Caramelle, costumi e spaventi. Oh mio!

Secondo la National Retail Federation, gli americani adorano Halloween così tanto che quasi 180 milioni di americani (72%) festeggeranno Halloween nel 2017. Si prevede che spenderanno 9.000 $ record in costumi, decorazioni, biglietti di auguri e caramelle. Da dove provengono questi atteggiamenti di Halloween? Perché gli americani amano così tanto Halloween?

Kane Icarus Lynch, used with permission.
Fonte: Kane Icarus Lynch, usato con permesso.

Caramelle e condizionamenti classici

L'associazione tra Halloween e abbondanti quantità di caramelle è senza dubbio dietro l'atteggiamento positivo di Halloween, dovuto al condizionamento classico (pavloviano). Lo so che da bambino ero privato di caramelle a causa di genitori malvagi che limitavano il mio accesso a dolcetti mentre mormoravano sciocchezze sul fatto che le caramelle non fossero buone per te. Ma ad Halloween, le guardie parentali sono scese brevemente mentre mia madre scatenava i suoi bambini per una baldoria di caramelle a buffet. Era un paradiso per bambini. E questa non è l'unica associazione positiva di Halloween. Molti di noi non dimenticano mai l'eccitazione di girovagare in costume in una notte di scuola autunnale, tra altri folletti di bambini che prendono caramelle gratis da estranei e tornano a casa per fare l'inventario del nostro bottino. È un'esperienza sociale emotiva distintiva, magica e positiva impressa nella memoria. Decorazioni di Halloween e dolcetti o scherzetti deliranti scatenano quei sentimenti positivi anche molti anni dopo.

Non tutti adorano Halloween, però. A seconda dell'esperienza personale o della tua cultura, potresti mancare di associazioni positive con il giorno. Ad esempio, alcuni cristiani lo associano al diavolo, al satanismo e all'occulto, e pensano che sia potenzialmente pericoloso invitare i bambini a giocare nel mondo degli spiriti e dei demoni.

Kan Icarus Lynch, used with permission
Fonte: Kan Icarus Lynch, usato con permesso

Costumi e abbassamento delle inibizioni

Quest'anno gli americani spenderanno circa 3,4 miliardi di dollari trasformandosi in supereroi, streghe, zombi, animali e fantasmi, tra le altre cose. I costumi possono essere liberi, portando ad un abbassamento delle inibizioni che si presta a più divertimento. Ma in alcune condizioni, feste in maschera e festival di Halloween alimentano comportamenti devianti. I miei studenti di psicologia sociale annuirono consapevolmente quando descrissi le selvagge feste di Halloween dei miei giorni universitari e spiegai che grandi gruppi, oscurità e costumi comprendono un potente cocktail di deindividuazione. Normalmente, siamo "individuati" in situazioni pubbliche, consapevoli di noi stessi come individui e agendo individualmente. Ma sentirsi emozionati e anonimi in un gruppo energico ci "deindividua" riducendo l'auto-consapevolezza e aumentando la consapevolezza del gruppo. Le persone deindividuate non agiscono come individui, ma come membri del gruppo che rispondono alle norme dei gruppi emergenti specifici per quel gruppo in quella situazione. Quando quelle norme situazionali suggeriscono che il comportamento selvaggio o deviante è appropriato, le persone possono comportarsi in modo inusuale per loro. I costumi, specialmente quelli che prestano a giochi di ruolo come vestirsi da personaggio, probabilmente contribuiscono alla deindividuazione in quanto aumentano i sentimenti di anonimato e noi "diventiamo" qualcun altro.

Kane Icarus Lynch, used with permission
Fonte: Kane Icarus Lynch, usato con permesso

La paura può essere divertente

Halloween è anche un periodo in cui abbiamo il permesso di giocare con la possibilità di cose spaventose, morte e mostruose che sfidano le leggi della natura. La sociologa Margee Kerr, la più grande esperta nello spavento di Halloween, osserva che la paura può essere divertente quando sappiamo che non è reale e alla fine ci sentiamo al sicuro. In queste condizioni, otteniamo un naturale massimo dagli ormoni e dai neurotrasmettitori rilasciati quando siamo spaventati, compresa la dopamina, lo stesso neurotrasmettitore che controlla i centri del piacere del cervello. Lo spavento iniziale stimola il sistema nervoso simpatico e inonda il corpo di questi prodotti chimici di lotta o fuga, ma poiché etichettiamo rapidamente il nostro risveglio come derivante da una falsa minaccia, lo sperimentiamo come piacevole. Certo, se siamo troppo giovani per sapere che lo spavento non è reale, può farci odiare quei film dell'orrore e le case infestate.

Solutions Collecting From Web of "Caramelle, costumi e spaventi. Oh mio!"