Attenti alla sindrome del matrimonio aziendale

Ha effetti corrosivi.

pixels/pixabay

Fonte: pixel / pixabay

Linda : la sindrome del matrimonio aziendale si verifica quando la società richiede fedeltà alla società oltre al tempo e all’energia del dipendente dedicato alla famiglia. Lucia era in uno di questi matrimoni per cinque anni, e anche se non sapeva che il modo in cui viveva in quel periodo aveva un nome, sicuramente conosceva l’esperienza intimamente. La sindrome matrimoniale aziendale ha eroso il benessere della sua collaborazione con suo marito e ha frammentato la loro famiglia. Questa coppia è arrivata a un semplice divorzio.

Il capo dell’azienda era un pretendente. In un codice non scritto, a tutti i dipendenti del dipartimento era richiesto di lavorare per ottanta ore, incluse le ore di viaggio per recarsi nelle principali città del paese. Ognuno ha lavorato a queste ore eccessive perché tutti sapevano che c’erano numerosi candidati in coda per la loro posizione se non avessero rimorchiato la linea.

Tale comprensione ha avuto persone che vanno a lavorare con malattie, febbri alte e mal di schiena orribile. Non avrebbero usato i loro giorni di malattia o di ferie, per dimostrare chi stava lavorando più duramente e per competere per lo status di chi era più devoto alla compagnia. I dipendenti lavoravano cronicamente per lunghe ore fino a notte fonda, lavoravano e viaggiavano nei fine settimana e persino durante le vacanze come il Memorial Day e il 4 luglio. Solo il Ringraziamento e il Natale erano sacri, ma solo perché non ci sarebbe stato nessuno con cui fare affari in quei giorni. In qualsiasi altro momento dell’anno, i dipendenti erano programmati per servire la società. Non tutte le aziende richiedono così tanto. Ma per questa organizzazione, il capo dell’azienda ha regolarmente testato la lealtà al fine di vederlo dimostrato che i suoi bisogni e le esigenze della società venivano sempre prima di tutto prima del benessere del dipendente o delle loro famiglie.

Quando Regan prese il suo lavoro aziendale, il loro figlio più giovane aveva diciotto mesi, i ragazzi quattro e sette. Il peso della responsabilità di Lucia era molto simile a quello di un genitore single. E non avendo famiglia nella zona, le cure dei bambini dipendevano da lei. Lucia correva troppo veloce per vedere dritto. Le mogli degli impiegati avevano poca connessione l’una con l’altra. Lucia dice: “Guardando indietro a quegli anni, per noi avere un gruppo di supporto che parlasse apertamente di ciò che stava accadendo avrebbe reso più facile sopportarlo. Ho pensato che fossi l’unico a lottare. È probabile che tutte le mogli soffrissero in silenzio. Ogni pochi mesi era terrificante sentire i rapporti che una delle altre coppie nel dipartimento di mio marito divorziava “.

I dodici anni prima che Regan accettasse il lavoro aziendale erano stati in gran parte armoniosi. Quell’armonia fu distrutta dai bisogni opprimenti della corporazione. Lucia e Regan avevano delle differenze prima di essere un uomo d’affari, che avevano risolto amichevolmente. Ma durante questo tempo, la differenza inconciliabile li ha tenuti entrambi in uno stato cronico di irritabilità. La posizione di Lucia era “Voglio che tu lasci questo lavoro. Sta causando grandi danni a te, a me e ai nostri figli “. La posizione di Regan era:” Adoro il mio lavoro e non mi sto arrendendo. ”

Lucia iniziò a riferirsi alla carriera del marito come “amante”. Sentiva che Regan l’amava più di quanto l’amasse, perché passava più tempo con lei. Sentiva che il suo lavoro era un nemico che non poteva combattere, quindi aspettò che finalmente tornasse in famiglia. Lucia mi ha detto che per la maggior parte del tempo, non era sicura di poter rimanere abbastanza forte per resistere alla prova. Sono passati cinque lunghi anni.

Apparentemente ci sono famiglie che possono prosperare nel bel mezzo delle enormi richieste che alcune aziende fanno ai propri dipendenti. Ma i valori personali di alcune persone riguardo al matrimonio e alla famiglia che vengono prima dello sviluppo della carriera sono in chiara e netta opposizione al valore aziendale che pone il lavoro nella posizione più alta. Una volta che sia Regan sia Lucia hanno affrontato la dannosa sindrome del matrimonio aziendale per la loro famiglia, hanno fatto alcuni cambiamenti radicali. Dopo che Regan lasciò il mondo aziendale, temporaneamente vivevano con meno reddito, risiedevano in una casa più piccola, portavano i bambini fuori dalla scuola privata e guidavano una macchina più vecchia. Le cose hanno cominciato a migliorare enormemente una volta che ha rassegnato le dimissioni. Hanno continuato a fare cambiamenti nel modo in cui gestiscono il loro tempo, mantenendo il lavoro al proprio posto, impiegando molto tempo per fare matrimonio, famiglia, amicizia ed esercitare le massime priorità nelle loro vite.

Lucia era in grado di vedere come a rischio tutta la famiglia era molto prima di suo marito, ma una volta che ha potuto vedere la verità, è stato cambiato in modo permanente. Nelle parole di Regan, “Abbiamo fatto volentieri questi sacrifici, e ciò che abbiamo guadagnato in cambio del lasciar andare il benessere materiale è stato un benessere emotivo, psicologico e spirituale che valeva la pena di fare il trade off. La nostra vita di famiglia dopo esserci distratti dal mondo aziendale è stata enormemente migliorata. È stato un richiamo ravvicinato, ma ce l’abbiamo fatta, più saggiamente di prima su ciò che realmente diventa “.

Solutions Collecting From Web of "Attenti alla sindrome del matrimonio aziendale"