Chi è realmente interessato a relazioni alternative?

Nel mio ultimo post, ho scritto sull'interesse delle persone per sesso a tre. Il pezzo suscitò molta curiosità e rese dolorosamente ovvio quanto poco sappiamo della psicologia della sessualità e delle relazioni alternative.

Poi, come se fosse un segnale, è appena uscito un nuovo articolo sulla non-monogenia consensuale, aggiungendo un altro tassello al puzzle che è il nostro desiderio sessuale.

Le relazioni non monogeniche consensuali (o apertamente) sono relazioni impegnate a lungo termine in cui i partner hanno un accordo esplicito per avere partner sessuali esterni e / o relazioni romantiche. Alcuni, come gli scambisti, sono più concentrati su più partner sessuali ; altri, come i poliamoristi, sono più concentrati su più relazioni d'amore , ma condividono tutti un impegno verso l' onestà riguardo alla loro non esclusiva – al contrario dell'approccio tipico del tradimento.

Ricerche precedenti hanno rilevato che, tra la popolazione eterosessuale generale, circa il 4-5% è impegnato in una qualche forma di nonmonogamia consensuale. Ma il desiderio di un tale accordo è limitato a questi dal 4 al 5 per cento, o ce ne sono molti altri che lo desiderano ma non osano cercarlo o non credono di poterlo mai trovare?

In uno studio appena pubblicato online prima della pubblicazione sul Journal of Social and Personal Relationships , Amy Moors e i suoi colleghi dell'Università del Michigan hanno esplorato atteggiamenti nei confronti di, e la volontà di impegnarsi, nonmonogamia consensuale tra 1.280 eterosessuali. * A differenza di molti studi simili, i partecipanti non erano studenti universitari: sono stati reclutati tramite siti di social network e avevano un'età compresa tra 18 e 67 anni. L'età media era di 23. Nessuno aveva esperienza di prima mano con consensuale nonmonogamia; erano single o in una relazione monogamica.

Quanti approvano?

Le relazioni apertamente non monogeniche sono altamente stigmatizzate nella nostra cultura. Quindi una domanda importante era: la gente pensa che sia accettabile per gli altri avere una tale relazione se così scelgono? Due domande nello studio hanno posto l'interrogativo su tali atteggiamenti generali nei confronti della nonmonogamia consensuale. I partecipanti hanno valutato le seguenti affermazioni su una scala da 1 ( fortemente in disaccordo ) a 7 ( fortemente d'accordo ):

  • Ogni coppia dovrebbe essere monogama.
  • Se le persone vogliono essere in una relazione apertamente / consensualmente non monogenica, hanno tutto il diritto di farlo.

Le valutazioni sono state mediate insieme in modo tale che più alto è il punteggio, più positivi sono gli atteggiamenti nei confronti della nonmonogamia consensuale. I risultati sono illustrati nella parte sinistra del grafico sottostante.

Nel complesso, l'atteggiamento nei confronti della nonmonogamia consensuale per entrambi i sessi era leggermente al di sopra del punto medio neutro della scala, indicando che per gli altri si trovava discretamente in grado di impegnarsi in relazioni aperte, se così avessero scelto. Infatti, oltre l'80% dei partecipanti ha scelto almeno un 4 su quella scala di 7 punti per la seconda affermazione.

Quanti sono interessati?

Solo perché le persone si sentivano a proprio agio con gli altri per determinare la disposizione delle relazioni che ha funzionato meglio per loro, non significa che siano esse stesse interessate ad avere un accordo aperto. Per valutare quest'ultimo, i partecipanti hanno valutato le seguenti quattro affermazioni su una scala da 1 ( fortemente in disaccordo ) a 7 ( fortemente d'accordo ):

  • Mi piacerebbe essere in una relazione non monogama.
  • Considero di essere in una relazione apertamente / consensualmente non monogama.
  • La monogamia è molto importante per me.
  • Se il mio partner voleva essere non monogamo, sarei aperto a questo.

Come potete vedere dalla parte destra del grafico sopra, l'interesse dei partecipanti a una relazione aperta era molto più basso della loro approvazione per gli altri. Gli uomini (media = 2,64) hanno ottenuto punteggi significativamente più alti delle donne (media = 1,99), ma nessuno dei due si è mai avvicinato al punto medio neutro della scala.

