Ciò che le riprese di Tucson (e simili atti di violenza) dicono di noi

Mia moglie, la figlia di 11 anni e il figlio di 7 anni e io stavamo tornando a casa da una giornata di sci l'8 gennaio quando abbiamo sentito su NPR delle riprese di Tucson. Inutile dire che siamo stati rattristati e respinti da questo insensato atto di violenza. Il mio cuore va a Gabrielle Giffords, a quelli uccisi nelle riprese e ai loro cari. C'è stato molto scritto dopo le riprese sull'uomo arrestato per le riprese – Jared Loughner – e sul possibile ruolo che un'amara retorica partigiana può aver giocato. Non ho mai incontrato Loughner e non sono un esperto politico, quindi eviterò questi argomenti. Piuttosto, voglio fare di questo un breve post su un aspetto della sparatoria che ha ricevuto meno commenti – che cosa dicono le riprese di Tucson (e simili atti di violenza) sul resto di noi?

Forse un titolo migliore per questo post sarebbe quello che diranno le riprese di Tucson sul resto di noi? Uso il tempo futuro qui perché a questo punto ho solo una previsione e solo il tempo dirà se la mia previsione sarà confermata. La mia previsione è che le riprese di Tucson riveleranno la capacità di recupero e il coraggio dello spirito umano. Abbiamo già sentito diversi membri del Congresso riportare le citazioni in cui affermano di essere comprensibilmente più preoccupati sulla scia della sparatoria, ma intendono continuare a incontrarsi con i loro elettori proprio come Giffords quando gli hanno sparato. Credo che il passato ci dimostri che in effetti i nostri rappresentanti al Congresso saranno resilienti e coraggiosi e, a lungo termine, non si renderanno meno disponibili per i loro elettori. Perché dico questo? Bene, sono andato in TV per un notiziario di Chicago il 12 settembre 2001 e ho predetto che, sebbene mi aspettassi una riduzione dei viaggi aerei in risposta a comprensibili reazioni di paura sulla scia degli attacchi dell'11 settembre, la storia ci dice di aspettarci tale riduzione essere temporaneo Sono abbastanza certo che il tempo ha dimostrato che la previsione è corretta. Anche se tutti noi sottoponiamo a procedure di screening molto più estese negli aeroporti fino ad oggi, sono abbastanza sicuro che dopo un paio di mesi di sostanziale calo dei viaggi aerei dopo l'11 settembre c'è stata una sostanziale ripresa dei viaggi aerei da quel momento. La base della mia predizione nel 2001 fu la conoscenza delle risposte dei londinesi al bombardamento prolungato di Londra da parte della Germania nazista durante la seconda guerra mondiale. Nonostante le diffuse previsioni degli psichiatri al tempo in cui il London Blitz provocherebbe panico di massa e provocasse un'enorme esplosione di fobie e altri disordini psichiatrici. In effetti, è difficile immaginare qualcosa di molto più spaventoso di subire un bombardamento aereo. Eppure, come riassunto nel classico libro di Jack Rachman intitolato Fear and Courage, la grande maggioranza dei londinesi subì straordinariamente bene i raid aerei. Sebbene le reazioni di paura di breve durata fossero comuni, contrariamente alle previsioni, sono state osservate pochissime reazioni fobiche prolungate. Uno dei miei mentori, Edna Foa, ha raccolto alcune prove importanti con Barbara Olasov Rothbaum, David Riggs e altri colleghi negli anni '90 in cui hanno seguito persone nel corso del tempo che avevano appena subito un'aggressione sessuale o un attacco non sessuale. Quello che hanno scoperto è che la maggior parte dei sopravvissuti all'assalto mostrava molti dei sintomi del disturbo da stress post-traumatico 1 settimana dopo l'assalto, ma che molti dei sopravvissuti hanno mostrato un recupero naturale da questi sintomi nel corso delle settimane e dei mesi successivi. In altre parole, quello che gli studi di Foa e l'esperienza dei londinesi durante il blitz della seconda guerra mondiale ci mostrano è che le persone sono generalmente molto resistenti e coraggiose.

Solutions Collecting From Web of "Ciò che le riprese di Tucson (e simili atti di violenza) dicono di noi"