Ciò che il tuo dottore non sa della dipendenza può farti del male

iStock Photo
Fonte: iStock Photo

Quando una madre di San Diego chiese al suo medico di famiglia aiuto per l'ansia che aveva provato per le lotte con la droga di suo figlio adolescente, ricevette alcuni consigli non richiesti.

"Mi ha detto di testare le urine di mio figlio e se è risultato positivo, di buttarlo fuori di casa", ha detto. "Non si parlava di trattamento per lui. Nessuna compassione. "

Fortunatamente, la madre aveva già predisposto la terapia comportamentale e la cura psichiatrica per il suo adolescente che lo stava aiutando a gestire il suo uso di sostanze e le problematiche che stavano dietro ", ma mi ha fatto chiedere quale tipo di danno il mio dottore stava facendo ad altre persone venute a lui con problemi di dipendenza. "

Purtroppo, la sua esperienza è tutt'altro che unica. Oltre a coloro che sono specializzati nella medicina delle dipendenze o nella psichiatria della dipendenza, i medici sono tenuti a sottoporsi a poco o nessun corso di formazione in medicina delle dipendenze, il che significa che quelli in prima linea nella cura del paziente sono spesso scarsamente pronti a riconoscere, prevenire o trattare problemi di abuso di sostanze o collegare i pazienti con trattamento speciale.

In uno studio del 2012 che ha esaminato il divario tra la scienza e la pratica della medicina delle dipendenze, il Centro nazionale sulle dipendenze e abuso di sostanze (il Centro) ha analizzato i requisiti degli esami di certificazione di diverse specialità mediche chiave e ha scoperto che la dipendenza era appena menzionata. I requisiti dell'esame per la medicina di famiglia, per esempio, toccano le sostanze che creano dipendenza solo come possibile argomento secondario in una sottospecialty facoltativa di medicina dello sport.

Non familiarità Razze Disprezzo

Quella mancanza di conoscenza può portare a un fondamentale fraintendimento della natura della dipendenza, che un crescente corpo di ricerca ora chiarisce è una malattia complessa che può cambiare la struttura del cervello e danneggiare la capacità di una persona di prendere buone decisioni e controllare gli impulsi. Mentre una cura rimane elusiva, la dipendenza può essere gestita e il recupero raggiunto.

Se un medico non ha familiarità con i meccanismi della dipendenza, è più probabile che incolpi gli utenti di sostanze per la loro situazione e li consideri deboli, manipolatori, indulgenti o demotivati ​​piuttosto che malati. Quella mentalità, che i pazienti spesso captano e che possono spingerli più a fondo nella vergogna e nella negazione, contribuisce a cure subottimali e risultati scadenti.

Megan O'Grady, PhD, ricercatore e direttore associato di ricerca sui servizi sanitari per il Centro, ha confermato il danno che si può fare. "La ricerca dimostra che uno scarso allenamento nella cura dei pazienti con dipendenza si riferisce alla scarsa fiducia tra i medici nella loro capacità o competenza nel trattare tali pazienti, atteggiamenti negativi nei confronti dei pazienti con dipendenza, pessimismo sull'efficacia del trattamento e bassi tassi di attuazione delle prove pratiche basate su screening, brevi interventi e trattamenti ".

Inoltre, poiché la cura delle dipendenze solo recentemente è diventata una parte necessaria della maggior parte delle polizze di assicurazione sanitaria – grazie all'effetto combinato della legge sull'affidabilità e delle leggi sulla parità – e perché è stata tradizionalmente trattata al di fuori della medicina tradizionale, molti medici continuano a tenere l'idea sbagliata che il trattamento della dipendenza non dovrebbe essere parte di cure di routine.

Questa posizione è resa ancora più inquietante dal fatto che quasi la metà delle persone che hanno risposto a un sondaggio nazionale ha affermato che se qualcuno vicino a loro avesse bisogno di aiuto per un problema di uso di sostanze, si rivolgerebbe prima a un operatore sanitario. Per oltre un quarto degli intervistati, quel professionista sarebbe il loro medico di base.

Un'epidemia di dipendenza

L'ignoranza sulla realtà della dipendenza non significa solo perdere le opportunità per risolvere i problemi, ma anche crearli.

Ora sappiamo, ad esempio, che uno dei fattori chiave dell'odierna epidemia di dipendenza da oppiacei della nazione è stata la commercializzazione aggressiva (e talvolta fraudolenta) degli analgesici prescritti dall'industria farmaceutica, iniziata negli anni '90 a medici la cui mancanza di addestramento alla dipendenza li ha resi vulnerabili alle piazzole di vendita.

I medici, che erano sempre più sotto pressione da un'industria medica in cambiamento per limitare il tempo trascorso con i pazienti, erano felici di credere, come lo erano i loro pazienti, che gli antidolorifici oppioidi rappresentassero un trattamento sicuro e facile per il dolore. Il risultato fu una massiccia sovraprescrizione di ciò che si scoprì essere droghe oppioidi estremamente avvincenti e pericolosi (abbiamo il 5% della popolazione mondiale e usiamo quasi tutta la sua fornitura di antidolorifici) e un'epidemia di dipendenze che ora sta aiutando a spingere verso quell'altro oppiaceo – eroina.

