Banhating sessuale in ufficio

Il contesto è fondamentale nelle comunicazioni umane. I significati di "Let's eat Grandma" e Let's eat, Grandma "sono cambiati da un piccolo segno ricurvo. Parliamo sempre in metafore: "Sono così affamato che potrei mangiare un cavallo". L'aumento della nostra inflessione alla fine di una frase può trasformarlo in una domanda, una paura, una speranza, disgusto, felicità o una conclusione arrabbiata.

La lingua è la migliore quando è chiara e comprensibile da chi parla e chi ascolta. Le interruzioni della comunicazione si verificano quando le persone fanno supposizioni. Alcune di queste si basano su differenze culturali, alcune sulle differenze geografiche, alcune sulle differenze di età e alcune sulle differenze di genere. Il passare del tempo, il cambiamento delle credenze culturali e il cambiamento delle moralità alterano drammaticamente la nostra definizione di parole. La parola "gay" significava qualcosa di molto diverso nel 1914. I tuoi nonni probabilmente non sanno (o si preoccupano) cosa sia un "selfie", dal momento che probabilmente non li prendono quando sono in "vacay".

Alcune situazioni d'ufficio possono portare a grandi equivoci sulle scelte delle parole, specialmente nelle comunicazioni scritte. Sulla carta e sullo schermo, le persone possono leggere male il testo, il messaggio istantaneo o l'e-mail, trasformando quello che sembra uno scambio normale in un conflitto immediato. Una e-mail del tuo capo che dice "Vieni a trovarmi nel mio ufficio lunedì alle 8:15" potrebbe significare "Parliamo del nuovo piano di marketing", ma viene letta come "Ti licenzio "Da un dipendente nervoso.

E in qualsiasi ufficio in cui lavorano adulti di varie età ed entrambi i sessi, è facile interpretare male ciò che sembra essere un messaggio misto su battute, commenti, contatto fisico, prossimità, attrazione, attrattiva, o anche la gentilezza di un complimento che suona benissimo provenire da qualcuno che ti piace e raccapricciante da qualcuno che non conosci.

Una classica sceneggiatura di Saturday Night Live racconta bene e acutamente questa storia. Usando un motivo di un film di formazione in bianco e nero in stile anni '60, vediamo un nerd impiegato, giocato con la sapiente abilità di Fred Armisen, cercando di avere una conversazione con i suoi compagni di ufficio, Amy Poehler e Tina Fey. Il suo tentativo di chiedere ad Amy di pranzare le fa prendere il telefono per chiamare l'HR e gli avvocati. Dice semplicemente ciao a Tina e lei chiama per avere la guardia di sicurezza dell'ufficio portarlo via. Il bavaglio, naturalmente, è quando si legano i New England Patriots di QB Tom Brady per chiedere ad Amy di uscire a pranzo (sfoggiando il suo aspetto ruvido e il mento scarmigliato) e più tardi chiede a Tina di uscire (questa volta con camicia, cravatta, calzini neri, vestito scarpe, slip di biancheria intima bianca e niente pantaloni), entrambi accettano immediatamente. La battuta sullo schermo è "Se vuoi evitare una causa per molestie sessuali, Sii bello, sii attraente e non essere attraente".

Questo "film di formazione" ha suscitato un grande risate ed è un video online preferito. L'esagerazione nello schizzo indica una questione di lavoro più ampia: il linguaggio o i comportamenti sessualmente orientati possono essere soggetti a interpretazione contestuale. Ciò che è inteso come uno scherzo non è sempre preso in questo modo. Il "divertimento innocuo" di un dipendente è un insulto di un altro dipendente. Questo porta a una serie di domande difficili:

