Attenti alle scuse che non guariranno

Queste scuse fanno male piuttosto che guarire.

Non tutte le scuse lasciano entrambe le parti sentirsi meglio.

Le scuse possono essere offerte senza sincerità, semplicemente per uscire da una situazione difficile. O la formulazione delle scuse semplicemente lascia la persona fuori dai guai. Potresti non essere soddisfatto di sentire il tuo partner dire “Mi dispiace che tu fossi così sconvolto dal mio commento alla festa”, come se il problema fosse che tu sei ipersensibile. Potresti voler sentire, “Mi dispiace ti ho criticato per aver raccontato barzellette alla festa. Ero fuori linea per comportarmi come se fosse il mio lavoro monitorare il tuo comportamento. ”

Poi ci sono scuse seguite da razionalizzazioni. Tutti li abbiamo ascoltati (o offerti), e raramente sono soddisfacenti. La mia amica Jennifer Berman ha disegnato un fumetto del “ragazzo con un milione di scuse”. Il mio preferito era “Mi dispiace. . . ma non mi hai mai chiesto se fossi sposato con figli. ”

Quando affrontiamo qualcuno su qualcosa che hanno fatto o non fatto, può essere così soddisfacente se possono solo dire “Sono davvero dispiaciuto” e lasciarlo a quello. Più spesso, tuttavia, le scuse della persona (“Mi dispiace che sia passato così tanto tempo da quando ho chiamato”) sono seguite da un’aggiunta che implica che non sono realmente responsabili delle loro azioni (“… ma il mio lavoro è stato così travolgente Non ho avuto un secondo libero “).

Alcune persone si scusano per il verso giusto, ma poi proseguono il loro stesso comportamento per cui si scusano, sia che stiano bevendo, sia che tornino a casa tardi dal lavoro dopo che hanno accettato di non farlo. Una serie infinita di scuse insignificanti segnala l’incapacità di cambiare il proprio comportamento.

Ciò che conta non è se il malfattore suonasse autentico o “lo intendesse veramente” in quelle espressioni appassionate di rimorso. Tutto ciò che conta è se quella persona segua in modo che non ci sia ripetizione delle prestazioni,

Alcune scuse servono principalmente a zittire l’altra persona. Un uomo che ha iniziato la terapia ha detto a sua moglie sei mesi dopo aver scoperto la sua relazione, “Ho detto che mi dispiace, quindi perché lo riporti?” Nessuna scusa può sostituire la volontà di rimanere lì e impegnarsi con la altra persona nel tempo. Né può dire “Mi dispiace” sostituire il duro lavoro di guarire un tradimento e fare tutto il necessario per ricostruire la fiducia.

Forse puoi pensare alle scuse o alle espressioni di rimorso che avresti preferito non ricevere. Forse una persona che ti ha fatto del male in passato decide che ha bisogno di scusarsi per facilitare la propria guarigione, senza considerare se il dragaggio di materiale molto vecchio potrebbe essere più doloroso che utile per te.

Non tutte le scuse chiariscono l’aria o favoriscono la crescita della relazione. Impara a individuare quelli cattivi.