Auto-compassione: una via per eliminare le auto-etichette negative

L'auto-compassionevole uscita dalle tue etichette vergognose

C'è una scena triste e divertente vicino all'inizio della commedia romantica del 1996 intitolata The Truth About Cats and Dogs in cui la splendida aspirante attrice interpretata da Uma Thurman viene pubblicamente rimproverata dal suo fidanzato per essere grassa e stupida, una cagna e la svelta. il vicino, apparentemente poco attraente, interpretato da Janeane Garofalo, interrompe e dice qualcosa del tipo: "Sono confuso. Non ti conosco, ma ti ho sentito parlare con una grossa puttana, quindi ho pensato che stavi parlando con me. "Quella dichiarazione pateticamente ridicola ha completamente sconcertato l'uomo e ha interrotto il modello di abuso che stava emettendo, mentre creava un legame tra il donne che hanno entrambe subito una bassa autostima per ragioni diverse. È stato divertente perché sappiamo già che il personaggio della signora Garofalo è intelligente, di successo e di talento, ma è triste perché sappiamo anche che lei si considera irrimediabilmente poco attraente. Ammira la bellezza del suo vicino senza vedere i difetti del vicino, solo i suoi.

Non è facile diventare una persona che ha una visione obiettiva del proprio carattere e delle proprie capacità quando si ha un'immagine di sé basata sulla vergogna. Nel mio ultimo post di blog mi sono riferito a un cliente che si stava trattenendo dai risultati perché non credeva che potesse avere successo. Lavoravamo insieme per aiutarla a smettere di etichettarsi in modo così negativo, eppure si sentiva impantanata nell'immagine negativa di se stessa. Sapevo che qualsiasi cambiamento cognitivo standard nel parlare di sé non sarebbe stato sufficiente per annullare davvero quell'etichettatura di se stessa. Ho delineato per lei alcuni passi che ho pensato l'avrebbero aiutata a diventare più compassionevole con se stessa e iniziare l'inversione della sua etichettatura negativa semplicemente promuovendo la connessione positiva con se stessa e con gli altri.

Ho suggerito al mio cliente un percorso che puoi anche seguire per aumentare la tua auto-compassione, muoverti verso una maggiore obiettività su te stesso e diminuire le etichette negative di te stesso. Quando i praticanti della filosofia e della meditazione orientali hanno portato consapevolezza alla nostra cultura occidentale, hanno scoperto che molti di noi erano restii a praticare la semplice meditazione della gentilezza amorevole che sviluppa la compassione per il sé – la base per la compassione per gli altri. Ciò che hanno scoperto è che è stato più facile iniziare con le meditazioni per la compassione per gli altri e costruire nella consapevolezza della compassione per se stessi.

Ecco come siamo partiti verso l'auto-compassione di fronte all'immagine negativa di sé basata sulla vergogna:

1. Usando una versione della meditazione della gentilezza amorevole, inizia con una breve versione di essa. Per una settimana, concentrati su qualcuno che ti piace molto o qualcuno che desideri. Più volte al giorno, ripeti tre volte le frasi seguenti, mentre visualizzi chiaramente quella persona nella tua mente. (Questa è solo una versione della meditazione sulla gentilezza amorevole: puoi usare qualsiasi versione di ciò che ti piace. Ne troverai alcune su Youtube, su Love 2.0 di Barbara Fredrickson e su Self-Compassion di Kristin Neff.) "Che tu possa essere felice. "Possa tu stia bene." "Possa tu essere pieno di gentilezza e pace."

2. La prossima settimana, continua quella pratica, ma ora aggiungi un'altra persona, qualcuno per cui hai un po 'di affetto ma con cui potresti avere qualche conflitto o irritazione. Visualizza quella persona mentre ripeti la meditazione della gentilezza amorevole anche per lui o lei.

3. La prossima settimana, continua con le due persone, ma ora aggiungi qualcuno per cui non hai simpatia o che consideri sgradevole e diriga anche la meditazione amorevole verso quella persona.

4. Infine, aggiungi te stesso alla meditazione. Continua con quelli che hai immaginato fino ad ora, ma inizia da te stesso e termina con te stesso. Scopri come ti sembra di avere desideri positivi per il tuo benessere che non vengono esclusi dalle etichette negative. Fai questa meditazione ogni giorno almeno una volta. Quando inizierai la gentilezza amorevole verso te stesso, scoprirai che non sembra impossibile allentare l'auto etichettatura. Ma ci sono momenti in cui l'autocompassione non può spostarti dal provare rammarico per il passato. Nel mio prossimo post sul blog discuterò di auto-perdono.

Solutions Collecting From Web of "Auto-compassione: una via per eliminare le auto-etichette negative"