Auto-aiuto radicale di Aristotele

Wikicommons
Platone e Aristotele (a destra).
Fonte: Wikicommons

Nella sua Etica nicomachea , il filosofo greco Aristotele (morto nel 322 aC) cerca di scoprire qual è il "bene supremo per l'uomo", cioè qual è il modo migliore per condurre la nostra vita e dargli un significato. Per Aristotele, una cosa è meglio compresa guardando alla sua fine, scopo o obiettivo. Per esempio, lo scopo di un coltello è quello di tagliare, ed è vedendo ciò che si capisce meglio che cos'è un coltello; l'obiettivo della medicina è una buona salute, ed è vedendo ciò che si capisce meglio che cos'è la medicina.

Se lo si fa per un po 'di tempo, diventa presto chiaro che alcuni obiettivi sono subordinati ad altri obiettivi, che sono essi stessi subordinati ad altri obiettivi. Per esempio, l'obiettivo di uno studente di medicina può essere quello di qualificarsi come medico, ma questo obiettivo è subordinato al suo obiettivo di guarire i malati, che è esso stesso subordinato al suo obiettivo di guadagnarsi da vivere facendo qualcosa di utile. Questo potrebbe andare avanti all'infinito, ma a meno che lo studente di medicina non abbia un obiettivo che è un fine-in-sé, in realtà non vale la pena farlo. Cosa, chiede Aristotele, questo obiettivo è un fine-in-sé? Questo Sommo Bene, dice Aristotele, è Felicità:

E di questa natura si pensa soprattutto che la felicità sia, per questo scegliamo sempre per il suo interesse, e mai in vista di qualcosa di più lontano: considerando l'onore, il piacere, l'intelletto, infatti ogni eccellenza che scegliamo per se stessi, è vero, ma li scegliamo anche in vista della felicità, concependo che attraverso la loro strumentalità saremo felici: ma nessun uomo sceglie la felicità in vista di loro, né in realtà in vista di nessun'altra cosa.

Ma cos'è la felicità? Per Aristotele, capendo la funzione distintiva di una cosa, è possibile comprenderne l'essenza. Quindi, non si può capire cosa significhi essere un giardiniere a meno che non si possa capire che la funzione distintiva di un giardiniere è "tendere a un giardino con un certo grado di abilità". Mentre gli esseri umani hanno bisogno di nutrimento come le piante e hanno la sensibilità come gli animali, la loro funzione distintiva, dice Aristotele, è la loro capacità unica di ragionare. Quindi il Sommo Bene, o Felicità, è condurre una vita che ci consenta di usare e sviluppare la nostra ragione, e ciò è in accordo con i principi razionali. In contrasto con il divertimento o il piacere che può essere goduto anche dagli animali, la felicità non è uno stato ma un'attività, ed è profonda e duratura.

Wikicommons
Fonte: Wikicommons

Aristotele riconosce che la nostra buona o cattiva sorte può avere un ruolo nel determinare la nostra felicità; per esempio, riconosce che la felicità può essere influenzata da fattori quali le nostre circostanze materiali, il nostro posto nella società e persino il nostro aspetto. Eppure sostiene che vivendo pienamente la nostra vita secondo la nostra natura essenziale come esseri razionali, siamo destinati a diventare felici a prescindere. Per questo motivo, la felicità è più una questione di comportamento e di abitudine – di "virtù" – che di fortuna; una persona che coltiva tali comportamenti e abitudini è in grado di sopportare le sue disgrazie con equanimità, e quindi non si può mai dire di essere veramente infelice.

Neel Burton è autore di Heaven and Hell: The Psychology of the Emotions e altri libri.

Trova Neel Burton su Twitter e Facebook

Neel Burton
Fonte: Neel Burton

  • Diagnosi e gestione di psicopatici criminali
  • Il ciclo della violenza
  • 5 fasi per attualizzare le risoluzioni del nuovo anno
  • Il movimento "Mangiare pulito" è una forma di perfezionismo?
  • Prevenzione degli assalti sessuali: stiamo fallendo o ci stiamo agitando?
  • Cottura terapeutica: un'intervista con Sara Barthol
  • 10 modi per migliorare la salute del cervello
  • #BellLetsTalk: cosa impedisce alle donne in gravidanza di parlare
  • Inciviltà sul posto di lavoro
  • Speaking on Fertility
  • In che business sono i terapeuti (davvero)?
  • Tre consigli per l'industria della sanità mobile
  • Chat Chit radiofonico
  • Un modo senza droghe per ridurre il rischio di 5 malattie croniche
  • È un capo difficile un capo cattivo?
  • 10 passaggi per un ottimo servizio clienti
  • Il tuo studente universitario ha bisogno di un primo aiuto finanziario?
  • Cinque semplici modi per migliorare le tue amicizie nel 2012
  • Dieta e autismo - Studi più recenti e collegamenti intriganti
  • Dieci passi verso i genitori per una buona produttività
  • 6 strumenti per copiare i sopravvissuti all'assalto sessuale
  • Stigmatizzare l'obesità
  • Cos'è la negligenza emotiva?
  • Il terzo gioiello della vita
  • La schizofrenia non esiste !?
  • Prenditi cura del tuo corpo, prenditi cura della tua anima
  • 7 libri da leggere per cambiare la tua vita quest'estate
  • Sei tu e i tuoi pensieri lo stesso?
  • Basso contenuto di carboidrati rispetto a basso contenuto di grassi dieta: cosa succede se non funziona?
  • Semplici modi per frenare le voglie
  • 3 sensi, sensi di colpa, genitori di bambini adulti in difficoltà
  • Divorzio Bias nelle notizie
  • I bambini sono malati guardando siti web sessualmente espliciti?
  • I due "difetti fatali in agguato nella politica di sinistra americana"
  • La psicologia spiega il recente lancio di missili della Corea del Nord?
  • Un amico che è "verde di invidia" può davvero essere un amico?