Benvenuto in My Very First Post!

"Il cammino non è altro che il servizio della gente: non è nel rosario, nel tappeto da preghiera e nella veste dei dervisci." Saadi di Shiraz

Questo è il mio primo blog nominato e sono molto consapevole di quanto poco conosca sul blog. Per favore sii paziente con me mentre trovo la mia strada.

Se dovessi leggere un blog su aspetti dell'invecchiamento di successo scritto da qualcuno nella sua metà degli anni '60, vorrei sapere qualcosa sulle credenziali e le qualifiche di quella persona. Questa è la mia affermazione personale.

Sono cresciuto nel sud rurale e non ho mai considerato gli anziani come diversi da chiunque altro. La mia piccola città natale era quella in cui le persone si parlavano per strada e facevano lunghe passeggiate dopo cena. Fin dalla prima infanzia ero affascinato da puzzle percettivi come trovare oggetti nascosti in un'immagine; trovare 10 differenze tra le immagini A e B; identificando quali 2 delle 8 farfalle sono esattamente uguali, ecc. Queste di solito erano nella mia rivista d'infanzia preferita Highlights for Children.

Nella scuola elementare ho scoperto trucchi magici e sviluppato un interesse per le prestazioni magiche. Una conseguenza non voluta è stata che ho imparato ad apprezzare la distinzione critica tra apparenza e realtà. Ho anche imparato che la magia amplifica il nostro senso di meraviglia infantile: gli oggetti appaiono e scompaiono, cambiano colore, fluttuano nell'aria, vengono distrutti e ripristinati e traspongono da un luogo all'altro.

Nella scuola media ho scoperto Sir Arthur Conan Doyle e ho letto onnivoro l'intero canone delle storie di Sherlock Holmes. Sono stato attratto dall'interazione tra la sottigliezza delle osservazioni meticolose e la chiarezza del ragionamento sofisticato.

La mia famiglia non era ricca e fortunatamente ho potuto frequentare il college con una borsa di studio completa. Ho scoperto le opere di Idries Shah e ho letto e riletto i suoi libri e insegnando storie. Un potente messaggio dal suo scritto è che l'allegoria è essenziale per le nostre menti per apprezzare idee che non possono essere apprese con nessun altro metodo.

Nella scuola di medicina, la mia attenzione era rivolta alla diagnosi fisica e all'esperienza della malattia. Come commesso clinico del terzo anno ho iniziato a percepire il disagio che qualcosa non andava bene. I principali progressi scientifici erano eleganti e avevano grandi promesse per alleviare la sofferenza, ma l'applicazione di questa conoscenza era spesso inefficace. Ho visto fin troppi casi in cui gli anziani non venivano trattati come persone.

Quando ero un medico interno residente a metà degli anni '70, le principali riviste mediche pubblicavano articoli sull '"imperativo geriatrico" e Robert Butler aveva vinto un premio Pulitzer per il suo libro, Why Survive? Essere vecchi in America. Ho completato la mia residenza ed è stato scelto per essere uno studioso di Robert Wood Johnson. Questo programma biennale ha permesso al mio senso di responsabilità sociale nell'invecchiamento di cristallizzarsi.

Alla fine degli anni '70, con il pieno sostegno della mia amorevole moglie, decisi di intraprendere la carriera in medicina geriatrica e divenni una delle prime coorte di medici a ricevere un addestramento formale per le fellowship. Il problema era come perseguire l'istruzione in una disciplina accademica relativamente nuova. I programmi di Fellowship erano limitati e nessuno aveva un curriculum convincente. Ho impostato due criteri rigorosi per guidare la mia ricerca: il programma deve avere un direttore con una notevole esperienza pratica nella cura degli anziani e ci deve essere una grande struttura per servire come un sito di formazione. In retrospettiva, la decisione era più facile di quanto non sembrasse all'epoca e nel 1980 io e mia moglie ci trasferimmo a Rochester, New York, per lavorare con il dott. T. Franklin Williams al Monroe Community Hospital. Lì ho trascorso quasi cinque anni immerso nell'apprendimento delle caratteristiche essenziali di un'assistenza efficace agli anziani.

A metà degli anni '80 mi è stato offerto il miglior lavoro nel paese: lo sviluppo di programmi geriatrici presso la mia Alma Mater, l'Università della Carolina del Nord. Un altro straordinario colpo di fortuna mise il mio nuovo ufficio vicino al dottor Mack Lipkin, Sr., uno dei giganti della medicina clinica che si era ritirato nel North Carolina per continuare a insegnare e scrivere. Abbiamo stabilito una stretta amicizia, condiviso prospettive cliniche e avuto molte conversazioni e panini al tonno. Ero sbalordito quando il dottor Lipkin mi chiese di essere il suo medico personale. La nostra relazione si approfondì e fui onorato di condividere le intuizioni e le percezioni personali di un medico saggio, sensibile e articolato. Ho sentito il processo di invecchiamento dall'interno, testimoniandolo nel Dr. Lipkin, negli altri miei pazienti geriatrici e in me stesso.

Ora ho la sensazione che le cose non siano proprio giuste. Vedo troppe persone che si limitano inutilmente a causa della loro età. Sono disinformati sull'invecchiamento e sulle incredibili opportunità che li circondano. Questa perdita di potenziale umano e produttività è sbalorditiva. La mia attenzione è focalizzata sulla fornitura di utili informazioni pratiche per aiutarci a vivere una vita piena e produttiva.

La maggior parte del materiale in questo blog proviene dalla mia esperienza clinica, dalla lettura scientifica e dalla filosofia personale. Non rivendico alcuna originalità per il materiale in quanto la mia esperienza è il prodotto di una vasta gamma di fonti: istruttori e tutor, libri di testo attuali e precedenti, articoli di riviste e periodici, discussioni con studenti e colleghi e interazioni con i miei pazienti e le loro famiglie. Non mi sorprenderà se gli altri non condividono le mie opinioni. Ci sono molti modi per raggiungere l'obiettivo dell'invecchiamento.

Questo blog non vuole essere l'ultima parola sull'invecchiamento di successo. È una visione personale con tutti i miei pregiudizi, punti ciechi e limiti. Sottolineerò cose che sembrano di grande importanza nella mia pratica clinica e le osservazioni che ho fatto nell'apprezzare la natura delle varie situazioni di invecchiamento. Alla fine, ognuno di noi sarà il beneficiario del nostro invecchiamento e otterremo la qualità della vita nella nostra vecchiaia che pianifichiamo e meritiamo. Chi di noi non merita il meglio?

Solutions Collecting From Web of "Benvenuto in My Very First Post!"