Campus Rape

Google images
Fonte: immagini di Google

Secondo la Task Force della Casa Bianca per proteggere gli studenti dall'assalto sessuale, una donna su cinque viene aggredita sessualmente al college. La stragrande maggioranza delle vittime di stupri nel campus conosce i loro aggressori, ma meno del 5% viene riferito alle forze dell'ordine. È più probabile che gli studenti si rivolgano ai consigli di disciplina della scuola per aiutare a prevenire i reclami per stupro di data e molestie. Sebbene le università possano aiutare a prevenire i reclami di molestie espellendo l'autore, impedire che lo stupro di data presenti un altro problema.

Il problema è che le università hanno pochissima leva per prevenire l'aggressione sessuale mentre gli studenti sono sotto l'influenza di alcol o droghe. Il National Institute on Alcohol Abuse riferisce che 4 studenti universitari su 5 bevono alcolici e circa la metà di quelli che bevono alcolici consumano eccessivamente. E, degli oltre 97.000 studenti vittime di violenze sessuali o di stupri di data, la stragrande maggioranza era sotto l'influenza.

Quello che abbiamo, quindi, è un problema di salute mentale. Perché 2 studenti su 5 bevono eccessivamente? Perché 599.000 studenti ricevono ferite non intenzionali mentre sono sotto l'influenza; e perché tra l'1,2 e l'1,5 per cento degli studenti tenta di suicidarsi a causa del consumo di alcolici o di droghe?

Come riportato in un precedente blog, Exploring Addictions: Riducendo il binge college college, è stato suggerito che spesso beviamo per alleviare lo stress di dover soddisfare le richieste di figure di autorità. Il primo sorso o il primo tiro possono trasportarci in uno stato meno stressante. E, mentre siamo in questo stato di remissione dello stress, ci sentiamo meno inibiti e non sappiamo quando fermarci. Ogni motivo è stato messo da parte. L'irrazionale prende il sopravvento, libero dagli altri che ci dicono cosa fare. Diventiamo avversi al rischio, socialmente amorali e alla mercé dei nostri istinti di base.

Mi viene in mente Susan, una matricola di diciotto anni a casa per le vacanze. Sua madre, Gertrude, era una donna mondana e molto orgogliosa del fatto che Susan fosse accettata da un college di grande prestigio. Il padre di Susan, Myles, era a capo di una società di contabilità e maniaco del lavoro. Susan voleva abbandonare il college e diventare parrucchiera, con grande dispiacere dei suoi genitori. Sua madre ha portato Susan a vedermi durante le vacanze e Susan, dopo la resistenza iniziale, ha iniziato a raccontare la sua storia.

Susan ha affermato che sua madre era sempre stata un vero "sport di guastare", insistendo sul fatto che Susan tornasse subito a casa da scuola, che non arrivassero amici a casa, completassero i compiti, pulissero i piatti dopo cena, facessero più compiti e andassero a letto. Susan ha affermato che suo padre era un "vero falso", che recentemente aveva subito una conversione religiosa e andava in giro a chiedere ai suoi amici e parenti: "Conosci Cristo?"

Susan mi ha detto che non vedeva l'ora di andarsene da casa e andare al college. Ha detto di sentirsi sempre socialmente inibita, ma all'università è stata accolta in una confraternita e ha iniziato a sentirsi socialmente accettata. Un sabato sera, prima di partecipare a una festa in una casa di fraternità, uno dei suoi nuovi amici ha riunito il gruppo per far scoppiare una pillola, che si dice sia la cosa più divertente per divertirsi in una festa di fraternità. Susan, insieme agli altri ha preso la pillola. E alla festa, sentendosi completamente disinibita, divenne selvaggia.

Susan non tornò alla casa della sorellanza fino a poco prima dell'alba e rimase malata tutto il giorno con una sbornia. Ma circa un mese dopo, scoprì che era incinta e non sapeva chi fosse il futuro padre. Susan ha chiesto il mio aiuto per informare sua madre.

Ho avuto trepidazioni riguardo alla risposta di sua madre ed ero pronto a passare l'intero pomeriggio con lei. Gertrude urlò e ululò così forte, e così a lungo, che le persone negli uffici adiacenti dovettero evacuare. "Perché?" "Perché?" "Perché?" Muggì Gertrude. "Che cosa ho fatto per meritarmi questo?" Singhiozzò Gertrude.