1). Quando flirtare al lavoro non va bene? (Quando una delle parti dice stop o altre persone si sentono offese quando accade intorno a loro).
2). I supervisori d'ufficio dovrebbero avere il diritto di sapere che i colleghi si frequentano a vicenda? (Solo se influisce negativamente sull'attività aziendale, viola la politica o implica una relazione coercitiva).
3). Perché le persone mettono a rischio le loro vite personali, la loro reputazione e le loro carriere attraverso "appuntamenti sportivi" dove lavorano? (Perché possono essere stupidi e non rendersi conto di rompere significa che devi vedere quella persona ogni giorno).
4). Può un supervisore essere molestato sessualmente da un subordinato, che vuole iniziare una relazione sessuale? (Sì. Noleggia il film del 1994 Michael Douglas – Demi Moore "Disclosure" su Netflix.)
5). Se una donna ha una serie di conversazioni in cui usa un linguaggio altamente sessualizzato, può un uomo ricambiare? (Non è saggio: queste libertà di conversazione cambiano giorno per giorno.) Annuisci educatamente, non aggiungere nulla e torna al lavoro, inoltre chiedi a lei di smettere se continua e ti senti a disagio).
6). Se un dipendente ti da un complimento per il tuo corpo, il tuo profumo o la tua colonia, o il tuo aspetto, dovresti dire cose simili su quella persona? (Vedi sopra il punto 5, inoltre chiedi loro di smettere se continua e ti senti a disagio).
7). Se una donna lavora con uomini che raccontano barzellette sporche e lei si unisce alle risate, vuol dire che sta dicendo che è giusto continuare a farlo? (No. Alcune persone – uomini e donne – ridono di barzellette sporche per essere educate, anche se le mette in imbarazzo.Non dire barzellette sporche a persone che non conosci abbastanza bene per farlo.)
8). Se un dipendente apertamente gay discute continuamente della sua vita sessuale, o stuzzica altri dipendenti onesti in un modo sessuale ma scherzoso, c'è quella molestia sessuale? (Potrebbe essere. Gay o eterosessuale, non fare commenti sessuali su o sugli altri. Non si tratta di orientamento sessuale, si tratta di avere confini e rispetto delle altre persone.)
9). Se un supervisore ha una relazione sessuale consensuale con un dipendente che lavora nella stessa azienda ma non lavora direttamente per lui, è ancora una violazione della politica aziendale? (Potrebbe essere, a seconda della politica aziendale.) Spesso queste relazioni si deteriorano in ingiusti vantaggi, coercizione, potere e controllo indebiti, o avere influenza su una persona o su altri.Quando la relazione finisce, emergono verità diverse).
10). Se le persone flirtano, datano o usano Public Displays of Affection sul posto di lavoro e non le infastidisce, le altre persone hanno il diritto di lamentarsi? (Sì, se interferisce con il loro lavoro.Questo non è il liceo.Tieni la tua vita personale separata.)

Il contesto è fondamentale e le persone in situazioni d'ufficio devono creare e seguire confini migliori, aderire alla legge e conoscere le loro politiche aziendali, indipendentemente da ciò che gli altri dipendenti stanno dicendo o facendo. Sei responsabile di te.

Nell'era presunta illuminata del New Workplace, in cui vite lavorative e vite personali si mescolano, forse si applica una metafora appropriata: "Come pilota della tua carriera, ci sono due pedali che controlli: il gas e il freno. In questi giorni, è meglio tenere il piede sopra o vicino ai freni. Solo perché pensi di poterlo dire o farlo, non significa che puoi o dovresti. Non lasciare che altre persone stabiliscano i tuoi limiti morali ed etici per te. Quello che pensi sia accettabile non è sempre così per l'altra persona. Quando vengono chiesti dalle Risorse Umane o dagli avvocati della società, i loro ricordi saranno confusi nel darti il ​​permesso di fare o dire quello che pensavi fosse okay. "

Uno strumento per il successo sul lavoro quando si tratta di comunicazioni e comportamenti, è la tua capacità di dare ai tuoi colleghi feedback diretti, non personali. Diretto significa dire loro ciò di cui hai bisogno o che vuoi, in termini di comunicazione, contatto, abbraccio, battute, linguaggio, flirt o domande. I mezzi non personali sono educati e non usano un linguaggio avvilente, chiamate di nomi o attacchi. E il feedback è una frase diversa dalla critica. Il feedback tende ad essere più semanticamente positivo e meno aspro, come in "Potrei chiederti di non farlo o dirlo intorno a me …?"

Non abbiamo alcun desiderio di lavorare in un posto dove le persone hanno paura di sorridersi, scherzare sulle piccole disgrazie della vita, complimentarsi a vicenda nei loro compleanni, o abbracciarli addio quando vanno in pensione. Ma dovremmo tutti aspettarci un trattamento uguale e rispettoso da parte di capi e colleghi di lavoro.

Piedi sui freni, orecchie aperte, bocca chiusa, tranne quando è necessario impostare i limiti e le mani e i piedi nello scomparto in ogni momento.

Il Dr. Steve Albrecht, PHR, CPP, BCC, è un oratore, un autore e un allenatore di San Diego. È membro del consiglio di amministrazione in materia di risorse umane, sicurezza e coaching. Si concentra su problemi dei dipendenti ad alto rischio, valutazioni delle minacce e prevenzione della violenza nella scuola e sul posto di lavoro. Nel 1994, ha co-scritto Ticking Bombs, uno dei primi libri di business sulla violenza sul posto di lavoro. Ha conseguito un dottorato in Business Administration (DBA); un Master in Security Management; una laurea in psicologia; e una laurea in inglese. Ha lavorato per il Dipartimento di Polizia di San Diego per 15 anni e ha scritto 17 libri su argomenti di business, risorse umane e polizia. Può essere contattato su drsteve@drstevealbrecht.com o su Twitter @DrSteveAlbrecht