Bullismo: un motivo per homeschool?

Bullismo: un motivo per homeschool?

La scorsa settimana la Casa del Massachusetts (seguendo la guida del Senato) ha approvato all'unanimità una legislazione che tenta di limitare il bullismo nelle scuole e nel cyberspazio. La mossa ha seguito la morte del quindicenne Phoebe Prince, che si è suicidato dopo gravi episodi di cyberbullismo. Con la popolarità dei siti di messaggistica di testo e social network come Facebook, i bulli hanno potenti strade per attaccare i loro obiettivi e questa legislazione fa parte di un crescente movimento per reprimere la crudeltà.

Ma cosa c'entra questo con homeschooling?

Quando ho iniziato a scrivere per l'anno in cui ho passato homeschooling a mia figlia, sono rimasto sorpreso da tutti i genitori che hanno detto "Sì, l'ho fatto per un po '" o "Ho amici che sono homeschooled per un anno". E che cosa era uno dei motivi più comuni per allontanare temporaneamente un bambino da scuola? Bullismo.

La mia prima risposta fu scettica. I bambini non hanno insegnato loro a casa che non era giusto scappare dai loro problemi? I bulli non erano ancora in attesa quando i bambini tornavano a scuola?

Nei miei prossimi post vedrò i pro e i contro dell'uso della homeschooling a breve termine come risposta al bullismo. Per iniziare, condividerò le opinioni dei genitori che sostengono che nei casi di bullismo persistente, quando le risposte iniziali non funzionano e una scuola non è in grado o non è disposta a porre rimedio al problema, la scuola materna a breve termine può disinnescare le tensioni e ridurre la gravità di un bambino stress.

La mia prima storia viene da Katrina Stonoff, romanziera e autrice del blog del libro Stone Soup. L'esperienza di Katrina illustra perché alcuni genitori scelgono la scuola materna per un breve periodo, e perché a volte la homeschooling a lungo termine non funziona …

"Mio figlio James era un ragazzo snello e gentile che era più brillante dell'atletico. Ci siamo trasferiti subito prima che iniziasse il quarto grado, e ha avuto problemi praticamente dal primo giorno. Non li sapevamo subito, ma ogni mattina diceva che era malato allo stomaco e chiedeva di restare a casa. C'era un ragazzo che era l'istigatore, e di gran lunga il peggior bullo, ma aveva una piccola banda di partner che chiamava i nomi di James e lo spingeva in giro. Lo prendevano in giro per i suoi occhiali. Una volta, lo hanno ficcato a testa in un bidone della spazzatura.

Siamo andati a scuola, e ci hanno assicurato che erano proattivi sui bulli e si sarebbero assicurati che si fermasse. Penso che il peggior bullo sia stato sospeso per alcuni giorni. So che ci aspettavamo che andasse via, ma non è così. Una volta, ho incontrato il suo autobus e ho chiesto come andava la sua giornata, e lui ha risposto con un grande sorriso, "Grande! Oggi sono stato scelto solo una volta! "

Alla prossima conferenza genitori-insegnanti, l'insegnante fece un commento di autocompiacimento su come avevano fermato il bullismo, e noi rimanemmo lì con le bocche spente. Non potevamo credere a quello che stavamo sentendo. Ci siamo resi conto che i bulli erano diventati più intelligenti e hanno portato le loro azioni fuori dalla vista dello staff. È allora che l'abbiamo tirato fuori a scuola.

Per il primo paio di trimestri, ha fatto davvero bene. Era così felice di essere a casa, e lavorava con diligenza e indipendenza. Ero a letto con una gravidanza difficile quando è tornato a casa, quindi ho potuto lavorare molto con lui. Dopo la nascita del bambino, tuttavia, abbiamo appreso che aveva la sindrome di Down. Aveva alcuni problemi importanti, quindi ero un po 'preoccupato per un po' e non ho controllato i compiti scolastici di James come avrei dovuto.

Mi resi conto dopo alcuni mesi che non stava facendo nulla: stava marcando i suoi compiti come fatto sul suo grafico, ma non li stava facendo. Abbiamo lavorato con lui per un altro trimestre, ma si è rifiutato di fare qualsiasi lavoro scolastico. Niente lo motiverebbe. Non c'era alcun incentivo abbastanza forte e nessuna punizione abbastanza brutta da farlo lavorare (a posteriori, sospetto che si trattasse dell'improvvisa e completa perdita di attenzione che veniva dalla nuova sorellina disabile).

Alla fine ci siamo arresi. In autunno, lo abbiamo inserito in una scuola statale locale (DW Higgins a Tempe, in Arizona), ed è stata un'esperienza meravigliosa. Le dimensioni delle classi erano molto più piccole (14-20 studenti). Gli insegnanti erano meravigliosi, gli studenti più attentamente monitorati, e James è davvero cresciuto lì. Ci siamo trasferiti di nuovo dopo aver finito il sesto grado, e lo abbiamo inserito in una scuola pubblica pubblica perché nel nostro nuovo stato non c'erano scuole charter. Ma sono convinto che portarlo a scuola (che gli ha dato una pausa) è stata la scelta migliore che avremmo potuto fare ".

Mille grazie a Katrina per aver condiviso la sua esperienza.

Nel mio prossimo post vedrò una mamma che ha preso a scuola la figlia della settima elementare dopo che gli ex amici della ragazza sono caduti nel classico comportamento di "Mean Girls". Fino ad allora, accolgo con favore i lettori per offrire i loro pensieri. Nei casi di bullismo grave, la rimozione di una nuova situazione scolastica, sia a casa o in altro modo, è una buona risposta?

Solutions Collecting From Web of "Bullismo: un motivo per homeschool?"