Cara, vuoi che io sia stabile o instabile?

"Sento la terra muoversi sotto i miei piedi,
Sento il cielo crollare,
Sento il mio cuore iniziare a tremare,
Ogni volta che sei nei paraggi. "Carole King

Le persone vogliono che le loro relazioni sentimentali siano stabili; vogliono che il loro amore profondo rimanga costante al suo livello iniziale iniziale. Tuttavia, le persone vorrebbero che il loro amore romantico fosse selvaggio e instabile nel senso di imprevedibile. Non vogliono darsi per scontati, come qualcosa di inanimato che rimane sempre lo stesso; vogliono che l'amore sia selvaggio ed eccitante. Questo può essere definito "il paradosso della stabilità". Quindi vogliamo la stabilità romantica o no?

Il paradosso della stabilità può essere considerato facendo riferimento a due diversi significati di stabilità: (a) duratura e ferma; e (b) liberi da cambiamenti o fattori dinamici. Il problema che voglio discutere qui è se l'amore può essere stabile nel primo senso, e tuttavia instabile nel secondo. In altre parole, le relazioni romantiche a lungo termine possono essere esilaranti e dinamiche, oppure tali rapporti sono condannati a essere noiosi e stagnanti?

Alla luce del ruolo cruciale che i cambiamenti giocano nel generare emozioni, l'instabilità del sistema mentale (oltre che fisiologico) è una caratteristica fondamentale delle emozioni. Le emozioni indicano una transizione in cui il contesto precedente è cambiato, ma nessun nuovo contesto si è ancora stabilizzato. Le emozioni sono come una tempesta: come stati instabili che indicano una certa agitazione, sono intense, occasionali e di durata limitata. Un'altra metafora popolare paragona le emozioni a un incendio. L'instabilità associata a intense emozioni è rivelata dalla loro interferenza con attività che richiedono un alto grado di coordinamento o controllo. Non si può facilmente infilare un ago tremando di paura o ribollendo di rabbia.

L'amore romantico è intrinsecamente instabile in due situazioni principali: (a) quando due amanti appassionati sono insieme o si pensano l'un l'altro, e (b) quando l'amore è irraggiungibile o ostacolato.

La prima situazione è così vividamente descritta nella canzone sopra di Carol King. Quando siamo in preda a un'emozione forte come l'amore romantico, le nostre facoltà intellettuali non funzionano più normalmente, con il risultato che "perdiamo la testa" e agiamo in modo irregolare. È improbabile che questo tipo di circostanze rimanga per molto tempo – dopo un po 'di tempo le persone si abituano al cambiamento e si comportano come al solito. La mancanza di cambiamento nelle relazioni a lungo termine è una delle maggiori difficoltà in molte (anche se non tutte) tali relazioni ed è particolarmente problematica in termini di desiderio sessuale.

L'opposto di essere emotivo è essere indifferenti, cioè essere apatici. Contrariamente alle persone emotive, le persone indifferenti sono insensibili e distaccate dai cambiamenti nella loro situazione; rimangono stabili di fronte a tali cambiamenti. La vita delle persone a bassa intensità emotiva è caratterizzata da resistenza, uniformità e mancanza di fluttuazione. La vita delle persone ad alta intensità emotiva è caratterizzata da bruschi cambiamenti, mutevolezza e volatilità.

L'instabilità emotiva è applicabile non solo al dominio personale, ma anche all'arena sociologica: le emozioni sono più intense nelle società instabili dove, per esempio, il regime può cambiare rapidamente o lo stato personale delle persone è soggetto a fluttuazioni. Nelle società stabili o statiche, la disponibilità di alternative difficilmente esiste, e quindi l'intensità emotiva è ridotta. L'invidia, per esempio, è meno intensa in una società del genere.

Analizzando le caratteristiche tipiche di emozioni e stati d'animo, i due continuum di base tipici della dimensione del sentimento, cioè il continuum di arousal e il continuum di gradevolezza, sembrano essere più rilevanti. Robert Thayer suggerisce di dividere il continuum di arousal in due tipi: uno che va dall'energia alla stanchezza e uno dal tempo alla calma. Quindi, abbiamo quattro stati d'animo fondamentali: calma-energia, calma-stanchezza, tensione-energia e tensione-stanchezza. Ciascuno di questi stati può essere associato a un certo punto del continuum di gradevolezza. Thayer considera lo stato di calma-energia come lo stato più piacevole, mentre la tensione-stanchezza è la più spiacevole.

Thayer indica che molte persone non riescono a distinguere tra l'energia di calma e l'energia di tensione poiché credono che ogni volta che sono energici, c'è un certo grado di tensione nella loro situazione. Thayer sostiene che l'idea di energia calma è estranea a molti occidentali, ma non a persone di altre culture. Egli fornisce la seguente citazione dal maestro Zen Shunryu Suzuki: "La calma della mente non significa che dovresti interrompere la tua attività. La vera calma dovrebbe essere trovata nell'attività stessa. È facile avere calma nell'inattività, ma la calma nell'attività è vera calma ".

L'idea di calma in azione è legata all'idea aristotelica di attività intrinsecamente preziosa in cui il nostro interesse si concentra sull'attività stessa, non sui suoi risultati (vedi qui e qui). Possiamo trovare la calma in un'attività intrinsecamente preziosa perché proviamo una profonda soddisfazione in tali attività e questo crea un senso di appagamento e calma – non stiamo cercando qualcosa di esterno per essere soddisfatti.

Sembra che il desiderio sessuale, che è un elemento importante dell'amore romantico, non possa essere stabile: per sua stessa natura è instabile. Il desiderio sessuale può essere stabile nel senso che si ripete da molto tempo. Gli altri aspetti dell'amore romantico – quello dell'amicizia, della felicità e dell'elogio positivo delle caratteristiche dell'amato – possono rimanere più o meno stabili nel tempo.

Dovremmo anche distinguere la calma emotiva dall'indifferenza. Mentre il primo si riferisce all'assenza di eccitazione, il secondo indica l'assenza del continuum di piacevolezza. Le emozioni sono l'opposto di essere indifferenti. L'amore è un buon esempio in questo senso. L'amore implica prendersi cura, essere sensibili all'altro e non essere indifferenti. Gli amanti preferiscono i loro amati ad arrabbiarsi con loro piuttosto che essere indifferenti nei loro confronti, poiché la rabbia, per quanto negativa, denota coinvolgimento e coinvolgimento con l'altro. Gli studi dimostrano che i bambini possono far fronte alla rabbia dei loro genitori molto più che all'indifferenza dei loro genitori; tale rabbia può essere spaventosa, ma l'indifferenza o l'ignoranza è molto peggiore in quanto è indicativa di mancanza di interesse e di abbandono.

Per riassumere, la presenza di situazioni di energia calmo indica che una relazione stabile non deve necessariamente essere associata con ottusità e mancanza di eccitazione. Nelle relazioni durature, la stabilità non implica necessariamente una mancanza di caratteristiche dinamiche o stimolanti. Al contrario, l'unico modo in cui l'amore romantico può durare a lungo è preservare il suo valore intrinseco, con cui intendo quelle attività che migliorano ulteriormente la crescita personale di ciascun partner.

Le considerazioni di cui sopra possono essere incapsulate nella seguente affermazione che un amante potrebbe esprimere: "Cara, amo la stabilità della nostra relazione, ma per favore, quando mi guardi per prima cosa al mattino, potresti essere meno stabile e un po 'di più eccitato?"

Solutions Collecting From Web of "Cara, vuoi che io sia stabile o instabile?"