Biofilia: la nostra connessione con il mondo naturale

Possiamo guadagnare molto dalla natura. Ci sono così tante lezioni da imparare. Amo osservare i nostri polli. Mio figlio ha portato a casa 5 ragazze dalla sua classe di scienze lo scorso giugno. Costruire il colpo di stato e correre insieme è stata una grande esperienza. Sono cresciuti durante l'estate e li lasciamo regolarmente intorno al cortile.

Durante il caldo di questa estate ho imparato ad apprezzare il comportamento del pollo. Esplorano, pascolano su varie foglie, semi, frutti e insetti, poi riposano per un po '. Nella calura del giorno riposano sotto il ponte fino a quando non si raffredda, poi emergono per foraggiarsi ancora un po 'e alla fine tornano alla stalla intorno al tramonto. Milioni di anni di evoluzione hanno mostrato loro come comportarsi per adattarsi bene ai loro mondi e sopravvivere.

Noi umani eravamo soliti trascorrere tutto il nostro tempo circondati dalla natura in contrasto con il mondo costruito che trascorre così tanto tempo oggi. Avere la nostra sopravvivenza quotidiana strettamente legata all'ambiente ha plasmato il modo in cui sperimentiamo molti elementi della natura. Anche se abbiamo abbandonato lo stile di vita dei cacciatori raccoglitori per una vita più stabile circa 10.000 anni fa, siamo ancora legati al nostro passato evolutivo. Secondo Ness, la genetica umana ha cambiato solo il 5% negli ultimi 10.000 anni.

Cibo, alloggio, medicine, strumenti e tutte le necessità della vita derivano dalla conoscenza intima dei nostri ambienti e dei cicli della vita interiore. Soddisfare i nostri bisogni nel corso della sopravvivenza ha dato forma al tipo di paesaggio che preferiamo e al modo in cui reagiamo alle cose al suo interno. Siamo attratti da cose che hanno sostenuto la nostra sopravvivenza e diventano ansiosi quando siamo intorno a cose che ci mettono in pericolo di essere danneggiati. La biofilia è il concetto coniato da EO Wilson che descrive la nostra affiliazione e il bisogno per il mondo naturale. Sorridiamo quando riceviamo un mazzo di fiori, non solo per il sentimento emotivo tra chi dà e chi riceve, ma anche perché i fiori ci ricordano il frutto e i semi che arrivano dopo. Il cibo è la principale necessità per la vita e nel corso del tempo abbiamo dovuto spesso lottare per trovare abbastanza da mangiare. La nostra predilezione per il sale e il cibo ricchi di gambi grassi a partire dai tempi in cui gli articoli erano scarsi e abbiamo consumato tutto il possibile quando era disponibile. Questa tendenza ci mette nei guai in questi giorni quando questi cibi sono prontamente disponibili. Ci piace stare in giro per l'acqua e diversi paesaggi rigogliosi (ma non troppo rigogliosi chiusi, o potremmo non vedere predatori in agguato vicino), da qui i prezzi più alti per le case sul fronte dell'acqua e l'aumento del valore delle case con paesaggi attraenti.

Al contrario, la biofobia è la nostra paura e l'evitamento di elementi del nostro ambiente che causano danni, o uccidono ed eliminano i nostri geni dal pool genico. C'è un motivo per cui molte persone temono serpenti, ragni, leoni, tigri e orsi, oltre al grande lupo cattivo. Alcuni sviluppano fobie a pieno titolo con poco o nessun contatto diretto con questi elementi. Uno studio ha esaminato un confronto tra i pericoli moderni come pistole, coltelli, fili elettrici consumati e pericoli pre moderni come ragni, serpenti, chiuso negli spazi e sangue. I pericoli pre-moderni erano significativamente più resistenti all'estinzione quando ripetutamente testati. Questo apprendimento biologicamente preparato ci ha aiutato a sopravvivere, e certamente sembra che siamo pre-cablati per evitare certe cose, anche se queste cose potrebbero essere rare nel nostro mondo attuale.

