Atti scomparsi: dovresti pensare il meglio o assumere il peggio?

DOMANDA

Cara Irene,

È difficile sapere se lunghi silenzi e ritiri da parte degli amici sono perché stanno cercando di scaricarti o perché sono occupati e un po 'negligenti. In particolare mi affido a questo nei compleanni e a Natale, spesso continuando a inviare cartoline o e-mail perché presumo che sia meglio che i miei amici siano solo occupati.

Ma quando sono sempre l'iniziatore, significa che mi rifiuto di accettare che non vogliono davvero continuare l'amicizia? È meglio assumere il meglio e inviare missive occasionali? Come si sa?

Firmato, Becca

RISPOSTA

Cara Becca,

Che bella domanda! Si arriva davvero al punto cruciale dell'ambiguità di molte amicizie, che è qualcosa con cui tutti sono alle prese di tanto in tanto. Proprio come l'inizio e la fine delle amicizie sono spesso confuse, a volte è difficile valutare cosa sta succedendo con un amico nel mid-stream, specialmente se non le hai parlato per un po '.

Le vite delle persone cambiano nel tempo e talvolta i fili che li connettono diventano sfilacciati e deboli. Quindi, molte relazioni che pensavamo sarebbero durate per sempre risulterebbero transitorie e gli amici, anche molto stretti, entrano ed escono dalla nostra vita per una serie di motivi. Altre amicizie sono continue ma cambiano in intensità e frequenza di contatto.

Come lei suggerisce, la mancanza di comunicazione può significare un numero qualsiasi di cose: che la persona è coinvolta o travolta da altre persone e / o responsabilità (es. Lavoro, famiglia, ecc.); che la persona ha bisogno di più tempo da solo per se stessa; o che la persona si ritiri volontariamente o inconsciamente da te.

Essere un buon amico implica essere sensibili ai bisogni di un altro individuo e alle naturali vicissitudini dell'amicizia. A meno che tu non abbia una ragione concreta per pensare diversamente, devi sempre presumere che la mancanza di comunicazione abbia più a che fare con l'altra persona che con te. L'invio di e-mail periodiche, brevi note o biglietti per riconoscere il suo compleanno o biglietti di auguri per le vacanze sono modi premurosi e non invadenti per dire all'altra persona che stai pensando a lei.

Ma se non c'è pick-up all'altra estremità, ad esempio, il tuo amico non inizia mai o ricambia dopo aver toccato tre o tre volte: ha senso controllare più direttamente per scoprire cosa sta succedendo. Puoi chiamarla, offrirti di stare insieme o mandare una email chiedendo se tutto va bene nella sua vita e tra voi due.

Nella maggior parte dei casi, la risposta del tuo amico dissiperà le tue preoccupazioni. Se lei non risponde o risponde in modo vago, concediti del tempo per passare e riprova. Se dopo questo non c'è ancora una risposta positiva, è lecito ritenere che il tuo amico si ritiri o abbia almeno bisogno di una pausa e che tu debba accettarlo.

Spero che questo sia utile.

Migliore,
Irene

Solutions Collecting From Web of "Atti scomparsi: dovresti pensare il meglio o assumere il peggio?"