Bugie in forma o grasse, grasse ma in forma o grasse

Eccolo lì, nella mia casella di posta. Qualcuno mi ha mandato l'ultimo titolo. Essere sani e obesi è un mito, dicono.

Green Mountain at Fox Run
Fonte: Green Mountain at Fox Run

"Non esiste qualcosa di grasso ma in forma. Gli obesi metabolicamente sani hanno il 50% in più di probabilità di soffrire di malattie cardiache rispetto a quelli di peso normale, secondo l'Università di Birmingham. "

Qualcosa del genere e una forte tazza di caffè mi svegliavano e facevano battere le dita.

Vedi, io sono uno di quelli, grasso e sano. Mi ci è voluto un decennio per convincere la mia famiglia che sto bene, che le dimensioni non sono una misura di salute. Non vedo l'ora di ricevere questa "nuova notizia" da mia madre su Facebook.

C'è un po 'di storia in questa storia.

Ossessionato dal mio peso, il mio corso di laurea era in scienze motorie e nutrizione. Ero un atleta, anche se grasso. Non dimenticherò mai di andare in Oregon nel 1985, un anno dopo essermi laureato, ad un programma di certificazione per insegnare il programma Fit o Fat di Covert Bailey, inclusa la dieta target, che considerava il grasso come il problema. A quel tempo stavo giocando in un campionato femminile di tennis e facevo ciclismo a lunga distanza, sentendomi particolarmente in forma. Ma poi le cose sono cambiate. Sono stato pesato sott'acqua. "Mi dispiace, Miss Wolfe (il mio nome da nubile), ma tu sei il 30% grasso, non in forma."

Salta avanti dopo un decennio di restrizioni, abbuffate e cure, e ora sono uno psicoterapeuta che cura i disordini alimentari. Un altro libro emerge: Glenn Gaesser's Big Fat Lies, The Truth about Your Weight and Health . Cita uno studio dopo l'altro che dimostra che la forma fisica è più importante del grasso quando si tratta di salute. Poi mi unisco alla comunità professionale Health at Every Size (HAES) e lentamente ma sicuramente comincio ad aiutare a stigmatizzare i corpi di grandi dimensioni.

Salta avanti ad oggi. Le persone in posizioni di autorità hanno reagito alle "nuove notizie" di cui sopra, annunciate in una conferenza sull'obesità in Portogallo all'inizio di questa settimana:

  • "La priorità degli operatori sanitari dovrebbe essere quella di promuovere e facilitare la perdita di peso tra le persone obese, indipendentemente dal loro profilo metabolico".
  • Dobbiamo " sottolineare l'urgente necessità di prendere sul serio l'epidemia dell'obesità ".

Ancora una volta, vivendo in un grande corpo, mi sembra di sentirmi dire: "Non riposarti, signora. Sei una bomba a orologeria. "

Ma questa volta, lo so meglio. Ne so abbastanza da guardare oltre i titoli. E quello che vedo è che lo studio fa sorgere alcune domande serie.

Ecco cosa ha mostrato lo studio: gli scienziati hanno esaminato 3,5 milioni di cartelle cliniche elettroniche dal 1995 al 2015 nella rete per il miglioramento della salute e il 28% di coloro che hanno iniziato a stare in un gruppo di "sani obesi" ha avuto malattie cardiache.

Ecco cosa lo studio non ha mostrato: non sappiamo cosa è successo con le materie di studio tra il 1995 e il 2015. Non sappiamo cosa sia successo alla loro salute in quel periodo. Chissà, potrebbero aver avuto paura di seguire una dieta restrittiva, vergognarsi a causa delle loro dimensioni corporee e sono finiti per essere confusi e demoralizzati, grassi e non più sani di quando hanno iniziato. C'è una buona ricerca che ciò accada.

È anche importante notare che i dati e le conclusioni presentati alle riunioni sono generalmente considerati preliminari fino a quando non pubblicati su una rivista medica sottoposta a peer review . Questo studio non ha attraversato il rigoroso processo di valutazione da parte di altri scienziati.

Le tattiche intimidatorie non motivano le persone, li disonora.

Trentuno anni dopo essere stato etichettato obeso, sono ancora obeso. Mi prendo cura di me stesso mangiando e muovendomi in un modo che mi fa sentire bene e gestendo i miei livelli di stress attraverso la consapevolezza, che è probabilmente il fattore più influente per sentire il mio meglio. Sono sfuggito alla mia storia familiare di diabete e malattie cardiache finora, e non lo do per scontato.

Allo stesso tempo, allarmarsi e reagire concentrandosi sul peso è ancora una follia. Non ha funzionato per me la prima volta, e non funzionerà questa volta.

Che è una lezione che molti professionisti della salute e il pubblico riconoscono ormai: dire alle persone grasse di perdere peso non è efficace e le diete non funzionano. Le tattiche intimidatorie non motivano le persone, li disonora. Aiutare le persone a sentirsi bene con se stesse, in modo che si prendano cura di se stessi è un approccio molto migliore e uno a cui ho dedicato il lavoro della mia vita.

Per ulteriori informazioni sul mio lavoro, visita il nostro sito web a Green Mountain presso Fox Run e il nostro Women's Center for Binge & Emotional Eating.