È interessante notare che il nostro concetto di estetica è anche fortemente influenzato dalle nostre tendenze "biofile". La continua popolarità delle scene bucoliche nella natura supporta la nostra simpatia per alcune caratteristiche dei dipinti. Alcuni potrebbero considerare questi dipinti noiosi e preferire opere astratte più moderne, ma quando una scultura astratta in metallo con spigoli vivi fu installata in un importante centro medico accademico in cui i pazienti con gravi malattie attesero, alla fine fu portata via perché i pazienti si lamentarono che li faceva sentire scomodo. Altri studi supportano gli effetti di riduzione dello stress dello scenario naturale mentre scene astratte non hanno alcun effetto significativo o aumentano i livelli degli indicatori di stress.

Questo concetto di biofilia estende anche l'influenza nelle preferenze umane per certi paesaggi. Persone provenienti da molte culture diverse in tutto il mondo tendono a preferire praterie aperte, punteggiate da boschetti di alberi, molto simili alla savana dell'Africa orientale dove risiedevano i nostri primi antenati ominidi. La forma a ombrello dell'acacia, un abitante comune della savana, è una delle preferite in tutto il mondo. Ciò ha influenzato il modo in cui molti dei nostri parchi sono progettati, e il paesaggio suburbano è pieno di rappresentanti che riflettono questa tendenza. La popolarità dello stile naturalistico di Capability Brown, i fratelli Olmstead e le loro controparti moderne nel design del paesaggio supportano le nostre predisposizioni nella creazione di un certo stile di paesaggio che troviamo rilassante e rinfrescante.

Quindi cosa possiamo fare per raccogliere i benefici della biofilia?

Goditi una passeggiata nel parco. Conosci quelli nella tua zona. Parchi diversi hanno cose diverse da godere. A volte non sapevi nemmeno che erano lì e puoi fare scoperte interessanti. La primavera con il riemergere della vita dopo il riposo invernale è abbastanza piacevole. I molti verdi delle varie foglie mentre escono per la prima volta, e il modo in cui cambiano quando maturano, è piuttosto meraviglioso. I colori dell'autunno mostrano la bellezza della natura mentre ci ricorda di prepararci per l'inverno che verrà. Vieni ad apprezzare gli elementi del design o i luoghi che ti colpiscono. Cerca di capire cos'è che ti incuriosisce sull'ambientazione o perché è così rilassante.

Aggiungi alcuni di questi elementi al paesaggio di casa. Una piantatrice con alcune erbe o pomodori ciliegia è facile da fare e promuove alcune sperimentazioni con una sana alimentazione. Abbellisci la tua casa in modo che ci sia sempre qualcosa in fiore durante la stagione. Le piante fragranti eccitano i sensi. Non dimenticare di includere piante di cui hai dei bei ricordi – quelli che hai apprezzato con i tuoi genitori o i tuoi nonni da ragazzo. Il profumo è un componente potente nel giardino e può trasportarci in tempi gioiosi nella nostra memoria.

Una fontanella o una fontana d'acqua più grande offre alcuni suoni rilassanti e può essere la casa di alcuni animali selvatici, come pesci rossi, tartarughe o rane. Nutrirsi, o semplicemente osservare questi critters andare in giro per le loro vite può essere piuttosto interessante e ci permette di perdersi per un po 'di tempo e di sentirci lontani, una pausa nelle nostre vite occupate, spesso sovrastimolate ..

Prenditi un momento per rilassarti regolarmente. A volte lo stress può accumularsi nelle nostre vite indaffarate. È importante consentire ai nostri corpi di riprendersi dai molti stress nel nostro mondo in continua evoluzione ed evitare i rischi dello stress cronico. Risvegliare il senso di meraviglia che ci rallegra come bambini, ma spesso trascuriamo con l'invecchiamento e unendoci al mondo adulto di fretta e responsabilità

Infine, prendi un po 'di tempo per sentire l'odore delle rose. Sarete contenti di averlo fatto.

Bibliografia

Kellert, SR & Wilson, EO (Ed s). (1993). L'ipotesi di biofilia. Isola Press; Wasington DC.

Falk, JH & Balling JD (2012). Influenza evolutiva sulla preferenza del paesaggio. Ambiente e comportamento, 42 (4) 479-493.

Ulrich, R. (1984) Una vista attraverso una finestra può influenzare il recupero dalla chirurgia. Scienza. 421-422.

Williams, GC & Ness, RM (1991). L'alba della medicina darwiniana. Revisione trimestrale della biologia, 66 (1) 1.

Solutions Collecting From Web of "Biofilia: la nostra connessione con il mondo naturale"