Cara, mi ami perché ci siamo incontrati quando eri solo?

"Se hai paura della solitudine, non sposarti." Anton Cechov
"La solitudine e la sensazione di essere indesiderati è la più terribile povertà." Madre Teresa

Amare qualcuno dipende dalle circostanze dell'incontro iniziale? Se il senso di solitudine è un fattore cruciale nella scelta di un partner, significa che la relazione è un compromesso? L'amore che viene generato in questo modo può durare a lungo?

L'intensità emotiva dipende dal modo in cui valutiamo il significato degli eventi. Sebbene le emozioni derivino da un evento di richiamo immediato, la loro intensità dipende da più ampie serie di circostanze che suscitano la nostra sensibilità a un tale evento. L'amore di Peter per Barbara dipende molto dalla sua attrattiva e cura, ma dipende anche da varie circostanze di fondo rilevanti per la sua situazione iniziale quando si sono incontrati; per esempio, se fosse in una crisi personale o se Barbara gli ricordasse la sua ex ragazza.

Le varie variabili di intensità possono essere divise in due gruppi principali, uno riferito all'impatto percepito dell'evento che suscita lo stato emotivo e l'altro alle circostanze di fondo degli agenti che sono coinvolti nello stato emotivo. Le principali variabili che costituiscono l'impatto dell'evento sono la forza, la realtà e la rilevanza dell'evento; le principali variabili che costituiscono le circostanze di fondo sono la responsabilità, la prontezza e la meritevolezza.

Il primo gruppo di variabili può essere considerato per affrontare le valutazioni primarie, poiché sono direttamente rilevanti per il nostro attuale benessere. Si riferiscono all'impatto diretto dell'evento emotivo su di noi. Il secondo gruppo affronta le valutazioni secondarie nel senso che si riferisce a circostanze di fondo che non sono direttamente rilevanti per il nostro attuale benessere.

L'intensità emotiva può essere elevata anche se mancano le valutazioni secondarie. Un serpente può suscitare paura, indipendentemente da variabili di fondo come la nostra responsabilità personale, prontezza o meritevolezza. D'altra parte, l'assenza di valutazioni primarie che costituiscono l'impatto dell'evento può impedire la generazione di un'emozione. Allo stesso modo, quando le valutazioni primarie sono molto forti, il peso delle valutazioni secondarie può essere significativamente ridotto. Quando una figlia viene uccisa in un incidente, la questione se la figlia o qualcun altro fosse responsabile dell'incidente è spesso meno significativa per l'intensità del dolore.

I due gruppi di perizie sono evidenti nell'amore romantico. L'impatto dell'evento si riferisce, per esempio, alle virtù e all'attrattiva dell'amato, alla realtà dell'amato (ad esempio, se è pura fantasia o una persona reale che mi vuole davvero), e alla rilevanza dell'amato per il mio benessere o immagine di sé (ad esempio, se lei è percepita come "sopra" o "sotto" di me). Le valutazioni secondarie, riferite alle circostanze di fondo, sono evidenti anche nell'amore romantico. Si riferiscono, ad esempio, alla quantità di sforzo investito nel generare la relazione romantica (quindi, "giocare duro per ottenere" costringe l'altra persona a investire un sacco di sforzi nel generare la relazione, l'aspettativa di incontrare una tale persona, e se si era soli o in crisi personale al momento dell'incontro iniziale.

Il ruolo delle valutazioni secondarie è significativo nel generare la relazione romantica, ma meno nel mantenerla a lungo. Quando sei coinvolto in una relazione romantica a lungo termine, le valutazioni primarie sono più importanti in quanto si riferiscono al tuo benessere attuale e futuro. La natura della persona è più importante a lungo termine rispetto alle circostanze in cui hai incontrato.

Quando le persone si innamorano, sono spesso inconsapevoli delle differenze tra i due tipi di valutazione e credono che il loro amore si basi principalmente sulle valutazioni primarie riferite alla natura dell'amato. Comprendere il ruolo delle valutazioni secondarie, come la mia solitudine nel momento in cui ci siamo incontrati, potrebbe indicare che la persona scelta è un compromesso per me. Questa persona è semplicemente buona per quelle circostanze iniziali davvero uniche, ma in nessun modo ciò indica] quanto sia adatta una relazione con la persona in termini della nostra felicità a lungo termine. Relazioni basate su circostanze specifiche potrebbero essere convenienti, ma possono anche illuderci nel rifiutarci di riconoscere se la nostra scelta è un compromesso.

Questa illusione può essere innocua se le prime valutazioni iniziali riflettono effettivamente la qualità della persona nel lungo periodo. In questo caso, l'amore generato dalla solitudine può essere mantenuto anche nel lungo periodo. Quando questo non è il caso, il maggior peso attribuito alle variabili primarie a lungo termine può essere fatale per la relazione. Se le persone si rendono conto di questo, possono considerare il loro partner un compromesso con il quale non vogliono continuare.

Alcune persone potrebbero rendersi conto della natura del compromesso proprio all'inizio, ma poiché il significato delle variabili primarie, come la natura dell'amato, è di minore impatto in queste fasi iniziali, potrebbero ignorare il danno che tale compromesso suggerisce .

Per quanto riguarda la domanda nel titolo dell'articolo, "Mi ami ancora perché ci siamo incontrati quando eri solo?" La semplice risposta, se abbiamo a che fare con una relazione romantica a lungo termine, è "No". La solitudine, tra pochi altri fattori, potrebbe aver generato l'amore, ma non può sostenere l'amore per molto tempo. Per questo, sono le virtù del partner che svolgono il ruolo principale. Ma se la solitudine era solo un fattore che facilitava l'iniziazione della relazione, e quindi altre caratteristiche degne sono diventate evidenti, questa solitudine può generare una relazione profonda a lungo termine. Un punto di partenza poco promettente non impedisce necessariamente un enorme successo e, nel caso delle relazioni, potrebbe portare ad un amore profondo e genuino.

Le considerazioni di cui sopra possono essere riassunte nella seguente affermazione che un amante potrebbe esprimere: "Cara, anche se mi sono innamorato di te perché ero così solo e triste quando mi hai incontrato, e mi hai tirato fuori da quella situazione miserabile, amore mio per te è basato su quello che sei per me ora. E aumenterebbe notevolmente questo amore se mettessi giù il water, ci cucinassi un buon pasto ogni tanto, aggiustassi l'impianto idraulico, divertissi a fare la spesa e non dimenticassi mai di farmi i complimenti. È troppo chiedere te, cara? "

Solutions Collecting From Web of "Cara, mi ami perché ci siamo incontrati quando eri solo?"