Caregiver in Recovery- Un luogo di forza e speranza

www.caregiversinrecovery.com

Ristampa del Dr. J di un importante articolo di Kenny P.- Co-fondatore del Social Media Network …… .. In The Rooms

Quando ho avuto circa 5 anni di recupero, mio ​​padre è andato in ospedale per un'operazione relativamente semplice per rinforzare una brutta valvola mitrale nel suo cuore. I dottori hanno dichiarato di essere "praticamente pediatrico" all'età di 63 anni e che dopo un mese circa di riabilitazione fisica sarebbe guarito. Mio padre ha subito l'intervento chirurgico, ma 2 giorni dopo, mentre lo visitavo, ha avuto ciò che i medici hanno definito un "evento". Per dirla semplicemente, mentre i medici lavoravano su di lui, mio ​​padre andò senza ossigeno per quasi 12 minuti e fu lasciato in uno "stato vegetativo". Era poi in coma per circa altri 6 mesi.

Avevo appena avuto un bambino nuovo di zecca e ricordo sempre come ho imparato a pannolino il mio figlio appena nato mentre imparavo a fare il pannolino a mio padre. Quando mio padre uscì dal coma … tutti noi avremmo voluto essere tornato in uno. È diventato violento, molto lunatico e ha pianto costantemente. Aveva allucinazioni sia uditive che visive e aveva bisogno di assistenza infermieristica 24 ore al giorno per i successivi 6 anni e mezzo fino alla sua morte definitiva.

Questo è stato un periodo tremendamente doloroso nella mia vita così come nella mia guarigione. Allo stesso tempo, mia madre stava combattendo contro il cancro al seno, mio ​​fratello aveva il cancro ai testicoli, mia nonna morì improvvisamente e mio nonno doveva essere messo in una casa di cura a causa dell'Alzheimer. Quasi dimenticavo, dovevo fare un intervento chirurgico d'urgenza su un'ernia del disco a causa dell'inizio della paralisi.

Durante questo periodo, sono andato alle riunioni MORE NON meno. Sono anche andato a un gruppo di supporto per uomini in recupero e ho condiviso ciò che stavo passando ogni settimana. Anche così, ero su un terreno instabile. Avevo perso la fiducia nel potere più elevato che di recente avevo ritrovato qui nelle stanze. È stato solo per la grazia di Dio che non ho usato in questo periodo. Sono stato davvero fortunato!

Questo mi porta al punto di questo articolo. Molti di noi per un motivo o per l'altro si ritrovano nel ruolo di custodi durante la nostra guarigione. Ci prendiamo cura dei nostri figli, dei nostri coniugi e, a volte, dei nostri amici. Come noi, mentre una fratellanza invecchia, un numero incredibile di noi si prende cura dei nostri genitori. Ho molti amici che stanno vivendo momenti incredibilmente difficili con l'Alzheimer, il cancro, il diabete e tante altre malattie croniche.

Chi si prende cura degli assistenti? Cosa stanno facendo i caregiver per rimanere in contatto? Molti di noi si sono sentiti colpevoli di essere "downer" in un incontro positivo e non hanno voluto condividere il loro dolore. Abbiamo un gruppo qui InTheRooms dedicato al supporto del caregiver in fase di recupero.

Se stai attraversando un momento difficile ora O se hai già "superato la tempesta" e hai un po 'di esperienza e spero di condividere, clicca QUI e collegati a www.caregiversinrecovery.com

Grazie per avermi fatto condividere, Kenny P.

No Kenny, grazie per averci permesso di essere parte della tua storia sacra. E grazie a voi e RT per aver creato www.intherooms.com proprio per questo potente scopo.

Dr. Jamie, LCSW, CAP

Solutions Collecting From Web of "Caregiver in Recovery- Un luogo di forza e speranza"