Capire le radici della "cultura bullo" politica

wikimedia
Fonte: wikimedia

Facebook rimane ancora un centro di social media che i dinosauri come me possono padroneggiare. E così, rimane uno strumento di comunicazione per la folla più anziana. Mentre le elezioni si muovono al rallentatore verso di noi, la mia pagina FB professionale è stata dedicata a cercare di umanizzare Hillary ei suoi sostenitori verso l'inferno deciso a odiarla e / oa amare Trump. Il mio obiettivo è stato quello di modellare e incoraggiare discussioni costruttive, produttive e civili, per alleggerire la convo, creare connessioni comuni e aiutare il sentimento frustrato sentito.

Quello che ho trovato cercando di aiutare le persone ad accettare la "possibilità" di un presidente donna è per coloro che lo sostengono con forza e la condannano, non c'è empatia per lei. Coloro che la sostengono sono anche considerati malvagi e sono accusati di trascurare l'umanità nel suo complesso per aver promesso i suoi voti a lei su di lui.

La rabbia velenosa per lei e su di lei sulla mia pagina va di pari passo con un altro tema che è emerso ripetutamente: Trump conosce cose che renderanno magicamente migliore la vita dei suoi sostenitori. Fatti, ragione e logica non hanno nulla a che fare con ciò. È la versione online di chi può tenere le dita nelle orecchie e "urlare" più forte e più a lungo mentre lanciano minacce e insulti finché l'altra parte non si ritira.

Invece di essere in grado di impegnarsi in un dialogo rispettoso, è un pozzo senza fondo di bruttezza; i commenti che evocano l'intimidazione, il sospetto, la paura e la vergogna sono dilaganti. Ci sono chiari tentativi di convincere le persone cyber-bullo a votare per lui o attaccare il loro personaggio per sostenerla. I miei ripetuti appelli alla civiltà sembrano creare ancora più disprezzo e mancanza di rispetto, e ci sono minacce alla mia licenza e numerose domande sulla mia etica e professionalità. C'è rabbia rabbia nei ranghi, e per alcuni, è anche primordiale, come se garantire la vittoria di Trump è preservare "umanità" e "storia", a tutti i costi.

Nei media, in tutto il paese e attraverso il genere, ci sono persone che negano con veemenza qualsiasi disgusto, o persino disagio che il nostro prossimo comandante e capo potrebbe essere femmina. Piuttosto, affermano che il loro odio per Hillary non ha nulla a che fare con il suo essere donna, e tutto a che fare con quanto sia orribile, corrotta e malvagia. Per settimane ho incoraggiato, partecipato e, quando possibile, monitorato, censurato e modificato gli intensi commenti e le risposte sulla mia pagina. Tra i sostenitori di Trump che suonano, c'è un rifiuto totale di riconoscere anche un suo attributo positivo o di ammettere un suo difetto. Ogni opportunità viene colta per abbattere Hillary, per denigrarla e per diffamare suo marito, il nostro ex presidente di otto anni sotto il quale molti di noi hanno sperimentato pace e prosperità.

L'implacabile disprezzo per il segretario Clinton, suo marito e sua figlia, insieme a un'estrema, cieca riverenza per Trump e la sua famiglia rendono dolorosamente evidente che sotto la "liberale" contro la scelta "conservatrice", al più alto livello, alcune persone sono solo non è in grado di accettare una figura di autorità femminile. Hanno cortocircuito a questa possibilità, o non sono cablati per quella possibilità, punto.

Per molti sostenitori di Trump, la radice del loro vetriolo può trovarsi nelle prime relazioni e esperienze che li hanno plasmati. Nelle situazioni in cui i bambini vengono abusati o trascurati, crescono in case povere dove la rabbia, la paranoia e la paura già dettano il clima familiare, è spesso la madre o la figura materna che assorbe la colpa di come la vita non sia sicura ed è. Storicamente, è stato compito della madre proteggere, lenire e migliorare le cose. Per molti sostenitori di Trump, è possibile che la loro figura materna fosse deludente, assente, minacciosa, non supportata, inefficiente, offensiva o benigna, ma subordinata a figure di autorità maschili. Essere privi di una sana figura materna o di associazioni positive alle femmine può facilmente e facilmente contribuire all'orrore e al disgusto che si sta esprimendo su una persona che ha sicuramente dei difetti, ma è anche moglie, madre e nonna e che ha coniato la frase , "Ci vuole un villaggio per crescere un bambino."

La rabbia irrazionale a cui è sottoposta Hillary Clinton è destinata a molte madri deludenti là fuori. E per alcuni non si tratta di una figura materna, ma è un'impossibilità di calcolare che una donna potrebbe essere presidente. In entrambe le situazioni, non sono necessariamente consapevoli del fatto che essere donna è un fattore, poiché è stata sepolta da una tale litania di accuse, omicidi di personaggi e una valanga di email inesorabile che non solo nasconde il suo genere, ma la disumanizza del tutto.

Questa elezione attinge a una primitiva formazione secondo la quale una donna non può essere il comandante in capo degli uomini. E, non è un fenomeno esclusivamente vissuto dagli uomini. L'incapacità di calcolare che una donna potrebbe essere il capofamiglia "ufficiale" è un sistema di credenze strutturato che è stato incorporato in molte persone, spesso non per colpa loro perché quella era l'impronta lasciata su di loro dal loro primo o successivo formativo relazioni, esperienze e credenze. Ciò a cui sei esposto attraverso il corso della tua vita, la tua biologia personale e come è stata espressa la tua percezione delle donne come figure autoritarie; come si è spostato, evoluto, ampliato o costretto nel tempo determina la soglia personale per accettare una donna comandante e capo.

Di nuovo, non è la "colpa" di nessuno che molte famiglie che hanno modellato le convinzioni degli elettori siano state organizzate attorno a principi religiosi e tradizionali. In molte religioni, a Dio viene fatto riferimento e vissuto come maschio, la prima donna è stata creata dalla costola di un uomo, e attraverso il tempo e la tradizione, in molte famiglie, l'uomo è sempre stato considerato capofamiglia, capofamiglia e protettore, mentre la donna è un sistema di supporto educativo. Quando la tua vita – il tuo mondo, indipendentemente dal tuo genere è stato orientato verso un'aspettativa specifica del ruolo di "uomo", rende inconcepibile l'idea di una donna responsabile. Da questa prospettiva, Hillary sta uscendo dal suo posto. La sua difesa richiede di combattere una cultura prepotente che, per questi motivi e altro, non può vedere oltre il suo cablaggio patriarcale.

Non importa come si vota, questa elezione è stata un pozzo nero di rabbia, privazione del diritto di voto, intimidazione e tattiche intimidatorie. La quantità di false accuse, che promuovono e assecondano la paura, la paranoia, l'inganno e la travolgente verità con le menzogne ​​vanno oltre qualsiasi cosa che abbiamo visto prima. È impossibile comprendere questo livello di veleno nei confronti di un candidato alla presidenza, senza rispettarne le basi psicologiche primarie; la paura che in qualche modo il genere maschile stesso venga annientato se vince.

Solutions Collecting From Web of "Capire le radici della "cultura bullo" politica"