Che cosa è esattamente la cellulite? Cosce di ricotta

istock.com/Professor25/used with permission
La cellulite assomiglia alla consistenza granulare della ricotta
Fonte: istock.com/Professor25/used con autorizzazione

La cellulite, nota sotto il profilo medico come lipodistrofia ginoide, è considerata una malattia metabolica localizzata dello strato sottocutaneo della pelle, del derma e dei suoi piccoli vasi sanguigni. Nel corso degli anni, questi vasi si comprimono, provocando infiammazione, scarso drenaggio linfatico, proliferazione di tessuto fibroso, danni ai tessuti, irregolarità dello spessore della pelle e protrusione (erniazione) dei grassi attraverso gli strati della pelle. Alcuni ricercatori hanno definito la cellulite "una condizione di tessuto connettivo alterato" o "un'anormalità dell'architettura della pelle". Khan e i suoi colleghi, in un articolo in due parti del 2010 sul Journal of American Academy of Dermatology , descrivono la cellulite come "il risultato di numerosi cambiamenti ultrastrutturali, infiammatori, istochimici, morfologici e biochimici". Le aree primarie coinvolte – le cosce, l'addome e i glutei – acquisiscono la pelle irregolare, increspata e ruvida di un'arancia (peau d'orange) o la bava della ricotta. Sebbene considerata da alcuni un'anormalità, la cellulite è straordinariamente comune e si trova, in una certa misura dopo la pubertà, dall'85 al 98% delle donne (sebbene più spesso nelle donne caucasiche che asiatiche o nere). I ricercatori sottolineano che si tratta di una condizione estetica, anche se molto imbarazzante per la maggior parte delle donne, e non associato a mortalità o morbilità

La cellulite fu descritta per la prima volta negli anni '20 e pensò di essere correlata a uno squilibrio idrico. Più di 90 anni dopo, non sappiamo ancora molto sulla sua fisiopatologia o persino sul perché è visto principalmente nelle donne. Ci sono molti fattori che sembrano predisporre le donne a sviluppare la cellulite, inclusi fattori genetici, fattori ormonali (ad esempio, estrogeni) e scelte di vita (ad esempio mancanza di esercizio fisico, gravidanza, dieta ricca di carboidrati con aumento dei livelli di insulina, aumento di peso, eccessiva assunzione di sale , intervalli prolungati di sedersi o in piedi che interferiscono con il flusso sanguigno, ecc.) Anche se più diffusa e più estesa nelle donne obese, la cellulite si riscontra anche nelle donne di peso normale (cioè, indice di massa corporea normale, BMI) pure. L'aumento di peso, di per sé, può peggiorare l'aspetto della cellulite. La perdita di peso e la perdita di peso particolarmente significativa, possono migliorare il suo aspetto.

istock.com/AleksandarPetrovic/used with permission

La texture "peau d'orange" della cellulite

Fonte: istock.com/AleksandarPetrovic/utilizzato con permesso

Khan e i suoi colleghi sottolineano che tutti i trattamenti attualmente disponibili offrono solo "lievi" e, nel migliore dei casi, solo temporanei miglioramenti nell'aspetto della cellulite. Le modalità di trattamento comprendono varie creme topiche (incluse quelle che aumentano la formazione di collagene come i recettori attivati ​​dal proliferatore perossisoma (PPAR), il massaggio, le onde a radiofrequenza (usando una combinazione di stimolazione elettrica e termica che può essere dolorosa), ultrasuoni e persino laser. La luce pulsata intensa (cioè la luce nello spettro visibile) che utilizza l'energia termica, in combinazione con la crema a base di retinile, è stata anche provata, con un certo successo, per aumentare la produzione di collagene e ridurre la pelle irregolare di cellulite. La liposuzione, tuttavia, in generale, non è raccomandata come trattamento perché deve essere eseguita troppo vicino alla superficie della pelle e può risultare in un risultato estetico scadente e ancora più probabile, portare a complicazioni Altre tecniche invasive che richiedono un taglio chirurgico anche la pelle o l'iniezione di vari composti (ad esempio caffeina, teofillina, ormoni, vitamine, sostanze vegetali) negli strati sottocutanei della pelle non sono mmended in quanto possono portare a edema localizzato, sanguinamento, noduli teneri, infezioni, reazioni allergiche e persino irregolarità nell'aspetto esterno della pelle.

È probabile che il trattamento comporti alla fine la combinazione di diverse modalità. Ad esempio, l'ecografia, che può causare danni alle cellule adipose, da sola, non si è dimostrata efficace nel trattamento della cellulite, ma potrebbe avere un ruolo alla fine se associata ad altre terapie. Allo stesso modo, potrebbe esserci un ruolo nell'uso della terapia carbossi in cui l'anidride carbonica viene iniettata negli strati sottocutanei della pelle, o anche nell'uso selettivo della criolisi, cioè la distruzione della cellulite mediante esposizione al freddo, sebbene tutte le ramificazioni di questo la tecnica del tessuto adiposo non è nota. Un altro nuovo approccio teorico riguarda l'uso degli inibitori della fosfodiesterasi che aumentano la circolazione mediante vasodilatazione. Il più familiare, ovviamente, è il sildenafil, più comunemente noto come Viagra. Alcuni ricercatori suggeriscono che una forma topica di sildenafil possa alla fine essere sviluppata e avere un ruolo terapeutico nel trattamento della cellulite.

Nonostante la sua presenza ubiquitaria nella maggior parte delle donne, la cellulite rimane un enigma per i medici, non solo in termini di patofisiologia, ma anche in termini di trattamento efficace.  

Solutions Collecting From Web of "Che cosa è esattamente la cellulite? Cosce di ricotta"