'espansione di un set di abilità che include la forza non è in genere qualcosa a cui sono interessati i familiari delle vittime.

5. "Tutto accade per una ragione."

Questo commento può essere giudicato. E anche se non intendi che sia abrasivo, non puoi conoscere il futuro e non puoi conoscere il dolore più profondo di qualcuno. Molto probabilmente il defunto avrà molti momenti bui davanti a loro, e imporre un punto di vista filosofico per giustificare quei tempi difficili non è la cosa più utile.

Antonio Guillem/Shutterstock
Fonte: Antonio Guillem / Shutterstock

Cosa fare invece

Presentati per il lutto; non dare per scontato che ti raggiungeranno se hanno bisogno di aiuto. A volte, aiutare con le cose pratiche come le pulizie può alleviare lo stress e, a sua volta, aiutare i defunti. Inoltre, assicurarsi di prendere l'iniziativa di follow-up nelle settimane e nei mesi a venire. Molte persone fanno tali promesse a un funerale, ma pochi lo seguono, anche un duro sostegno sociale può essere una forza vitale positiva nella guarigione e sarà ricordato da coloro che lo riceveranno.

Kristin Meekhof è un assistente sociale, uno scrittore e un oratore di livello master con licenza. È co-autrice del libro A Widow's Guide to Healing con cover blurb di Deepak Chorpa, MD, FACP e Maria Shriver. Kristin contribuisce al libro Live Happy ed è autore di oltre settanta pezzi sul benessere per varie piattaforme. Nel marzo 2017 parteciperà alla conferenza CSW-61 delle donne delle Nazioni Unite presso la sede delle Nazioni Unite e parteciperà alla conferenza di scrittura della scuola di Harvard Medical.

Solutions Collecting From Web of "Cinque cose da non dire ai lutti"