Caso di studio: perché è improduttiva

Mr Sparkleson, DeviantArt CC 3.0
Fonte: Mr Sparkleson, DeviantArt CC 3.0

Dina ha un 130 QI, una laurea di Tufts, ed è stata licenziata o "licenziata" entro un anno da tutti e tre i ruoli di rappresentante delle vendite di moda e cosmetici che ha avuto da quando si è laureata. 1

È arrivata affermando che è stata lasciata andare perché i suoi datori di lavoro non hanno fornito abbastanza strutture o tutoraggio. Ma data la sua intelligenza e capacità di pensare in modo strategico, questo non aveva un buon odore. Odorava di responsabilità esternalizzante.

Abbiamo esplorato se il problema fosse che non le importava abbastanza dei prodotti che vendeva. Sì, a lei non importa molto di loro ma sentiva che non era l'intero problema.

Ho chiesto se il problema è che lei non è un tipo di vendita. Era d'accordo sul fatto che avrebbe fatto meglio in un ruolo più strategico e / o di gestione dei clienti, con il supporto del cliente, purché non si trattasse troppo di upselling. Ahimè, di solito è la chiave in questi lavori. Così abbiamo convenuto che parte del problema era che doveva passare a una posizione meno incentrata sulle vendite.

Abbiamo esplorato se la sua riluttanza a cercare un altro lavoro derivasse dal fatto che lei temesse un altro fallimento. Ha convenuto che era parte del problema e quindi abbiamo identificato alcune cose che avrebbe fatto in modo diverso la prossima volta, così avrebbe avuto la legittima speranza di avere più successo.

  • Avrebbe esaminato con maggiore attenzione i potenziali datori di lavoro: leggete tra le righe nella descrizione del lavoro e fate domande di approfondimento durante l'intervista e dopo aver offerto il lavoro.
  • Avrebbe cercato di far sì che il lavoro fosse modellato sui suoi punti di forza e le sue preferenze, specialmente quando è stata offerta ma non ha ancora accettato il lavoro.
  • Soprattutto all'inizio di un compito importante, lei pensava strategicamente, come un amministratore delegato, e sviluppa un piano di attacco ponderato. Se non è in grado di generarne una abbastanza buona, chiederebbe a un rispettato collega un aiuto.
  • Avrebbe creato una lista di controllo per compiti comuni difficili sul lavoro.

Ma Dina sentiva che tutto quanto sopra sarebbe stato insufficiente per garantirne il successo. Si è scoperto che un ingrediente mancante è che inconsciamente avrebbe razionalizzato il fatto che ogni singolo compito non fosse così importante e quindi, poiché non è sufficientemente motivata dalla realizzazione stessa, avrebbe procrastinato quei compiti o non li avrebbe fatti con sufficiente cura.

Questo deriva fondamentalmente dall'idea che è più alla ricerca del piacere che alla ricerca del risultato. Ha concluso che non cambierà quindi ha bisogno, almeno, di rimanere concentrata su compiti importanti.

Ahimè, lei dice che non è stata in grado di sondare coerentemente ciò che è importante. A tal fine, abbiamo convenuto che lei ha semplicemente bisogno di verificare periodicamente con il suo capo: "Cosa vorresti che dessi la priorità adesso?"

Ha poi detto che c'è ancora un altro fattore che sta mitigando il suo successo. Ha detto che soffre di depressione. Mentre è in gran parte smussata con i farmaci, lei sente che la demotivola ancora e la rende non resiliente dopo un fallimento. Ha detto che per tenere sotto controllo la depressione, ha bisogno di continuare ad allenarsi, smettere di guardare le navi e fare attività che la mantengano positiva, come cantare nel coro.

Dina ha concluso la sessione dicendo che ora, a 28 anni, si preoccupa abbastanza del successo e non di essere licenziata, che cercherà anche di essere più vigile per essere concentrata, per convocare quel 130 QI quando si fanno i compiti. Ricorderà a se stessa che non solo sarà la chiave per lei non essere "licenziata" di nuovo, ma potrebbe essere il miglior antidepressivo.

Vedremo se la sessione aiuta.

La biografia di Marty Nemko è su Wikipedia.

1 I dettagli non pertinenti sono stati modificati per proteggere l'anonimato del mio cliente.

Solutions Collecting From Web of "Caso di studio: perché è improduttiva"