Tali mezzi bassi non sono affatto sorprendenti: siamo tutti socializzati a considerare la monogamia come la norma (con l'inganno come opzione disonorevole, ma non del tutto inattesa). La non-monogamia consensuale, d'altra parte, non è solo stigmatizzata, è anche piuttosto rara e pochissime persone hanno avuto l'opportunità di vedere, ascoltare o conoscere questa disposizione di relazioni come una possibilità.

Detto questo, ciò che è forse più sorprendente è il numero di persone in questo campione che hanno mostrato un certo interesse, per quanto lieve, in una relazione non monogama: attraverso le quattro affermazioni, tra il 23 e il 40 per cento degli uomini e tra l'11 e il 22 per cento di donne, ha scelto un 4 o superiore sulla scala a 7 punti. Questo è molto più del 4-5% degli adulti che attualmente sono impegnati in consensual nonmonogamy.

Quanti sono disposti a provare?

Ci sono molti modi diversi di essere "aperti", con ogni coppia che decide le regole specifiche che funzionano e non funzionano per loro. In questo studio, ai partecipanti è stato chiesto della loro volontà di impegnarsi in sei diversi tipi di accordi non monogamici, su una scala da 1 ( molto non voluta ) a 7 ( molto volenterosa ).

Tu e il tuo partner:

  • … può avere rapporti sessuali con chiunque voglia, usando i preservativi, senza vincoli, senza fare domande.
  • … andare insieme alle feste scambiste in cui i partner vengono scambiati per la notte.
  • … possono formarsi al di fuori delle relazioni romantiche, ma devono sempre essere meno importanti della relazione tra voi due.
  • … può avere rapporti sessuali con altri, ma mai la stessa persona più di una volta.
  • … possono avere rapporti sessuali e romantici con chi vogliono, ma non devono esserci segreti tra di voi.
  • … assumere un terzo partner per unirti a te nella tua relazione a parità di condizioni.

Simile all'interesse per la nonmonogamia consensuale in generale, la disponibilità a impegnarsi in questi specifici comportamenti non monogamici era piuttosto bassa sia per gli uomini (media = 2,33) che per le donne (media = 1,63). La differenza di genere era significativa e di dimensioni moderate (per gli smanettoni delle statistiche là fuori, Cohen's d era 0.63), ma non si avvicinava al punto medio della scala per nessuno dei due sessi.

Tuttavia, anche in questo caso, c'era una sostanziale minoranza di persone che erano ambivalenti o, in alcuni casi, molto disponibili, a provare queste soluzioni. Come il grafico sottostante illustra, attraverso i sei comportamenti, fino al 16% delle donne, e fino al 31% degli uomini sceglie 4 o più su una scala di disponibilità di 7 punti.

Ovviamente, questo non era uno studio rappresentativo della popolazione statunitense, e non possiamo generalizzare troppo oltre questo esempio abbastanza giovane, abbastanza liberale, disegnato su internet. Tuttavia, questi dati raccontano una storia di maggiore apertura e curiosità nei confronti della non-monogenia consensuale che forse mai prima nella recente storia occidentale, per quanto lieve o provvisoria possa essere.

* Alcuni di questi dati sono presentati nello studio; altri sono analisi aggiuntive che gli autori dello studio sono stati così gentili da fornire questo post.

Hai una storia di sesso casuale da condividere con il mondo? Ecco a cosa serve The Casual Sex Project.

Seguimi su Twitter @DrZhana per aggiornamenti quotidiani sulle ultime ricerche sul sesso, controlla il mio sito web o la mia pagina Facebook per ulteriori informazioni su di me, oppure iscriviti alla mia newsletter mensile per rimanere aggiornato con tutte le mie attività legate alla ricerca sul sesso .

Riferimenti:

Conley, TD, Moors, AC, Matsick, JL e Ziegler, A. (2013). Meno è, meglio è: valutare lo stigma che circonda le relazioni romantiche non normative. Analisi dei problemi sociali e delle politiche pubbliche, 13, 1-30. doi: 10.1111 / j.1530-2415.2012.01286.x

Mori, AC, Conley, TD, Edelstein, RS, e Chopik, WJ (2014). Attaccato alla monogamia? L'elusione prevede la volontà di impegnarsi (ma non l'impegno effettivo) nella non-monogamia consensuale. Journal of Social and Personal Relationships (online prima della stampa). doi: 10.1177 / 0265407514529065

Immagine del teaser: Shutterstock

Solutions Collecting From Web of "Chi è realmente interessato a relazioni alternative?"