Bulli e vittime – Tipi I, II e III

I bulli e le loro vittime appaiono frequentemente dentro e fuori le aule scolastiche. * Troppo spesso i fattori ambientali primari (tipo I) ed emotivi (tipo II) sono completamente biasimati. Precedentemente nascosti c'erano bulli e vittime di III tipo – quelli con dislessia / ADHD dell'origine dell'orecchio interno / cerebellare.

Come risultato della ricerca pioneristica del Dr. Levinson con migliaia di pazienti con ADHD / dislessici, ci fu una comprensione più profonda e un trattamento olistico di maggior successo e la prevenzione di una forma precedentemente nascosta di questa condizione simbiotica chiamata Bullismo di Tipo III. Come notato nel suo libro "Smart But Feeling Dumb", i bambini e gli adulti affetti da dislessia e ADHD sono spesso frustrati, depressi e irritati dal loro incapacità di funzionare "normalmente" e così spesso si sentono stupidi e brutti. E molti sono socialmente, verbalmente e fisicamente impacciati mentre altri si comportano in modo aggressivo a causa di un cattivo controllo degli impulsi – il tutto derivante da una disfunzione nascosta all'interno dell'orecchio interno e del suo super-computer – il cervelletto.

Dopo l'esame e l'analisi del Dr. Levinson, coloro che si sentono colpevoli e indifesi diventano vittime. E quelli che sono principalmente impulsivi e aggressivi recitano come bulli, specialmente se sono dotati di maggiori dimensioni e forza e non vengono diagnosticati, trattenuti e adeguatamente trattati da genitori premurosi, educatori e terapisti.

Trattando con successo questi bambini ADHD / dislessici di Tipo III con farmaci che migliorano l'orecchio interno e terapie correlate, migliora il loro funzionamento cognitivo, comportamentale e di coordinamento, aumentando l'autostima e diminuendo la frustrazione, la rabbia, l'acting-out e il senso di colpa. Insieme a significative intuizioni sociali, emotive e fisiologiche, è possibile minimizzare o eliminare il circolo vizioso che motiva sia gli abusati che gli abusatori, indipendentemente dai loro fattori di sovrapposizione di tipo I, II e III. Di conseguenza è ora possibile impedire in modo significativo alle vittime e ai bulli di crescere negli adulti con tratti predisponenti simili e quindi tentare di evitare il bullismo sadomasochistico altrimenti compulsivo e il comportamento di controllo che ha impatto sulle famiglie, sul posto di lavoro, sui gruppi socio-economici ed etnici e sulla politica all'interno e tra nazioni.

* In un follow-up di commento clinico, il dott. Levinson amplierà i suoi concetti di bullismo e le sue intuizioni nell'età adulta dove si manifesta a casa, al lavoro e persino politicamente all'interno e tra le nazioni.

Solutions Collecting From Web of "Bulli e vittime – Tipi I, II e III"