Che ne dici di scrivere la poesia confessionale?

https://pixabay.com/en/to-write-machine-desk-flowers-1700787/
Fonte: https://pixabay.com/en/to-write-machine-desk-flowers-1700787/

Siamo a metà aprile, il mese della poesia nazionale, quindi è un ottimo momento per liberare le tensioni che potresti aver imbottigliato all'interno. Un modo per farlo è scrivere poesie confessionali. Si tratta di lasciar andare, sfruttare le immagini e le sensazioni e permettere alle tue emozioni di prendere il sopravvento. Questo potrebbe significare fare una confessione su qualcosa che non hai mai divulgato prima, o scrivere su come qualcuno ti fa sentire. Le poesie più commoventi sono scritte dal cuore e sono più emotive e meno cerebrali. Lasciar andare significa anche rallentare e fare una pausa mentre si è consapevoli di ciò che si sta agitando dentro di te.

Nel suo libro Risky Writing, Jeffrey Berman afferma che la vergogna è centrale nella scrittura rischiosa o confessionale. Gli operatori della salute mentale hanno spesso affermato che donne e uomini rispondono in modo diverso alla vergogna che potrebbe accompagnare la scrittura confessionale: gli uomini tendono ad arrabbiarsi e le donne tendono a diventare depresse.

Per alcune persone, iniziare una poesia è la parte più difficile, ma con la pratica diventa più facile. Per gli altri, come me, iniziare a scrivere un poema è la parte più facile perché mi spingo con un sentimento, emozione o immagine, e poi tutto inizia a svolgersi.

È meglio pensare a una poesia come a un gruppo di frammenti che si uniscono in uno solo. Pensa a ciascuna linea come a un frammento e cerca di mantenere l'attenzione su ciascuna linea su una singola immagine o emozione. Quando inserisci un'interruzione di riga, significa che stai dando una pausa naturale ai tuoi pensieri.

A volte, le mie migliori poesie si riversano quando mi ritrovo ad entrare in una sorta di trance mentre scrivo – quando il titolo o l'immagine vengono da me, e mi ritrovo a scrivere senza pensarci o fermarmi.

Gli scrittori sognano momenti come questo – quello che viene spesso chiamato "essere nella zona" – ma se entrare in questo stato non ti è facile quando stai provando a scrivere un poema, prendi in considerazione la pratica di alcune tecniche di auto-consapevolezza, che può essere abbastanza potente. Alcuni modi per diventare consapevoli di sé includono l'impostazione di un'intenzione per la tua giornata, la pratica della meditazione consapevole, il coinvolgimento in visualizzazioni guidate e l'avvio di un diario dei sogni che tieni vicino al tuo letto. Inoltre, può essere produttivo scrivere la prima cosa al mattino quando la tua mente è chiara e senza fronzoli.

A volte accendere una candela e meditare è un modo per invitare nella tua musa e, quando lo fai, potresti scoprire che le confessioni si riversano semplicemente da te. Ascoltare certi tipi di musica ispira anche alcuni poeti. Trovo che la musica strumentale sia la migliore.

Potresti provare diversi metodi per attingere al tuo lato creativo. Un mio amico ha scritto lettere a suo padre prima di sedersi a scrivere poesie. Sentire la presenza di suo padre ha ispirato sentimenti che voleva mettere giù sulla carta.

Duende è un termine coniato dal poeta spagnolo Federico Garcia Lorca e si riferisce a una qualità di passione e ispirazione. È una sorta di fuoco dietro la creazione di un poema. Per sentire questo fuoco, i poeti devono essere appassionati di ciò di cui stanno scrivendo. Duende può essere la forza trainante della scrittura di poesie confessionali e / o dolorose, evocando emozioni come rabbia, eccitazione o profonda tristezza.

Quando scrivi un poema con duende , significa che lo stai facendo con uno stato emotivo più intenso, che porta a creazioni potenti. Se sei in uno stato di duende, allora il poema che stai leggendo o scrivendo ti sta facendo ridere, piangere o riflettere. Stai incarnando le parole e ti stanno dando una reazione fisica di qualche tipo.

Prendi in considerazione la lettura delle opere di alcuni poeti confessionali che suscitano duende, come Anne Sexton, Sylvia Plath, Elizabeth Bishop, John Berryman e Robert Lowell. Sexton ha spesso confermato la relazione tra poesia e guarigione: "La poesia mi ha salvato la vita; mi ha dato la vita e se non fossi andato in giro per strada e abbia trovato la tua classe. . . Sarei davvero perso, "disse una volta al suo professore di poesie, John Holmes.

Anche alcuni cantautori, che sono poeti nel cuore, suscitano duende . Includono Bob Dylan, Tom Waits e Leonard Cohen. Tutti i buoni brani d'amore e le poesie devono avere duende perché l'amore non è mai privo di tristezza. La migliore poesia esamina il lato oscuro della vita e riconosce anche il lato più leggero della vita. Il contrasto tra l'oscurità e la luce è ciò che porta l'intensità in una poesia.

Ecco una richiesta di scrittura per provare:

Nella parte superiore della pagina del diario, scrivi "Confesso". Scrivi una poesia su qualcosa di cui ti senti appassionato, includendo il duende. Continua a scrivere e vedi dove ti porta la poesia.

Solutions Collecting From Web of "Che ne dici di scrivere la poesia confessionale?"