Ho detto a Gertrude che sebbene Susan fosse stata compiacente durante la crescita, non era mai stata esposta alle esigenze dell'adolescenza e delle situazioni adolescenziali per imparare come prendere le proprie decisioni. Inoltre, sia mamma che papà avevano contribuito al problema non preparando Susan alle sfide sociali che avrebbe potuto incontrare al college. Invece, hanno assicurato che Susan sarebbe stata una specie di vittima, inesperta e impreparata su come navigare socialmente e prendere precauzioni di autoprotezione. E ora, mentre era sotto l'influenza dell'Ecstasy, Susan era alla mercé del primo predatore che poteva venire.

"Ma," Gertrude piagnucolò, "Perché questo?"

Perché Susan voleva, così disperatamente, essere capita ed essere amata per il suo vero io, non i perfetti bicchierini che mamma e papà volevano che fosse.

Dopo un lungo silenzio e in uno stato riflessivo, Gertrude iniziò a parlare di sua madre. Una sera, quando Gertrude aveva circa 13 anni, lei e il fratello minore scesero dal letto e guardarono giù dalla cima della scala a chiocciola per un cocktail party. Un uomo ubriaco si avvicinò a sua madre alla base delle scale e sua madre si limitò a ridere mentre posava una mano sulla sua gamba. Da quel momento in poi Gertrude ha rifiutato sua madre e si è invischiata con suo padre. Suo padre morì di malattie cardiache cinque anni dopo e Gertrude fu devastata. Incontrò e sposò Myles, la quale, provenendo da uno sfondo agiato, le ricordò suo padre, ma non si dedicò alla vita sociale. Dopo che Susan arrivò, Gertrude cominciò a vedere in Susan la reincarnazione dell'imprudenza spericolata di sua madre.

Ma per ora, ho suggerito a Gertrude di essere all'altezza della situazione attuale e di esaminare le possibili opzioni per Susan. Gertrude ha detto che il suo peggior incubo si era avverato e voleva che Susan uscisse dalla sua vita, prima che lei, Gertrude, avesse avuto un esaurimento nervoso. Gertrude ha detto che Susan sarebbe diventata un'importante imbarazzo per Myles, che era certo di offrire a Susan un biglietto di sola andata per un ordine religioso in California. Ho chiesto a Gertrude di non parlare con Susan a casa della situazione, ma vieni con Susan alla prossima sessione, in modo che possano decidere insieme la migliore linea d'azione.

Susan decise, con l'aiuto di Gertrude, di ottenere un aborto fuori dallo stato. Susan decise, anche con il sostegno di sua madre, di abbandonare il college. Concordarono che Gertrude avrebbe chiesto a Myles di pagare le tasse scolastiche e le spese di soggiorno per Susan per iscriversi a una scuola di parrucchieri in California. Gertrude era rattristata dal fatto che Susan avesse bisogno di separarsi e diventare la sua stessa persona. Ma Gertrude si sentiva anche rassegnata, se non sollevata, che non poteva più controllare Susan. Susan, ora autorizzata a prendere in carico la sua vita, cominciò a sentirsi bene con se stessa e rispose a sua madre con sentita gratitudine.

In breve, ci vorrà più della conformità del college con tutte le linee guida federali relative al titolo e alle molestie studentesche del Titolo IX del 2013 nominando coordinatori del Titolo IX, squadre, supplenti e addestramento di Clery per gli studenti per prevenire le violenze sessuali. La prima linea di responsabilità è a casa, dove da bambini, possiamo essere insegnati a prendere decisioni razionali alla luce delle possibili conseguenze. Al suo posto, ci viene insegnato a rispettare le richieste o le figure di autorità, che portano a conflitti intrapersonali irrisolti. Questo conflitto, quando non risolto, ci caccerà per il resto delle nostre vite, dando luogo a periodici episodi irrazionali di sfida, in un tentativo errato di liberarci dagli altri che ci dicono cosa fare.

Questo blog è stato co-pubblicato online con PsychResilience.com

Solutions Collecting From Web of "Campus Rape"