Assicurazione sanitaria vs. assistenza sanitaria

Ti importa se ho un'assicurazione sanitaria? Se ti interessa, ti interessa anche se ho altri tipi di assicurazione?

Mentre stai pensando alla domanda iniziale, ecco alcune domande di follow-up:

  • Ti importa se ho un'assicurazione sulla vita?
  • Che ne pensi dell'assicurazione per l'invalidità?
  • Assicurazione del proprietario di abitazione?
  • Assicurazione auto incidente?
  • Assicurazione sulla responsabilità civile?
  • E riguardo l'assicurazione pensionistica? (Una pensione o piano di risparmio.)
  • Ti importa se tengo i miei soldi in un istituto assicurato FDIC?
  • O se ho acquistato una garanzia estesa sulla mia auto?
  • O se ho comprato un'assicurazione di viaggio prima di fare una gita subacquea a Palau? (Si paga se ti ammali e non puoi andare.)

Come discusso nel mio nuovo libro, Priceless: Curing the Healthcare Crisis , c'è in realtà una ragione razionale (basata sull'economia) per cui dovresti preoccuparti di alcune delle mie decisioni e non di altre. Molti di noi fondamentalmente non si preoccupano se le persone assicurano di proteggere i propri beni (almeno non ci interessa abbastanza per cercare di renderli sicuri). Ma ci preoccupiamo delle decisioni che potrebbero creare costi esterni per il resto di noi.

Attraverso la previdenza sociale, costringiamo le persone a pagare un'assicurazione sulla vita a beneficio dei figli a carico (che potrebbero potenzialmente diventare reparti dello stato) ma non per un coniuge in età lavorativa. Tutti tranne tre stati costringono le persone ad avere un'assicurazione sulla responsabilità civile (che copre il danno per gli altri) ma non l'assicurazione contro le perdite (che copre le proprie auto). Fondamentalmente non ci interessa che le persone assicurino la propria casa, ma li costringiamo a contribuire a schemi pensionistici e di invalidità per impedire la loro dipendenza accidentale da tutti noi.

Ecco il principio: il governo interviene in quei mercati assicurativi in ​​cui la scelta di un individuo di assicurare o non assicurare impone costi potenziali agli altri. A causa della nostra generosità umana di base, non permetteremo alle persone di morire di fame o vivere in miseria. Quindi, quando le persone non assicurano in alcune aree, la società interverrà e aiuterà (dove è necessario un aiuto). Implicitamente, abbiamo un contratto sociale che socializza il rovescio della medaglia di determinati rischi. Se lasciamo il rialzo alla scelta individuale, abbiamo privatizzato i guadagni e socializzato le perdite. Quando le persone non sopportano il costo sociale della loro assunzione di rischi, assumono più rischi di quanto non farebbero altrimenti.

Un altro modo di pensare al problema è in termini di opportunità di diventare un "free rider" sulla generosità di altre persone. Considerare le persone che non hanno un'assicurazione sulla vita (per i figli a carico), nessuna assicurazione per l'invalidità e nessun programma di risparmio pensionistico. Poiché non pagano premi o risparmiano per la pensione, possono consumare tutto il loro reddito e godere di uno standard di vita più elevato rispetto alle loro coorti. Ma se scommettono male (muoiono mentre i bambini sono ancora minorenni, diventano disabili, raggiungono la pensione senza attività), contano su tutti gli altri per aiutarli.

In che modo tutto ciò si applica alla salute? Considerando il vasto interesse nell'assicurare i non assicurati, ci si aspetterebbe una letteratura esauriente. Ma a parte la tesi di Robin Hanson secondo cui l'assistenza sanitaria è diversa, [1] non c'è praticamente nessun posto dove andare per trovare un'analisi razionale, ben ponderata e coerente del perché dovresti preoccuparti se ho o meno un'assicurazione sanitaria.

Se siamo preoccupati che i non assicurati impongano un costo esterno al resto di noi, esiste un rimedio semplice: imporre una multa pari al costo previsto di eventuali spese mediche non pagate che potrebbero incorrere. Si noti, tuttavia, che le famiglie a reddito medio non assicurate stanno già pagando tasse più elevate perché non hanno l'assicurazione sovvenzionata dalle tasse (fornita dal datore di lavoro) dei loro vicini. Lungi dall'essere dei free riders, queste famiglie sembrano pagare a modo loro. Ovviamente, le tasse extra pagate non assicurate tendono ad andare a Washington, mentre le cure non retribuite tendono a essere consegnate localmente. Questa discrepanza tra entrate e spese non è tuttavia causata dai non assicurati. È il risultato del governo che non ha agito insieme.

Per le famiglie ad alto reddito, non è chiaro il motivo per cui dovremmo essere preoccupati. Le persone che hanno, per esempio, $ 1 milione o più in attività – e questo è circa 1 su ogni 30 persone – possono permettersi di pagare le proprie spese mediche senza assicurazione. Inoltre, l'argomento per l'intervento diventa più debole più basso è il reddito di una famiglia. Le persone che non possono permettersi l'assicurazione sanitaria non sono comunque dei cavalieri liberi intenzionali. Non stanno facendo scelte che impongono nuovi costi agli altri. Quindi non c'è una ragione sociale ovvia per costringerli ad assicurare. Di tanto in tanto avranno bisogno di assistenza medica.

Qual è il modo migliore per ottenere assistenza sanitaria a persone con redditi bassi e poche risorse? Piani di assicurazione sanitaria per i bambini non gestiti da Medicaid o statali (a cui si può pensare come Medicaid per i bambini). Né è un altro sistema, impropriamente modellato sull'approccio assicurativo all'assistenza sanitaria.

Conclusione: il caso per cui si cerca di ottenere tutti gli assicurati non è facile. Nondimeno, la maggior parte delle persone che conosco nella politica sanitaria sono ossessionate dall'idea. In realtà, sono più preoccupati se le persone sono assicurate che se ricevono assistenza sanitaria.

[1] Robin Hanson, "Mostrare che ti interessi: l'evoluzione dell'altruismo di salute", Dipartimento di Economia, George Mason University, agosto 2007 (prima versione maggio 1999), http://hanson.gmu.edu/showcare. PDF.

Solutions Collecting From Web of "Assicurazione sanitaria vs. assistenza sanitaria"