Le morti per overdose sono diventate la principale causa di morte accidentale negli Stati Uniti, il che significa accelerare la prevenzione, il riconoscimento e il trattamento della dipendenza è cruciale a tutti i livelli di assistenza medica.

Essere educato

C'è già stato qualche movimento in tal senso. Un protocollo chiamato SBIRT, che sta per Screening, Brief Intervention e Referral to Treatment, è stato incorporato nelle impostazioni di cure primarie come un modo per identificare i problemi di uso di sostanze nei pazienti e farli curare. Ma non ha mantenuto la sua promessa. Due recenti studi hanno concluso che non ha diminuito l'uso di droghe o aumentato l'impegno per il trattamento, anche se alcuni sostengono che la mancanza di dati positivi indica più la difficoltà nel misurare tale successo che non in eventuali carenze del programma.

Ma chiaramente, è necessario molto di più e la nazione sta iniziando a rispondere.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, ad esempio, hanno recentemente pubblicato linee guida per i medici che spiegano un approccio molto più conservativo alla prescrizione di oppioidi e un comitato consultivo della Food and Drug Administration statunitense a maggio ha votato che la formazione degli oppiacei dovrebbe essere obbligatoria per i medici.

La Casa Bianca ha anche messo il suo peso dietro lo sforzo di educare i medici, in particolare per quanto riguarda l'epidemia di oppioidi in corso. Un totale di $ 1,1 miliardi è stato stanziato per migliorare il trattamento della dipendenza da oppioidi, incluso il raddoppio del numero di medici addestrati a prescrivere la buprenorfina, un farmaco che si è dimostrato efficace nell'aiutare le persone a ridurre o interrompere l'uso di oppioidi.

In concomitanza con l'iniziativa della Casa Bianca, più di 60 scuole di medicina hanno annunciato che, a partire dall'autunno 2016, avrebbero richiesto ai loro studenti di sottoporsi a una prescrizione di istruzione.

Nel suo studio del 2012 sulla medicina delle dipendenze, il Centro nazionale sulle tossicodipendenze e l'abuso di sostanze ha riunito una lunga e completa lista di raccomandazioni per migliorare la cura delle dipendenze all'interno del sistema medico. Tra questi stavano assicurando che le competenze cliniche di base – cose come imparare come si sviluppano le dipendenze, le condizioni concomitanti che spesso le accompagnano e come i problemi di droga e alcol possono essere riconosciuti, prevenuti, trattati e gestiti – diventano componenti necessari di tutti gli studi di medicina, gli esami di licenza e i programmi di certificazione, e che i medici siano incentivati ​​a integrare lo screening e il trattamento nelle loro pratiche.

L'implementazione di tali raccomandazioni, ha affermato il dottor O'Grady, "contribuirà notevolmente a colmare il divario tra le percezioni dei medici sulla dipendenza e le prove riguardanti le sue cause e conseguenze e contribuirà a migliorare l'atteggiamento dei medici riguardo alla loro capacità e al loro dovere di aiutare i pazienti con problemi di uso di sostanze ".

Trovare aiuto per le dipendenze

Sebbene la ricerca mostri che i medici generici tengono spesso gli utilizzatori di sostanze in scarsa considerazione e li osservano con paura, sfiducia e rabbia, la buona notizia nello stesso studio è che imparare come funziona la dipendenza, arrivare a realizzare il trattamento può essere efficace e passare il tempo quelli con disturbi da uso di sostanze aumentano i livelli di considerazione per quei pazienti, e ciò migliora la cura e i risultati. L'istruzione, quindi, vale entrambi lo sforzo e un dovere.

Fino a quando tale educazione non diventerà una pratica standard, tuttavia, è consigliabile non assumere che il medico di base abbia la conoscenza, l'esperienza o la volontà di aiutare te o una persona cara con un problema di uso di sostanze se il bisogno arriva.

È importante porre domande in questo senso:

  • Hai una formazione formale per valutare le persone con problemi di droga e alcol?
  • Hai familiarità con il rinvio e il processo di trattamento della droga?
  • Ti senti a tuo agio nel lavorare con persone con dipendenze da droghe o alcolismo?

Se le risposte sono no, è il momento di cercare qualcuno addestrato in medicina delle dipendenze che sarà in grado di accelerare la realtà della malattia e gli ultimi progressi nelle pratiche di trattamento basate sull'evidenza.

La dipendenza è una malattia complessa e che richiede duro lavoro e persistenza da superare. Navigare sulla strada verso il recupero diventa molto più facile con una guida che non solo conosce la strada ma si impegna a fare il viaggio con te.

David Sack, MD, è membro del consiglio di amministrazione in psichiatria, psichiatria delle dipendenze e medicina delle dipendenze. Come CMO di Elements Behavioral Health, supervisiona una rete di centri per il trattamento delle dipendenze, guidata da psichiatri e addictionologists addetti alla dipendenza. Questi programmi includono Promises riabilitazione di lusso in California e riabilitazione dalla dipendenza da COPAC in Mississippi.

Solutions Collecting From Web of "Ciò che il tuo dottore non sa della dipendenza può farti del male"